Narrativa

LA QUINTA COSTELLAZIONE DEL CUORE

Peetz Monika

Descrizione: L'aria tersa tremola per la calura di giugno. Judith, in piedi all'ombra di un albero ai bordi della spiaggia di Narbonne, si guarda intorno. Niente è come dovrebbe essere. È tutto falso. È tutta una menzogna. Sul sentiero non c'è anima viva. È su questa strada che Judith, uno zaino in spalla e tanta confusione in testa, sta per ricominciare la sua vita. Ha appena perso il marito Arne, e non ha che una certezza: per chiudere con il passato deve ripercorrere i passi di lui, seguendo gli appunti del diario che Arne aveva scritto durante il suo ultimo viaggio verso Santiago de Compostela. Con lei ci sono le amiche più care, quelle del martedì: la selvaggia Kiki, la fredda Caroline, l'eccentrica Estelle e la perfetta Eva. Per loro quello è un viaggio ribelle e scanzonato, come ai vecchi tempi quando dormivano sotto lo scintillio notturno delle costellazioni. Ma per Judith quel viaggio assume immediatamente una dimensione diversa. Sconvolgente. Bastano pochi chilometri per capire che nel diario di Arne c'è qualcosa di strano: le indicazioni sono sbagliate, nulla di quello che lui descrive corrisponde a ciò che lei vede. È tutto inventato o copiato da internet. Judith non riesce ad accettare che l'uomo che le è stato accanto non era quello che credeva. Eppure deve imparare a leggere dietro quelle parole per capire cosa nascondesse Arne. E deve imparare a leggere anche dietro le parole delle sue amiche. Judith non si può più fidare di niente e di nessuno. A guidarla adesso c'è solo una stella, solo una costellazione, quella del suo cuore. Solo così potrà finalmente imparare a credere in sé stessa.

Categoria: Narrativa

Editore: Garzanti

Collana: Narratori Moderni

Anno: 2012

ISBN: 9788811684053

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Caroline, avvocato, dà l’impressione di essere a suo agio in ogni situazione. Forte, decisa, caustica, la sua eloquente intelligenza vi farà riflettere.

Eva è la Supermamma, che voleva fare il dottore in un ospedale nel centro di Parigi e adesso si divide tra le faccende di casa e gli innumerevoli impegni dei figli, sforzandosi in tutti i modi di assecondare anche i capricci di un marito un pó egoista.

Kiki, bella e ambiziosa, non è ancora riuscita ad  emergere come creativa, ma è una ragazza ottimista e positiva e per il momento ha scelto di accontentarsi dei pochi spiccioli che le passa Thalberg, pur di fregiarsi del nome del grande studio di design.
Estelle è la grande dame, quella raffinata e modaiola; Judith invece la conosciamo mentre, pallida e magrissima, soffre per la malattia e poi piange la  morte del marito, Arne.
Cinque protagoniste, dunque, costellano il romanzo di Monika Peetz e cercano di arrivare al nostro cuore. Il mio lo hanno raggiunto, perchè sono riuscite a incuriosirmi, a farmi sorridere e persino arrabbiare. 

L’autrice si è proposta un compito ambizioso: gestire cinque personaggi vuol dire creare un complesso intreccio di storie e di caratteri difficile da controllare, soprattutto se l’opera è un romanzo d’esordio. La Peetz, peró, è una sceneggiatrice di film, e sfrutta sapientemente l’esperienza che le deriva dalla professione per dare forma a una trama che non fa mai acqua.
Quando Judith trova il diario di Arne nell’armadio, decide di percorrere il pellegrinaggio che il marito non è riuscito a portare a compimento a causa della malattia, seguendo pedissequamente i suoi appunti e vivendo le sue stesse emozioni.  Le amiche del martedì, sia pur non esaltate dall’idea di uno stremante Cammino di Santiago, si offrono di accompagnarla.
Assistere ai preparativi e seguire le donne nel loro percorso di disagi e fatica si rivela divertente, e anche le descrizioni dei luoghi sono precise ed emozionanti. Una pecca, invece, è rappresentata dai dialoghi, che spesso appaiono forzati o banali. La narrazione comunque scorre rapida, piacevole e leggera, con varie sorprese nelle ultime pagine. Peccato per il buonismo strisciante… 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Monika

Peetz

Libri dallo stesso autore

Intervista a Peetz Monika


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

IL SILENZIO IMPERFETTO

Penna Aldo

Un nuovo Barnum. Una nuova visita guidata alle cose del mondo, e agli uomini che lo rendono abitabile, o semplicemente più riconoscibile. Baricco insegue il mondo, e induce i suoi lettori a partecipare la curiosità con cui va a stanare notizie, episodi, insistenze, personaggi, dibattiti, immagini. Stanando dice e dicendo mostra, con una varietà di accenti e di esposizione che, per citare una sua antica generosa ossessione, fa pensare al circo, al Barnum delle meraviglie. Ecco dunque un nuovo Barnum che si aggiunge ai due pubblicati negli anni novanta. Qui facciamo i conti con la riforma dello spettacolo, con la scuola come videogame, con la priorità delle storie, con il cantiere della Morgan Library di Renzo Piano, con la Cinquecento Miglia di Indianapolis, con le immagini di Vivian Maier, con le provocazioni di Houellebecq e l'eredità di Gabriel García Márquez. Una grande occasione per farsi sedurre, sorprendere, interrogare.

Il nuovo Barnum

Baricco Alessandro

Desirée si reca regolarmente alla tomba del marito, che ha avuto il cattivo gusto di morire troppo giovane. Bibliotecaria e cittadina, vive in un appartamento tutto bianco, con mobili di design, pieno di libri. Al cimitero incontra spesso un tipo che si prende cura della tomba accanto, realizzata con cattivo gusto, piena di angeli e decorazioni in marmo e circondata da una vegetazione strabordante. Il tipo si chiama Benny, il quale, dopo la morte della madre, vive solo nella fattoria di famiglia con ventiquattro mucche da latte e cerca di cavarsela come può, aiutato dal buonsenso paesano e da una gran dose di autoironia. Ogni volta che la incontra, è esasperato dalla vicina di cimitero, con quel berretto di feltro in testa e il piccolo taccuino di poesie sempre dietro. Un giorno però, un sorriso appare contemporaneamente sulle loro labbra, lasciandoli piuttosto turbati. È solo l’inizio di una passione bizzarra e sfrenata… Con romanticismo e humour, questo romanzo d’amore affronta una questione molto seria: cosa succede quando due culture completamente diverse si incontrano?

IL TIZIO DELLA TOMBA ACCANTO

Mazetti Katarina

Menina, centenaria, unica erede dei potenti Carvalhais Medeiros, spadroneggia sulla famiglia e su tutta la città. Chiusa nella sua villa sontuosa, teme il sesso, la luce, i colori. Vive di minacce e rancore, della sua fredda intelligenza. Solo una giovane nipote, Marina, non si lascia intimidire. Con João, ha esplorato tutti gli angoli della città, i quartieri più poveri, le vie delle prostitute. Il suo amore per lui è nato a diciott'anni, sulla sabbia fine delle dune di Jaçaña. E adesso che João è in prigione, per aver scritto sui muri che la libertà è un passero blu,Marina non vede l'ora che venga il sabato, per andarlo a trovare con una scatola di biscotti fatti in casa.

LA LIBERTA’ E’ UN PASSERO BLU

Studart Heloneida