Narrativa

IO SONO MAX

Survive I. W.

Descrizione: I dolori e gli amori della giovane Max. Inquieta, testarda, bellissima. Lasciata da Lili dopo otto anni, così all’improvviso, una mattina di gennaio: come puoi farmi questo per una che conosci da tre giorni? Corse, rincorse, morsi e affanni, la vita che sprofonda e Max che non si rassegna. Fino all’arrivo di Leo, il fuoco nei capelli e un uomo per compagno. Un’altra ventata d’amore, l’illusione che tutto possa ricominciare e la paura che tutto possa franare di nuovo. Un romanzo che è come la sua protagonista: un terremoto di sentimenti e di ironia.

Categoria: Narrativa

Editore: Absolutely Free

Collana: Penelope

Anno: 2011

ISBN: 9788897057291

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Non mi trovavo nella sala d’aspetto del dentista, ma quasi. Era una di quelle situazioni di attesa forzosa in cui bisogna stare in silenzio, si è circondati da persone sconosciute e, per di più, si è costretti a tenere un certo contegno. Per fortuna, proprio mentre stavo per crollare su me stessa fiaccata dalla noia, mi sono ricordata di avere in borsa il libricino di quell’autore (o autrice?) dal nome bizzarro: I.W.Survive, come la canzone di Gloria Gaynor (che fra l’altro è tra le mie preferite).

Ebbene, ho iniziato a sfogliarlo senza troppe aspettative, più che altro per riempire quel tempo estremamente dilatato, e devo dire che mi sono divertita moltissimo, l’ho trovato spassoso e intelligente e l’ho praticamente divorato in poche ore (non tutto mentre mi trovavo nella simil-sala d’aspetto. Ho continuato una volta a casa).

Max, ventott’anni di ironia e insicurezza, è stata appena mollata dalla sua fidanzata storica, Lili, con cui per ben otto anni ha condiviso gioie e dolori del vivere quotidiano.

In realtà, Lili non sembra avere le idee molto chiare, i suoi sentimenti nei confronti di Max sono piuttosto confusi, ma una cosa è certa, e cioè che vuole buttarsi a capofitto nella sua nuova storia con Silvia, una tipa di Torino.

Max non riesce a farsene una ragione… Ama ancora tantissimo la sua ex e non se la sente né di prenderla a schiaffi e riportarla a casa di peso, come suggerisce Baba (“il panzer”), né di troncare di netto come consiglia Luisa.  Inizia invece a sognare, riflettere, mettersi in discussione, strisciare e sbattere la testa contro il muro con il masochismo tipico dei veri innamorati. Naturalmente non potevano mancare la mamma onnisciente, che pretende di avere sempre in tasca la verità, e l’altalena umorale della speranza-disillusione. Dialoghi frizzanti, pensieri notturni e un bel finale a metà strada fra il romanticismo e la nostalgia fanno il resto.

Io sono Max” inaugura alla grande la collana “Off Topic” di Absolutely Free ed è decisamente qualcosa di più che un libricino da simil-sala d’aspetto (resta fermo che il formato è davvero comodo!). Consigliato a chi ha voglia di trascorrere qualche ora in allegria (se non addirittura di ridere) leggendo una storia d’amore, d’amicizia e di vita, leggera ma non banale.

Siamo salite in taxi. «Io scendo a Termini, la signorina prosegue». Poco prima della stazione l’autista è rimasto imbottigliato. E Lili, tanta era la smania di fuggire da me, per paura di non riuscirci più, ha aperto lo sportello in mezzo alla strada: «Guardi, scendo qui, faccio prima a piedi». Ha preso la borsa, mi ha baciato la guancia, quasi sul collo, ed è scesa. Ma quando si è voltata verso il finestrino, per guardarmi per l’ultima volta, perché ci siamo guardate per l’ultima volta come in un film, le ho letto sul viso tutto il rimpianto. E in questo addio io mi innamorerò di te. Io ho guardato il tassista, nello specchietto, lui ha guardato me: « Signorina, dove andiamo?». E io, con gli occhi appannati, il cuore appannato, avrei voluto dirgli: «Vada dove vuole, ma mi porti via di qui, maledizione». Sgommata, dissolvenza, titoli di coda. Invece ho detto: «Piazza Istria, venti metri prima della Standa, quella che è bruciata anni fa». Lui ha messo la prima, e mi ha attaccato una pippa su Berlusconi”.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

W.

I.

Survive

Libri dallo stesso autore

Intervista a Survive I. W.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Tutti sanno come Kal-El - Superman - venne mandato sulla Terra appena prima che il suo pianeta esplodesse. Ma cosa causò un disastro di quella portata? Ora, ne "Gli ultimi giorni di Krypton", Kevin J. Anderson presenta un ampio racconto del fasto e della grandezza di un mondo condannato ricco di impavidi eroi e crudeli traditori. Sullo sfondo spettacolare degli ultimi giorni felici di Krypton avviene il corteggiamento e il matrimonio dei genitori di Kal-El, il brillante scienziato Jor-El e sua moglie, una storica, Lara. Insieme combattono per convincere una società stagnante e incredula che il loro mondo sta per scomparire. Il fratello di Jor-El, Zor-El, capo della leggendaria città di Argo, si unisce alla lotta, non solo per salvare il pianeta, ma anche per combattere contro la minaccia dello spietato e astuto Generale Zod. Il diabolico Zod si avvale di un'opportunità d'oro per impossessarsi del potere quando l'androide Brainiac cattura la capitale Kandor. Nel momento stesso in cui l'influenza di Zod sulla popolazione si rafforza e il suo potere cresce, anche lui diventa cieco a tutti i segnali che indicano la morte di quella stessa civiltà che sta cercando di governare. Attraverso tutto questo, l'amore reciproco di Jor-El e Lara, la loro storia e il loro figlio permettono a Krypton di continuare a vivere anche se il pianeta si sta consumando intorno a loro. Per questo, nella fuga del loro bambino giace il più grande dono di Kripton e il più grande eroe della Terra.

GLI ULTIMI GIORNI DI KRYPTON

Anderson Kevin J.

Quando la vita va troppo veloce e quasi ti sfugge di mano, non è facile conservare un’identità precisa. Ci sei tu e c’è il personaggio che hai costruito per raggiungere i tuoi obiettivi.Carmen è una giovane donna divisa tra apparenza e verità. Da un lato, si crede fredda e sprezzante, e così si mostra agli altri; dall’altro, si scopre fragile e insicura, eppure continua ostinatamente a nascondere ciò che sente davvero.Anche la narrazione asseconda questa doppia natura. Azioni e pensieri sembrano appartenere a persone diverse, per ciascun evento le emozioni sono sdoppiate e contrastanti.Ma chi è veramente Carmen? Quando anche lei l’ha ormai dimenticato, ci pensa la vita a riscuoterla dal suo torpore e metterla davanti a uno specchio. E allora anche la narrazione abbandona il duplice punto di vista per seguire la rinascita di chi ha finalmente capito di essersi smarrito e decide di ritrovare la sua unità, il suo accento mancante…

LA E SENZA ACCENTO

Geena

L’imprenditrice del sesso

Fabio Brigazzi

Dopo "Vaticano Spa", "Sua santità", "Via crucis", tre inchieste che ci hanno introdotto nelle stanze e nei segreti più profondi del Vaticano, in questo nuovo libro Gianluigi Nuzzi ricompone, attraverso documenti inediti, carte riservate dell'archivio Ior e testimonianze sorprendenti, i tre fili rossi - quello del sangue, dei soldi e del sesso - che collegano e spiegano la fitta trama di scandali, dal pontificato di Paolo VI fino a oggi. Una ragnatela di storie dagli effetti devastanti, che hanno suscitato nel tempo interrogativi sempre rimasti senza risposta e che paralizzano ogni riforma di papa Francesco. L'autore ricostruisce molte verità che mancavano, a cominciare dal mistero della morte di papa Luciani...; la trattativa riservata tra Vaticano e procura di Roma per chiudere il caso Emanuela Orlandi; i conti di cardinali, attori, politici presso lo lor, tra operazioni milionarie, lingotti d'oro, fiumi di dollari e trame che portano al traffico internazionale di droga; l'evidenza di una lobby gay che condiziona pesantemente le scelte del Vaticano, tra violenze e pressioni perpetrate nei sacri palazzi e qui per la prima volta documentate. Ecco il "fuori scena" di un blocco di potere per certi aspetti criminale, ramificato, che continua ad agire impunito, più forte di qualsiasi papa (Ratzinger è stato costretto alle dimissioni aprendo però la strada a Bergoglio), sempre capace di rigenerarsi, che ostacola con la forza del ricatto e dei privilegi ogni tentativo di riforma.

Peccato originale

Nuzzi Gianluigi