Letteratura americana

IN DIFESA DI JACOB

Landay William

Descrizione: http://www.lafeltrinelli.it/products/9788866880103/In_difesa_di_Jacob/William_Landay.html

Categoria: Letteratura americana

Editore: TimeCrime

Collana:

Anno: 2012

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

 

«I nostri figli ci rendono vulnerabili.» E’ questa frase il fulcro intorno al quale ruota tutto il romanzo. La tramaè avvincente e si basa su un avvenimento criminoso di grande impatto emotivo: l’omicidio, brutale, di un ragazzo di quattordici anni. La pubblica accusa viene affidata al sostituto procuratore distrettuale Andy Barber,ma le indagini virano inaspettatamente, individuando il presunto colpevole proprio nel figlio di Barber, Jacob,coetaneo della vittima e suo compagno di liceo.

Tutte le certezze di Andy crollano tranne una. Nonostante gli indizi portino a incriminare Jacob, lui rimane saldamente aggrappato alla convinzione della sua innocenza. Metterà in gioco ogni cosa per tirarlo fuori dai guai, la propria credibilità, il lavoro, il proprio passato e persino la sua stessa famiglia.

La narrazione di “In difesa di Jacob” segue da vicino l’evoluzione emotiva dei personaggi alternandola a lunghe trascrizioni processuali. E’ un romanzo che scarnifica il protagonista mettendone a nudo l’animo, ogni punto debole e tutta la sua emotività genitoriale, ma allo stesso tempo gioca sui chiaroscuri delle tecniche processuali e sulla rivalità tra lo stesso Barber e il suo allievo Logiudice, accanito accusatore di Jacob.  

William Landay mette a frutto la sua esperienza di procuratore distrettuale per questo Legal Thriller ben scritto, anche se a tratti digressivo e non sempre sorprendente. Con questa storia ci tormenta con un interrogativo feroce: «Fin dove può, e deve, un genitorearrivare per proteggere il proprio figlio?»

William Landay, nasce a Boston nel 1963, e si laurea all’Università di Yale divenendo Procuratore Distrettuale di Middlesex in Massachussets. Ruolo che ricoprirà per otto anni prima di divenire scrittore e pubblicare il suo primo romanzo, “Mission Flats”, che nel 2003 fu premiato come miglior romanzo d’esordio dalla British Association Crime Writers. Il secondo romanzo, “The Strangler”, è arrivato tra i finalisti nel 2007 come miglior Thriller allo Strand Magazine Critics Award”. “In difesa di Jacob” è il suo terzo romanzo.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

William

Landay

Libri dallo stesso autore

Intervista a Landay William


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Susan Sontag è stata una delle intellettuali americane più celebri, influenti e controverse della seconda metà del ventesimo secolo. Quest'opera svela la sua lucida visione del mondo e rivela l'ampiezza della sua intelligenza critica. Risoluta, intensa, testarda e provocatoria, con parole sofferte e prive di ogni retorica, Sontag riflette sugli argomenti più disparati: la malattia, l'amore e la morte, il sesso, la fotografia e la musica - Bill Haley & The Comets, Chuck Berry, Bob Dylan e Patti Smith -, l'approccio alla scrittura, la società americana, la filosofia, da Proust a Nietszche.

Odio sentirmi una vittima

Sontag Susan

Eveline Crone, studiosa di psicologia dello sviluppo, spiega sulla base delle ricerche più recenti delle neuroscienze le logoranti turbolenze che si verificano durante la pubertà. E mostra con esempi illuminanti come il comportamento, spesso terribilmente irritante, dei più giovani dipenda da un processo molto particolare: la progressiva riorganizzazione del cervello durante l'adolescenza. Crone non solo fa capire perché ragazzi e ragazze sono così inclini a eccessi e sbalzi emotivi e a comportamenti pericolosi, finendo non di rado per essere disorientati o bruciarsi, ma mostra anche i limiti e le opportunità propri di questa fase della vita. Un libro chiaro e tranquillizzante per insegnanti, educatori e genitori, che non riescono più a capire i loro figli. Un libro che promuove la comprensione e la pazienza, ma solleva anche interrogativi su come gli adulti possono trattare con gli adolescenti nel modo più adeguato.

Nella testa degli adolescenti

Crone Eveline

Elegie di Patti Smith

A Parigi, in una scuola internazionale per i rampolli di famiglie facoltose, si incrociano e si compiono i destini di William Silver, professore di letteratura, Gilad Fisher, alunno di un suo seminario, e Marie de Cléry, un'altra giovane studentessa. E il lettore assiste a questo affascinante processo guardando attraverso il caleidoscopio delle loro tre visioni gli eventi che lo determinano. Le lezioni del prof, adorato dagli studenti e profondamente innamorato del proprio mestiere nonché di se stesso nell'atto di svolgerlo. La difficile vita del giovane Gilad, alle prese con una famiglia disfunzionale e con l'assoluta difficoltà a integrarsi nei contesti sempre diversi dove la carriera diplomatica del padre lo porta di volta in volta a trasferirsi. Il rapporto di Marie con se stessa, col proprio e l'altrui sesso e con la mescolanza di invidia, odio e insofferenza che la lega alla sua "migliore amica" Ariel. L'amore tanto totalitario quanto impossibile che Gilad finirà col provare per Will, quello più titubante ma vissuto anche nella sua componente fisica che legherà la diciassettenne Marie al professore, il modo in cui quest'ultimo finisce per svilire l'eroe coraggioso e anticonformista che interpreta nelle aule di scuola sono tutte bombe silenziose. Esplodono senza fragore pagina dopo pagina sbriciolando le illusioni, le ipocrisie, i sogni e gli incubi dei personaggi e restituendo al lettore il vivido squarcio della vita di un ragazzo, di un uomo e di una giovane nell'atto di farsi donna.

NON TI MERITI NULLA

Maksik Alexander