Narrativa

La città dei destini intrecciati

Descrizione: È possibile che le vite di una manciata di estranei si sfiorino e si influenzino a vicenda senza mai davvero incontrarsi? John e Stella, Charlie e Beth: due coppie, quattro personaggi le cui storie - ora drammatiche, ora ordinarie, ora leggere e scintillanti come le particelle di polvere che volteggiano in un raggio di sole - nascondono punti di contatto e legami inaspettati. Perché in quella "soglia di inizi e di addii" che è Paddington Station, in quel calderone di solitudini e incontri che è la città di Londra, il destino è sempre in agguato. Amori, disamori, morti improvvise, sconfitte brucianti e clamorosi rivincite si alternano in questo affresco narrativo che si dispiega lungo tre decenni. Per raccontare, in un raffinato e incalzante gioco di specchi, due famiglie ostaggio dei sentimenti e dell'inesorabile scorrere del tempo.

Categoria: Narrativa

Editore: Dea Planeta

Collana:

Anno: 2019

ISBN: 9788851173142

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Katy Mahood,  La città dei destini intrecciati - Dea Planeta

Katy Mahood è al suo esordio nel campo della narrativa e pubblica con Dea Planeta il romanzo intitolato La città dei destini intrecciati. Un libro che emoziona e coinvolge con indubbia sapienza. Un testo i cui ingredienti principali possono essere così riassunti: “Una grande città. Quattro sconosciuti. Un legame segreto che dura per sempre.”

Lo sfondo è rappresentato dalla grande città di Londra, crogiuolo di razze ed etnie diverse. In particolare a partire dalla stazione di Paddington, dove i nostri protagonisti si incontrano spesso, si sfiorano senza mai incontrarsi mai veramente. La stazione è resa con eccezionale vividezza:  “Le arcate della stazione si succedono ritmicamente, solchi tracciati dalla marea del progresso. Nell’atrio, il pavimento tempestato di pagliuzze dai riflessi metallici brulica di vita. Un’ondata di persone si riversa dal convoglio.”

Le due coppie in osservazione sono da una parte John e Stella, dall’altra Charlie e Beth. Vite simili, eppur dissimili, spesso in analogia, a tratti differenti. Di loro si narra la vita nei particolari: John è uno scienziato, Stella è una giovane ragazza che nutre molte aspettative per la carriera accademica. Charlie lavora nel campo dell’editoria e Beth è una donna che cerca continuamente di essere pari alle aspettative che soprattutto la famiglia di lui nutre nei suoi confronti. Il loro percorso di vita è colto minuziosamente, ma spesso il destino entra in gioco e sconvolge i delicati equilibri.

Il libro emoziona e diverte, è ricco di pathos e poesia. Ciò che più colpisce è l’approfondimento interiore e introspettivo dei personaggi, reso con una prosa fine e di grande fascino. Il romanzo parla d’amore nei suoi vari aspetti e, con astuzia narrativa, conduce il lettore per mano in quella che si rivela essere una lettura profonda ed avvincente.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Un bambino di undici anni e sua madre di venticinque vivono nella campagna francese in roulotte. Joss è una madre troppo giovane e non ha tempo per occuparsi del piccolo Tom: la sera esce, va a ballare e si innamora sempre di ragazzi sbagliati. Tom, figlio, amico, compagno di vita, è invece un ragazzino che ha imparato per necessità a essere autonomo, a trascorrere le serate in solitudine, a correggere il francese della madre che studia per prendere la maturità. “Tom piccolo Tom” racconta un universo di fatiche, indigenza e mancanza di sicurezze, ma allo stesso tempo di piccole fortune (e virtù), di quelle gioie che possono restituire il gusto di un'esistenza leggera.

TOM, PICCOLO TOM

Constantine Barbara

Dorian Gray, un giovane di straordinaria bellezza, si è fatto fare un ritratto da un pittore. Ossessionato dalla paura della vecchiaia, ottiene, con un sortilegio, che ogni segno che il tempo dovrebbe lasciare sul suo viso, compaia invece solo sul ritratto. Avido di piacere, si abbandona agli eccessi più sfrenati, mantenendo intatta la freschezza e la perfezione del suo viso. Poiché Hallward, il pittore, gli rimprovera tanta vergogna, lo uccide. A questo punto il ritratto diventa per Dorian un atto d'accusa e in un impeto di disperazione lo squarcia con una pugnalata. Ma è lui a cadere morto: il ritratto torna a raffigurare il giovane bello e puro di un tempo e a terra giace un vecchio segnato dal vizio.

Il ritratto di Dorian Gray

Wilde Oscar

De divinatione

Cicerone Marco Tullio

Vorrei poter scrivere un libro che fosse solo un incipit, che mantenesse per tutta la sua durata la potenzialità dell'inizio, l'attesa ancora senza oggetto. (Italo Calvino, Se una notte d'inverno un viaggiatore)".Questo è un libro "solo di incipit": i più significativi della letteratura mondiale (da Omero alla letteratura contemporanea) narrati, con "svolgimenti molteplici, inesauribili", da una ventina di scrittori, a cui si aggiungono le testimonianze sulla "potenzialità" e difficoltà dell'inizio" di Raffaele La Capria, Dacia Maraini, Melania Mazzucco, raccolte dallo scrittore e magnifico "conversatore" Paolo Di Paolo.

Cronache dal Big-Bang

AA.VV.