Giallo - thriller - noir

La relazione

Camilleri Andrea

Descrizione: Mauro Assante è, prima di ogni altra cosa, un uomo serio: ha sempre lavorato con scrupolo estremo, guadagnandosi incarichi di crescente responsabilità nell'istituzione in cui presta servizio, l'authority preposta al controllo della trasparenza delle banche italiane. Si è sposato tardi, con la sola donna che sia riuscita ad aprire una breccia nel suo temperamento ombroso, e ha un figlio piccolo, che trascorre i mesi estivi con la madre, in montagna. Questa estate Mauro si trattiene in città perché gli è stato affidato il compito di stilare una relazione particolarmente delicata su di un istituto bancario che con ogni probabilità verrà commissariato in seguito alla sua ispezione. Ma proprio durante queste solitarie giornate di lavoro, nella sua prevedibile esistenza iniziano ad aprirsi minuscole crepe. Dimentica aperta la porta di casa, riceve una telefonata beffarda, si convince di essere seguito da un uomo in motorino. Soprattutto, riceve la visita di una meravigliosa ragazza che evidentemente ha sbagliato indirizzo. Strano, ci dev'essere stato un errore. Ma dalla vita di Mauro Assante gli errori erano sempre stati banditi; così come sarebbe bandito il batticuore che invece lui prova quando, poche sere dopo, rincontra per caso quella stessa ragazza bionda... L'estate avanza, le temperature aumentano, la stesura della relazione si fa più complessa e con essa l'ansia di consegnare tutto senza sbavature, senza condizionamenti.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Mondadori

Collana: Scrittori italiani e stranieri

Anno: 2015

ISBN: 9788804649540

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Ne “La relazione” ritroviamo la seconda anima di Andrea Camilleri: quella che imbastisce vicende estranee al cosmo del commissario Montalbano.

In questa seconda veste, lo scrittore siciliano ambienta a Roma una vicenda costruita sulla tensione psicologica e sullo sfondo degli intrallazzi economico-politici del Belpaese.
Mauro è un solerte funzionario che, nella tanto innominata quanto riconoscibile sede dell’Autorità che vigila sulle banche (“il suo ufficio di via Nazionale”), è stato incaricato di redigere la relazione ispettiva su un’azienda di credito in odore di scandali e bancarotta.
Durante l’assenza della moglie Mutti e del figlioletto, l’ispettore incappa in una serie di equivoci e fatti strani che, in escalation, hanno sempre più il sembiante di azioni volte a inibire la stesura del report che evidentemente nuoce a personaggi influenti.
“Spediscono a mia moglie un’enciclopedia per ragazzi che lei non ha ordinato… Mi mandano a casa persone sconosciute… cercano di fotografarmi al ristorante… Poi c’è un tale con un motorino che usa una carta d’identità falsa e che si spaccia per mio segretario…”
Per fortuna, tra gli equivoci costruiti ad arte dai misteriosi burattinai, Mauro s’imbatte nella bella Carla, che gli regala una seconda giovinezza, di fronte alla quale l’incorruttibile ispettore non esita a tradire la moglie (“La moglie in vacanza. I desideri del settimo anno…”). Sino a un finale perversamente tragico. 

L’atmosfera del libro mi ha ricordato ilIl sospetto (Suspicion) di Alfred Hitchcock, film tratto dal romanzo “Before the fact” di Anthony Berkeley.
Sebbene l’esito della vicenda si intraveda ampiamente sin dalle prime pagine, il romanzo si legge d’un fiato e riconferma Camilleri come sapiente intrattenitore che riproduce nelle sue opere gli scenari di un’italianità che ci rende tristemente famosi nel mondo. 

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Andrea

Camilleri

Libri dallo stesso autore

Intervista a Camilleri Andrea

Quando, puntando il telescopio contro il cielo, Galileo Galilei edificava le basi della teoria destinata a rivoluzionare il modo di concepire l’universo, l’astronomo sapeva che, per affermare la sua dignità di uomo di scienza, avrebbe dovuto fronteggiare i pregiudizi di una vetusta tradizione e i minacciosi strali della Chiesa, ancora convinta di poter dominare la sete di sapere con le torture e i roghi accesi dalla Santa Inquisizione. Gli strali della Curia romana, insieme allo zelo oscurantista dei gesuiti, rivivono nel grande romanzo di Jacob Popper: ricostruzione quanto mai avvincente e accurata degli uomini che, nel clima arroventato del Diciassettesimo secolo, opposero la loro stessa vita alla feroce politica dei tribunali della fede, acerrimi nemici di ogni cambiamento. In un affresco costruito con rara sapienza, tra le pagine di “Ereticus” sfilano, insieme a Galileo Galilei, Marina, la concubina dell’astronomo, Simon Marius, l’alchimista e fra’ Paolo Sarpi, il monaco scettico. Mentre le figure di Filippo Salviati, scienziato progressista, e Giovan Francesco Sagredo, nobile veneziano di idee illuminate, danno un corpo e un’anima alle voci contenute nel “Dialogo su i massimi sistemi”, il libro di Galileo messo all’indice nel 1633, la furia del papato irrompe sulla nuova scienza. E se gli irrequieti studenti di Padova sono pronti persino a sguainare la spada per difendere la concezione copernicana della Terra, Galileo resta solo con la sua ultima profezia, alla ricerca di una verità nemica di ogni dogma, eternamente straniera ad ogni scuola di pensiero e a qualunque confessione religiosa.

Ereticus

Popper Jacob

L’eco del silenzio

Andrea Sangalli

La guerra è finita da due anni e Charlie St Clair non ha ancora notizie della cugina Rose, dispersa in Francia. Stanca di quell'incertezza e dell'atteggiamento rassegnato della famiglia, per cui l'intraprendenza di Rose è sempre stata motivo d'imbarazzo, Charlie scappa di casa per andare a cercarla. Con sé ha un unico indizio: l'indirizzo di una donna di Londra. Tuttavia Eve Gardiner si rifiuta di collaborare. Sta per mettere alla porta quella ragazzina insolente, quando Charlie fa il nome di René, l'uomo per cui lavorava Rose. Allora Eve ci ripensa. Perché, cercando Rose, potrebbe finalmente trovare la vendetta che aspetta da trent'anni... Nel 1915, Eve Gardiner arriva a Lille con un documento falso e con l'entusiasmo dei suoi diciassette anni. Con quel faccino innocente, è la spia perfetta. Infatti viene subito assunta in un bistrot e gli ufficiali tedeschi che lo frequentano non si fanno remore a discutere i loro piani davanti a lei. L'unico che sembra accorgersi della sua presenza è il proprietario, René Bordelon, un collaborazionista scaltro e spregevole, che inizia a corteggiarla. Eve ancora non lo sa, ma René segnerà il suo trionfo e la sua rovina... Charlie ed Eve sono molto diverse, eppure condividono la stessa determinazione, lo stesso coraggio nel combattere per quello in cui credono. Facendo affidamento l'una sull'altra, intraprenderanno un cammino costellato di tradimenti e di segreti e, insieme, riusciranno finalmente a ritrovare la verità e, con essa, la pace.

Fiori dalla cenere

Quinn Kate

Elegie di Patti Smith