Giallo - thriller - noir

INTENSITY

Koontz Dean

Descrizione:

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Sperling & Kupfer

Collana:

Anno: 1996

ISBN: 9788820022365

Recensito da Donatella Perullo

Le Vostre recensioni

China Shepherd è una giovane dal passato difficile. Madre tossicodipendente e patrigno violento e sadico, ha subito per anni la loro nefanda presenza e poco più che bambina ha assistito mentre trucidavano un’indifesa coppia di anziani. Divenuta adulta, China ha ripreso in mano la sua vita. E’ una donna forte e volitiva e studia psicologia all’università di California.

 La storia ha inizio in un assolato pomeriggio estivo. Laura, la migliore amica di China l’ha invitata a trascorrere un fine settimana nella Napa Valley, a casa dei suoi genitori, e le due giovani donne giungono nella bella fattoria piene di entusiasmo. Nulla lascia presagire la tragedia che sta per accadere. Uno spietato serial killer penetra nella casa durante la notte per sterminare l’intera famiglia. A salvare China è proprio il suo terribile passato che la spinge a nascondersi sotto il letto pochi istanti prima che l’assassino entri nella sua stanza. L’assassino è un predatore impietoso, ma China una leonessa disperata e pronta a tutto per aiutare la sua amica Laura, che è ferita gravemente.  Così, quando il killer trascina Laura sul suo camper, China s’intrufola sul mezzo nel tentativo disperato di soccorrere la giovane. E’ solo l’inizio, la premessa di un susseguirsi di colpi di scena tragici e sconvolgenti che avvincono il lettore fino all’ultima parola, fino all’epilogo stravolgente e intenso.
E’ con intensità che il Killer vuole vivere la sua vita. Con la medesima intensità il lettore si troverà avvinto dalla storia e sarà difficile distogliere l’attenzione dall’orrenda avventura nella quale sarà coinvolto al fianco di China.
Con questo romanzo Koontz non smentisce la sua fama. Un vero maestro del thriller, qui al limite dell’horror. La lotta tra l’assassino e la protagonista è una metaforica, infinita battaglia tra il bene e il male. Tra il demone e l’eroina integra e coraggiosa, agnello sacrificale sull’altare della pura tensione psicologica.
La penna di Dean Koontz è come una lama affilata, tagliente e incisiva.  La sua narrazione è intensa ed elettrizzante, coinvolge il lettore afferrandolo senza lasciargli scampo, concedendogli un’unica via d’uscita: arrivare fino in fondo, alla fine del racconto per tirare il fiato.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Dean

Koontz

Libri dallo stesso autore

Intervista a Koontz Dean


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Nella Dublino chiusa e retrograda del 1907, una giovanissima attrice ha intrecciato una relazione con un uomo più anziano, il drammaturgo più importante del teatro dove la ragazza lavora. Ribelle, irriverente, bella, corteggiata da tutti, Molly Allgood proviene da una quartiere popolare, e sogna un futuro da star in America. Il suo amore, John Millington Synge, è un genio inquieto, ultimo discendente di quella che è stata una ricca famiglia di proprietari terrieri, un poeta dal linguaggio forte e dalle passioni tempestose. Ma la sua vita è ostacolata dalle convenzioni dell’età edoardiana e dalla madre austera e timorata di Dio con la quale vive. La relazione tra John e Molly, ostacolata dagli amici e dalla famiglia, è turbolenta, a volte crudele, spesso sofferta. Molti anni dopo, una donna anziana attraversa una Londra sconvolta dalla tempesta. Natale è alle porte. Mentre la donna vaga tra le macerie dei recenti bombardamenti, un vortice di neve di ricordi e desideri perduti sembra turbinarle intorno. Da una delle più grandi voci della narrativa irlandese contemporanea. Un indimenticabile romanzo sull’amore che sfida tutte le convenzioni, anche quelle religiose, una commovente storia di abbandoni e riconciliazioni, un omaggio all’arte stessa di narrare.

UNA CANZONE CHE TI STRAPPA IL CUORE

O'Connor Joseph

Quando, nel 1925, Virginia Woolf si accinse a scrivere Gita al Faro era decisamente giunta alla soglia della maturità artistica: in questa sua opera riuscì infatti mirabilmente a mostrare il suo sapiente dominio delle possibilità del monologo interiore e la straordinaria capacità di muoversi liberamente tra il flusso delle coscienze dei personaggi. Con tutta la sua avvolgente bellezza, questo romanzo è una commossa elegia all'Assenza: assenza innanzitutto della madre, morta quando la Woolf aveva solo tredici anni, lasciandole un vuoto incolmabile. Ed è proprio tale immagine cara a legare le diverse solitudini dei protagonisti di questa rievocazione corale, tutti chiusi in un proprio mondo isolato da cui è difficile comunicare. Fluido e ritmato come il mare sotto il raggio ora breve ora lungo del Faro che fende l' oscurità della notte, il romanzo si impone al lettore con la forza della memoria, il fascino del ricordo, la voce struggente della nostalgia.

Gita al faro

Woolf Virginia

STRIX SIVE ARS MORIENDI

Bocchi Vittorio

L'alba di un giorno qualsiasi della primavera 2009, davanti all'ufficio di collocamento di una cittadina americana, si è formata una lunga coda di giovani, donne, uomini che sperano di trovare un lavoro. All'improvviso su di loro piomba una rombante Mercedes grigia, che spazza decine di persone per poi sparire alle prime luci del giorno. Il killer non sarà mai trovato. Un anno dopo, un poliziotto che sta per andare in pensione, William Hodges, riceve il beffardo messaggio di Mr. Mercedes, che lo sfida a trovarlo prima che lui compia la prossima strage. Nella disperata corsa contro il tempo e contro il mostro, il vecchio Hodges può contare solo sull'intelligenza e l'esperienza per fermare il suo sadico nemico. Inizia quindi un'incalzante caccia all'uomo, una partita a scacchi tra bene e male.

Mr. Mercedes

King Stephen