Narrativa

Io sono Charlotte Simmons

Wolfe Tom

Descrizione: Charlotte Simmons, bella e intelligente, ha vinto una borsa di studio e si ritrova catapultata dal paesino nelle montagne del North Carolina dove ha sempre vissuto nella prestigiosa Dupont University. Scoprirà presto che dietro la facciata di eccellenza culturale si agita un mondo corroso da una feroce competizione per il predominio, accademico, razziale, sociale, sessuale. La ragazza si sente lusingata quando scopre di essere stata "adottata" dai principali esponenti dell'élite studentesca. Entrare nelle loro grazie è per Charlotte una meravigliosa sorpresa, qualcosa che dà alla testa e rischia di farle tradire completamente i valori in cui è cresciuta, prima di arrivare a capire la grandezza del suo essere diversa e la forza che le dà la sua innocenza.

Categoria: Narrativa

Editore: Mondadori

Collana: Narrativa moderna e contemporanea

Anno: 2008

ISBN: 9788804582526

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Io sono Charlotte Simmons è troppo bello.
Lo leggi tutto d’un fiato… É vivace, veloce, realistico, pungente. Spesso indugia sulle descrizioni, ma senza mai annoiare. Charlotte è divina ed il finale non delude.
I temi affrontati sono svariati… La provincia, la città, il riscatto sociale, lo sbandamento… Del resto, si tratta di un libro lunghetto, il classico “mattoncino”.

In Io sono Charlotte Simmons, Charlotte, dai monti del North Carolina, approda alla prestigiosa e costosissima Dupont University. Come? Ha vinto una borsa di studio, per la serie: “i migliori vengono dalla provincia”.
La gente del suo paesino ha un’altissima considerazione di lei, ed effettivamente Charlotte è bella, è intelligente, è integerrima… Insomma, un gioiello di ragazza.

Parte per la nuova avventura tra l’invidia e l’ammirazione generale e subentra subito la delusione. La Dupont le appare un ambiente marcio, in cui gli atleti sono le vere star e gli studenti sono rapiti da festini a base di sesso ed alcol. Ma lei non cadrà nella trappola, lei è CHARLOTTE SIMMONS, accidenti. Ha dei valori ben saldi, delle convinzioni radicate, è lì per studiare e portare a termine il suo brillante percorso con onore e dignità.

Pian piano, però, ci si accorge che la verità è un’altra… Eh, già. Perché ognuno di noi, nel profondo, nutre il desiderio, anzi, l’esigenza, di essere accettato dal gruppo, di far parte del gruppo, di essere uguale agli altri.
E quando Charlotte cede alle lusinghe di un mondo che non le era mai appartenuto, scopre lati di sé che la sorprendono e la entusiasmano al tempo stesso, e si convince di non aver vissuto veramente prima di allora.Qual è il prezzo da pagare? Charlotte si uniforma al punto da perdere di vista il suo Io, si lascia trasportare dall’onda, è incapace di reagire e si sente mancare la terra sotto i piedi… Chi è? Cosa è diventata? Qual è la vera Charlotte?

Avere un bicchiere in mano era la prova, anche se minima, che partecipavi alla festa e non eri disperatamente alla deriva.

Ecco il sito personale dell’autore Tom Wolfe.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Tom

Wolfe

Libri dallo stesso autore

Intervista a Wolfe Tom


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Nella vivace Istanbul, la vita della libraia turco-tedesca Kati Hirschel scorre fin troppo tranquilla. Il nuovo appartamento che condivide con lo spagnolo Fofo è ormai sistemato, tutti i debiti sono stati pagati e la libreria di cui va tanto fiera - l’unica in tutta la città specializzata in libri gialli - è ben frequentata da locali e turisti. Forse per noia, o per la mancanza di un fidanzato che la tenga occupata, Kati si lascia trascinare da una chiaroveggente che dovrebbe aiutare Fofo a risolvere i suoi problemi di cuore. Le cose prendono una piega inaspettata quando la lettrice di fondi di caffè «vede» la morte di una giovane donna. Temendo che possa trattarsi della fidata collaboratrice Pelin, la libraia corre in ospedale e scopre che la vita in pericolo è un’altra: quella di Nil, ricoverata in terapia intensiva dopo un misterioso malore. Com’è possibile che una donna di neanche trent’anni, in perfetta salute, sia improvvisamente colpita da un attacco cardiaco? E perché aveva la schiuma alla bocca? Il caso è decisamente sospetto e risveglia subito la proverbiale curiosità di Kati, che insieme a Hakan, fratello della «vittima», comincia a scavare nella vita di Nil e a notare altre stranezze. Ad esempio che la giovane, pur essendo disoccupata da sei mesi, poteva permettersi oggetti costosi e una lussuosa abitazione in uno dei quartieri più eleganti di Istanbul. Ce n’è abbastanza per ipotizzare un coinvolgimento in affari loschi. O la presenza di un ricco amante, magari sposato e interessato a sbarazzarsi di lei. Ancora più singolare risulta però la passione di Nil per il tango, legata probabilmente alla decisione di scrivere un romanzo ambientato tra Turchia e Argentina, due paesi accomunati da anni di dittatura militare, da violenze e ingiustizie nei confronti di oppositori e minoranze. E così, grazie al solito mix di intuito, faccia tosta e conoscenza della società turca, Kati porterà avanti anche quest’indagine a modo suo, tra chiacchiere e bicchieri di tè.

Tango a Istanbul

Aykol Esmahan

In quasi tutto il mondo la disuguaglianza sta aumentando, e ciò significa che i ricchi, e soprattutto i molto ricchi, diventano più ricchi, mentre i poveri, e soprattutto i molto poveri, diventano più poveri. Questa è la conseguenza ultima dell’aver sostituito la competizione e la rivalità alla cooperazione amichevole, alla condivisione, alla fiducia, al rispetto. Ma non c’è vantaggio nell’avidità. Nessun vantaggio per nessuno. Eppure abbiamo creduto che l’arricchimento di pochi fosse la via maestra per il benessere di tutti.

“LA RICCHEZZA DI POCHI AVVANTAGGIA TUTTI” FALSO!

Bauman Zygmunt

Il ritorno innamorato delle farfalle

David, orfano di padre, vive una infanzia felice con la madre, ma questa poi si risposa con il signor Murdstone, un uomo crudele che la porta alla tomba. Privo di affetti, David sperimenta la dura scuola del maestro Creakle. Il patrigno gli impone un lavoro avvilente in un negozio di Londra. Disperato fugge a piedi a Dover, dove una zia, Betsey, accetta di occuparsi di lui. Lo manda a Canterbury, per educarlo, in casa del suo avvocato, padre di Agnes, una dolce fanciulla. Divenuto cronista parlamentare e conquistata anche fama letteraria, David sposa Dora che pochi anni dopo muore. Il giovane allora si accorge della dolce Agnes che sposa, dopo aver salvato il futuro suocero dalle trame del suo amministratore.

David Copperfield

Dickens Charles