Narrativa

La dama del quintetto

Mori Silvia

Descrizione: Primo maggio 1891, luglio 1924. Sono decenni burrascosi per l'Italia: dopo l'epopea risorgimentale ci si sta avviando verso il disastro della grande guerra e del fascismo. Ma è anche un periodo stimolante come pochi fino ad allora. In questo contesto, dove scienza, tecnologia e società si evolvono a ritmi vertiginosi, Elisa s'impegna con passione nella difesa dei diritti delle donne e dei bambini. Accanto a lei il marito Vittorio, avvocato a parlamentare socialista, le quattro figlie, poi i conoscenti e gli amici, da Costa a Turati, dalla Kuliscioff alla Montessori, da Nathan a D'Annunzio. Le loro vite, il lavoro, le amicizie e gli amori s'inseriscono nella storia più ampia del nostro paese in un intreccio di vicende personali e pubbliche che trasmettono il profumo di un'epoca. Un romanzo che lega insieme storia e fantasia attraverso le vicende di una famiglia particolare, capace di osservare il mondo con sguardo anticonvenzionale e moderno. Postfazione di Anna Foa.

Categoria: Narrativa

Editore: Luciana Tufani Editrice

Collana:

Anno: 2012

ISBN: 9788886780834

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

La dama del quintetto nasce da una vecchia valigia di giornali, documenti, lettere e appunti, un’importante eredità familiare da cui la sensibilità dell’autrice ha saputo trarre un ricco romanzo che alterna storia e fantasia.

Il racconto si snoda tra il 1891, quando per la prima volta fu celebrato il Primo Maggio, e il 1924, l’anno dell’assassinio di Matteotti.

Personaggio chiave è Elisa Lollini, una delle protagoniste del femminismo romano, madre di quattro figlie e moglie dell’avvocato Vittorio Lollini. Ma punto forte del libro non sono tanto i personaggi quanto le vicende storiche ricordate con chiarezza e semplicità, i fatti veri e documentati, l’atmosfera e le idee che si diffondono in quegli anni tumultuosi con faticoso coraggio.

“Le anime forti si rinvigoriscono nella lotta e trovano in loro stesse, come da sorgente perenne, la forza morale che non le fa mancare al loro compito. Anche quando vi troverete sole con i vostri pensieri, con il cuore che palpita per i vostri cari, la fiducia nelle vostre idee vi sarà di compenso”.

Una bella rivisitazione della storia italiana attraverso gli occhi di una famiglia idealista e politicamente impegnata, tra amori e amicizie, scelte e contrasti, scritta con una prosa scorrevole, quasi giornalistica, da cui traspare però il trasporto di chi ne comprende la grandezza e vuole farne tesoro.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Silvia

Mori

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mori Silvia


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

L'arte della gioia è il libro scandalo di una scrittrice straordinaria. È un romanzo d'avventura. È un'autobiografia immaginaria. È un romanzo di formazione. Ed è anche un romanzo erotico, e politico, e sentimentale. Insomma è un'opera indefinibile, piena di febbre e d'intelligenza, che conquista e sconvolge.

L’ARTE DELLA GIOIA

Sapienza Goliarda

REGINALD E TINA: SIAMO IN UN LIBRO!

Willems Mo

Per fare bene il mestiere di malato bisogna essere sani! È questa la paradossale conclusione a cui giunge la narratrice di questa complessa storia di malattia. Il mestiere di malato richiede infatti "mente lucida, nervi saldi, grande pazienza". Quel "mondo dei sani", che è stato il suo fino a poco tempo prima, diventa ora un territorio nuovo, estraneo, da scoprire, da esplorare. Nulla è più indicativo di questo sconvolgimento relazionale del rapporto con le badanti, e a ragione la narratrice dedica ad esso molte pagine. "Badante" non è una professione né un mestiere; non è in genere neanche una scelta, un progetto di vita. Si tratta di donne costrette ad abbandonare casa e affetti per necessità economica; donne per le quali l'assistito rappresenta più che una persona un'opportunità economica. Denuncia con intenzionale consapevolezza le difficoltà in cui incorre quotidianamente l'ammalato cronico: nella relazione con il sistema sanitario e l'apparato medico, con l'assistenza privata, con il mondo esterno e nella gestione delle vita quotidiana. La malattia diventa veicolo di indagine e di crescita interiore.

YURI E IL MISTERO DELLE SCARPE BLU

Magro Elvira

L’eros va assaporato, toccato, ascoltato, guardato e perfino respirato. Ognuno dei cinque sensi può innescare il piacere, così come fa il sesto, quello invisibile dell’intuizione. Tre autori raccontano l’eros così come viene percepito a livello sensoriale in sei racconti intensi e coinvolgenti, in ciascuno dei quali è uno dei sensi a trionfare. Antologia a cura di Francesca Panzacchi

I sensi dell’eros

Roses Charmel, Elpis Bruno, Detari Frank