Saggi

La forchetta dei 5 sapori

Sguazzi Felicia

Descrizione: Siamo bombardati da trasmissioni televisive dedicate aIla cucina, ovunque il cibo è argomento di discussione e condivisione. Sappiamo però realmente gustarlo, assaporando i singoli sapori in tutte le loro sfumature? Felicia Sguazzi ha messo a frutto anni di passione e di ricerca culinaria e di vita e ha compiuto per noi un viaggio nel mondo dei sapori, creando, impiattando e fotografando le oltre 110 ricette di questo libro. Sono buone e originali, suddivise a seconda del sapore dominante: amaro, aspro, dolce, salato e... umami, il quinto sapore, presente in natura molto più di quanto si crede. Tutte naturali, vegetali e senza glutine. Scegliendo le ricette, attingendo dai singoli capitoli si possono creare i propri menu: per esempio, iniziando con un antipasto aspro, proseguendo con un primo piatto dolce, a cui far seguire secondo e contorno amari e umami, per finire in bellezza con un dessert ai mix di sapori.

Categoria: Saggi

Editore: Sonda

Collana:

Anno: 2016

ISBN: 9788871068053

Recensito da Diego Manzetti

Le Vostre recensioni

La forchetta dei 5 sapori non è una semplice raccolta di ricette. Rispetto ai tradizionali libri di cucina si propone, infatti, di introdurre il lettore ai sapori.

Dolce, salato, aspro/agro, amaro e umami. Ciascuno di questi può essere percepito mediante i bottoni gustativi distribuiti nella cavità orale.

Secondo l’autrice di La forchetta dei 5 sapori, la degustazione del cibo e la percezione dei sapori segue un percorso che, partendo dall’osservazione del piatto, attraversa i bottoni gustativi, passando per l’olfatto.

Cucinare vuol dire conoscere, porsi domande e studiare. L’autrice ci racconta qual è stato il percorso che l’ha portata alla cucina vegana (perché vegane sono le ricette contenute in questo libro): a partire dalla scelta vegana, i sapori sono diventati i protagonisti della mia tavola, una tavola più ricca e varia  anche di colori, oltre che di vita.

Cucinare però significa anche educare il palato.

Educare il palato significa andare all’essenza dei sapori senza ingredienti di copertura o insaporitori artificiali; significa imparare a riconoscerli, a dare loro un nome e a condividere la loro percezione con gli altri.

Fatta questa premessa, La forchetta dei 5 sapori  entra nel merito di ciascuno dei sapori (anche le ricette saranno divise a seconda del sapore che si vuole esaltare), si occupa della scelta degli ingredienti e suggerisce trucchi per ottenere il meglio da essi e quindi descrive gli strumenti di cucina e le tecniche per ottimizzare il lavoro e guadagnare tempo.

Terminata la fase introduttiva, estremamente interessante, si entra nel vivo delle ricette, a partire da quelle base (pizza, pane, crespelle, etc), per poi passare a quelle sudddivise, per l’appunto, per sapore. Ogni ricetta è accompagnata da una foto per stimolare l’interesse del lettore (fatto da me personalmente molto apprezzato, essendo una di quelle persone che nella scelta delle ricette ritiene indispensabile farsi orientare dalle foto).

Elenco qualcuna delle ricette per ciascun sapore:

Amaro: crackers al tarassaco con il loro pesto, cestini di riso allo zafferano, gnocchi di asparagi selvatici, risotto radicchio trevigiano e noci, brownie barba-ciok.

Aspro-agro: capriccio di carote e sedano in salsa, fiori di zucchina al forno, crocchette di topinambur, caponata delicata di carciofi e zucca, padellata di germogli.

Dolce: gnocchi di zucca alla mantovana, panelle con farinaccio di campo, patate al latte speziato, biscotti ai fichi, cuoricini alla crema di liquirizia e anice.

Salato: muffin dell’orto, zucchine profumate in pastella, plum-cake rustici all’ortica, panzerotti golosi, tartufi al sale.

Umami: piccantini di radici in salsa, lasagne di riso, vellutata di daikon con carote, vermicelli profumati, polpettine di azuki e cavolo cappuccio.

Mix di sapori: bouquet di germogli, riso basmati con ananas e olive, riso thai al forno, burger di lenticchie al pesto di spinacini, tempeh dorato.

 

Che siate vegani o no, dubito che possiate non trovare interessante il libro: la selezione delle ricette è davvero stimolante.

Felicia Sguazzi è una cuoca vegana attiva sul web sul sito Le delizie di Feli. La sua passione è la ricerca culinaria di una cucina naturale, di stagione e a km 0.

 

Ovviamente il sapore più misterioso è l’umami, di recente scoperta, di cui si può leggere qui.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Felicia

Sguazzi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Sguazzi Felicia


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Flora ha visto tutto, ma nessuno le crede. La ragazza è morta, qualcuno l’ha uccisa. Aveva solo quattordici anni, si chiamava Miranda ed è stata ritrovata nella sua camera a Birgittågarden, la casa di recupero per ragazze in difficoltà a Sundsvall, a nord di Stoccolma. Le pareti sono schizzate di sangue, le lenzuola ne sono intrise. Nessuna delle altre ragazze sa che cosa sia successo, ma una di loro è fuggita nella notte. Flora non sa chi indagherà sull’omicidio, non sa che l’ispettore Joona Linna sta per ispezionare la peggiore e più indecifrabile scena del crimine della sua carriera, non sa che solo Joona può sperare di scovare qualche indizio. Flora sa soltanto di aver visto la ragazza. Sa di aver visto l’arma del crimine che nessuno riesce a trovare. Sa che cosa è successo. Ma la polizia non le crede, per una semplice ragione. Al momento dell’omicidio, Flora era a centinaia di chilometri di distanza. Eppure Flora è certa di aver ragione. Lei ha visto. Perché lei è una medium.

LA TESTIMONE DEL FUOCO

Kepler Lars

Non ci pensa due volte la terribile, dispotica signora Pontreau a spingere giù dalla finestrella del granaio il genero immobilizzato da una crisi di epilessia. La morte di quel buono a nulla, di quella «marionetta» dalle gambe molli, le permetterà di annettersi la sua proprietà e soprattutto di riprendere il controllo sulle tre figlie. Ma c’è un’altra donna, altrettanto terribile, una vecchia domestica rancorosa, che ha dei sospetti e che potrebbe parlare, o ricattarla. Il prezzo da pagare perché tutto venga soffocato, perché una greve cappa di silenzio scenda sulle vittime e i colpevoli, e perché ogni cosa – il paese come la grande casa dalle finestre sprangate – ripiombi in una calma sinistra, sarà altissimo.

Il grande male

Simenon Georges

Cantico di borgata

Vergoni Gianfranco

In un'aula del Tribunale di Milano, Alessandro Correnti è pronto per discutere il processo più importante della sua carriera. Ha abbandonato i panni di Deus, uno degli hacker più famosi al mondo, e ha indossato di nuovo la toga per difendere la sua cliente Lara da un'incredibile accusa di omicidio. Al momento della sentenza, però, irrompe in aula Nemesys, il più noto e inafferrabile ladro d'identità cinese, che gli consegna una busta e uno strano rotore e poi scompare di nuovo nel nulla. Mentre Deus e il suo nuovo collaboratore, Massimo Foresta, cercano di comprendere un enigma che li porterà nella parte più buia e pericolosa della rete, uno stalker vendicativo e di grande esperienza li prende di mira. Fra droni che volano sui tetti di Milano e hacker cinesi in fuga, spie straniere e criminali senza scrupoli, poliziotti dal cuore buono e ricercatori di virus informatici, ex agenti del Mossad, visionarie studiose di diritto internazionale e affascinanti criminologhe, Correnti deve sfuggire a minacce mortali e proteggere a ogni costo informazioni che potrebbero cambiare il destino del mondo. Innescherà una guerra elettronica che colpirà senza pietà tutta la città e le sue infrastrutture critiche: la metropoli diventerà ben presto terreno di caccia per i più spietati hacker del pianeta. Questa volta Deus avrà bisogno di tutta la sua abilità di hacker per sopravvivere. Soprattutto, dovrà chiedere aiuto a personaggi che riteneva sepolti per sempre nel suo oscuro passato.

La rete ombra

Ziccardi Giovanni