Classici

Jane Eyre

Brontë Charlotte

Descrizione: La storia romantica di una modesta e poco appariscente istitutrice che, con il suo fascino discreto e la sua forza di carattere, riesce a conquistare il tenebroso e avvenente signore di Rochester, la cui giovane figlia è affidata alle sue cure. La donna vittoriana di metà Ottocento, ridotta allo stato di femmina asessuata, trova in Jane Eyre un ideale contraltare antropologico sulla via dell'emancipazione e del suffragio universale.

Categoria: Classici

Editore: Mondadori

Collana: Oscar grandi classici

Anno: 2004

ISBN: 9788804527985

Recensito da Donatella Perullo

Le Vostre recensioni

Eccomi qui, di nuovo, a scrivere di una pietra miliare della letteratura. Sarà arduo anche questa volta, dopo essermi confrontata con un capolavoro come Orgoglio e Pregiudizio, riuscire a parlare degnamente di un altro splendore: Jane Eyre.

Charlotte Brontë diede vita a questo racconto scegliendo la forma autobiografica. L’io narrante è la giovane Jane che parla al lettore delle sue peripezie, della sua crescita morale e del suo destino.

Un romanzo di oltre settecento pagine che scorre veloce lasciando il lettore appagato e affascinato dalla complessità dei personaggi, dalla perfetta ambientazione e dalla profondità delle emozioni che la Brontë riesce a far vivere attraverso le vicende della sua protagonista.

È un’ardua sfida, ma provo a riassumervi la trama:

Dopo la morte di entrambi i genitori, Jane Eyre viene affidata allo zio paterno che promette di crescerla con amore. Purtroppo poco dopo anche lo zio della bambina muore ed ella resta con la zia e i cugini, tutti poco inclini a volerle bene e, anzi, presi dalla smania di vessarla. Ben presto la piccola dimostra il suo carattere deciso e la sua forza d’animo, al punto che la zia decide di non tener fede alla parola data al marito morente e la affida a un istituto per bambine senza famiglia. Qui Jane subisce angherie d’ogni genere e cresce di stenti. Molte delle sue compagne muoiono di tifo, la sua migliore amica viene portata via dalla tubercolosi, ma lei non si arrende e rafforza il suo carattere e la sua determinazione fino al diploma. A questo punto, ormai donna, Jane diviene lei stessa insegnante nell’istituto, fino al giorno in cui decide di andare via. Pubblica un annuncio di lavoro che viene accolto dal nobile Mr. Rochester, il quale le offre un posto di istitutrice per la sua figlioletta Adele.

Jane arriva a Thornfield Hall in assenza del padrone di casa e inizia a lavorare con la piccola Adele e ad abituarsi alle abitudini della nuova dimora. Tutto cambia quando Mr. Rochester fa ritorno a casa. Lo scontro – incontro fra i due nella nebbia della sera, cambia le vite di entrambi. Jane si sente attratta e spaventata allo stesso tempo dal burbero e sagace datore di lavoro, mentre lui è subito affascinato dall’intelligenza e dalla forza di spirito della giovane.

Non vi racconterò i dettagli da qui in poi, la storia bisogna leggerla. Vi basti sapere che non si tratta di un semplice romanzo d’amore, la Brontë mette in gioco molto più di questo. Ci parla di tormenti, di contraddizioni, di evoluzione dell’animo. Tutto ciò passando attraverso dialoghi sagaci e stimolanti nonché atteggiamenti caratteriali dei protagonisti che li rendono più che concreti agli occhi del fruitore, nella mente dei quali rimarranno indelebili.

Charlotte Brontë pubblicò Jane Eyre nel 1847. Fu il suo secondo tentativo nella narrativa, ma il primo ad essere pubblicato.
Il professore, il suo primo romanzo, fu infatti rifiutato dall’editoria e pubblicato solo postumo. Leggendo la biografia di Charlotte, viene da pensare che la prima parte di Jane Eyre, quella cioè che riguarda la sua fanciullezza, sia autobiografica.
Terza di sei figli, ella rimase infatti orfana di madre in giovanissima età. Le cinque sorelle e il fratello furono affidati dal padre alle cure di una zia materna, ma poi quest’ultima mandò Charlotte e tre delle sue sorelle in un istituto di carità, dove le piccole vissero tra stenti e afflizioni e dal quale uscirono vive solo Charlotte e la sorella minore Emily. Questo racconto lo riviviamo attraverso le sue parole nella prima parte di Jane Eyre.

Di questo romanzo sono state fatte decine di trasposizioni cinematografiche e televisive. A mio modesto parere la più riuscita e fedele è la miniserie televisiva messa in onda nel 2006 dalla televisione inglese. In quattro puntate (due quando fu trasmessa in Italia) e circa tre ore e mezzo di durata, la miniserie narra fedelmente l’intero romanzo ed è ben interpretata dagli attori che rivestono i ruoli dei due protagonisti: Toby Stephens (Edward Rochester) e Ruth Wilson (Jane Eyre).

Anche nella seconda parte della sua vita Charlotte Brontë non ebbe gran fortuna. Innamorata non ricambiata di un suo professore, fu poi costretta dal padre a sposare un reverendo. Morirà un anno dopo, appena trentanovenne, in attesa del suo primo figlio.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Charlotte

Brontë

Libri dallo stesso autore

Intervista a Brontë Charlotte


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Il corpo senza vita di Chiara viene ritrovato nel greto di un torrente che scorre tra i boschi delle dorsali lariane. La zona del ritrovamento ha uno specifico interesse archeologico: lì si trovano i "massi avelli", antiche tombe dall'origine incerta e misteriosa. E proprio in prossimità di uno di questi monumenti funerari, le piogge alluvionali hanno dissepolto uno scheletro umano. Si tratta di un reperto che consentirà di progredire negli studi storici sulle civiltà lariane o di un altro delitto? Il commissario Giordàn torna, pungolato dall'impazienza e dall'esuberanza della nipote Gabriella, in un'indagine che dovrà svolgersi tra sedute spiritiche e allusioni demoniache, con lo scopo di individuare - oltre all'omicida - le cause profonde che inducono i comportamenti criminali. Per riportare a galla, tra le sponde innevate del lago di Como e nella magica atmosfera prenatalizia, pratiche estreme e complessi di colpa che pesano più dei massi avelli.

Il mistero dei massi avelli

Kaitlyn Fairchild è una ragazza speciale. I suoi occhi possono vedere delle cose che nessun altro vede. Ben presto Kaitlyn scopre che le visioni in realtà sono profezie: tutti gli eventi che le vengono mostrati dal suo straordinario dono si realizzano puntualmente. Il suo potere la spaventa e le impedisce di avere una vita normale, costringendola a richiudersi in un triste mondo solitario. Un giorno però la sua amica Lidya le parla di un istituto in California, dove potrà conoscere ragazzi simili a lei. Kaitlyn si trasferisce così allo Zetes Institute, e per un breve periodo tutti i suoi sogni diventano realtà. Conosce quattro ragazzi “speciali” come lei – Rob, Gabriel, Anna e Luis – e tra loro nasce un’amicizia così profonda da trasformarsi in un indissolubile legame psichico. Per la prima volta nella sua vita Kaitlyn è felice, si sente compresa e protetta, ha tutto quello che può desiderare. Ma l’istituto in realtà non è pacifico e tranquillo come potrebbe sembrare. E il signor Zetes, l’uomo che è riuscito a radunare tutti i ragazzi, nasconde dei terribili segreti. La sua ambizione non ha confini. Dopo averli attirati a sé, Zetes vuole ridurli in suo potere, sottomettere le loro menti e i loro corpi. Per i ragazzi dello Zetes Institute la battaglia ha inizio.

DARK VISIONS

Smith Lisa Jane

Cassandra, la figlia veggente di Ecuba e Priamo, attende la morte per mano dei Greci vincitori alle soglie della fortezza di Micene. Davanti ai suoi occhi scorrono intrecciate la sua storia e quella della città di Troia. L'amore per Enea e la rottura con la famiglia che, accecata dall'andamento della guerra, non riesce a vedere con gli occhi di Cassandra. La vita nelle comunità femminili sulle rive del fiume Scamandro e la distruzione e la rovina della sua città. Un romanzo che dà una visione diversa da quella omerica classica recuperando lo sguardo e la voce della sacerdotessa troiana per darci il resoconto della liberazione femminile e del bisogno di pace.

Cassandra

Christa Wolf

Luke è un ragazzo brillante e simpatico, ma è costretto a vivere chiuso in casa da quando è nato, perché è allergico alla luce del sole. Le sue uniche finestre sul mondo sono la TV, internet e le visite serali di Julie, la sua migliore amica. Luke, però, ha deciso che deve guarire e trovare una cura per la sua malattia, costi quel che costi. E quando un guru gli assicura che può risolvere il suo problema e lo invita a raggiungerlo in Galles, il ragazzo non ha più scuse per tirarsi indietro: dovrà uscire dalla sua stanza e fare i conti con il mondo esterno. A bordo di un furgoncino Volkswagen e in compagnia di Julie e altri quattro amici - Charlotte, David, Leanne e Chantel - Luke si mette in viaggio sulle stradine della campagna inglese, fasciato in un.improvvisata tuta spaziale, per proteggersi dal sole. Sotto un terribile nubifragio e con la loro vecchia vita finalmente alle spalle, Julie e Luke si lanciano in un'incredibile avventura che li cambierà per sempre.

IL GIRO PIU’ PAZZO DEL MONDO

Thomas Scarlett