Recensioni

La sposa nel lago

Cocco & Magella

Descrizione: Alle prime luci dell'alba di una gelida giornata d'inverno, nella suggestiva cornice dell'abbazia cistercense di Piona, sul ramo orientale del lago di Como, un monaco di nome Bassano rinviene il cadavere di una giovane donna avvolto in un lenzuolo bianco. Si tratta di Ginevra Bassi, una studentessa di diciannove anni. La ragazza è stata uccisa in circostanze misteriose, e il corpo presenta numerose ferite inflitte post-mortem. Le prime indagini, che vedono contrapposte le procure di due province, mettono in luce la doppia personalità della ragazza, le sue ambigue relazioni e il complicato rapporto che la legava a un uomo di vent'anni più anziano, il milanese Sergio Tagliaferri, pilota di linea per una nota compagnia di voli low cost. Chi ha ucciso Ginevra? Per quale motivo? Chi ha gettato il suo corpo nelle fredde acque del lago? Qualche settimana più tardi, a Como, nell'area industriale abbandonata dell'ex Ticosa, all'interno del tunnel che conduce alla frazione di Santa Marta, viene ritrovato il corpo senza vita di un anziano clochard. "Il Professore" è stato ucciso - apparentemente senza movente - nell'ambiente che gravita intorno al mondo dei senzatetto della fabbrica dismessa. I due efferati delitti segnano l'inizio di una nuova indagine del commissario Stefania Valenti che, insieme ai fidi Piras e Lucchesi e al commissario capo Giulio Allevi, dovrà far luce su un'intricata vicenda di passioni ed eredità contese, promesse tradite e miserie umane, in cui la soluzione del caso, come il diavolo, si annida nei dettagli...

Categoria: Recensioni

Editore: Marsilio

Collana: Farfalle

Anno: 2019

ISBN: 9788829701810

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Cocco & Magella, coppia inossidabile del giallo italiano, tornano nelle librerie con una nuova fatica letteraria dal titolo La sposa nel lago. Un noir ben congegnato, che tiene il lettore incollato alla pagina fino alla soluzione finale, inaspettata. Protagonista dell’investigazione è, ancora una volta, il commissario Stefania Valenti, che è “una giovane donna separata e con una figlia adolescente, più testarda e determinata di tanti suoi colleghi maschi.

Due sono i casi di cui si deve occupare: uno vede il ritrovamento di un anziano clochard all’interno di una fabbrica abbandonata. Lui era molto conosciuto a Como, chiamato con il soprannome “Il Professore” per il rispetto e la delicatezza dei modi con i quali si rivolgeva al prossimo. E’ forse stato vittima dei litigi scoppiati tra consimili o c’è dell’altro?

Il secondo caso è alquanto ricco di un fascino che inquieta, ed è il ritrovamento di un “corpo senza vita della donna era lì, immobile e bellissimo, avvolto in un lenzuolo bianco, cullato dal movimento leggero delle onde.”

Si scopre presto che il cadavere è quello di una giovane studentessa di diciannove anni, che si chiama Ginevra Bassi, morta in circostanze misteriose. Chi ha voluto porre fine a una così giovane vita? Cosa lega le due morti? Quali fili invisibili terribili e inquietanti collegano i due fatti?

Un giallo dall’ambientazione ricca di un incanto particolare come può essere quello del lago d’inverno, avvolto in quelle brume che tutto nascondono e celano, anche i peccati più gravi e innominabili. Un testo che segue con minuzia le caratteristiche del genere al quale appartiene, con profondità e sapienza narrativa. Una storia che scava nel torbido e nell’indicibile, ma che trascina il lettore in un vortice emozionale di grande spessore. Un libro che è “una conveniente e attualissima versione del romanzo poliziesco deduttivo classico reso celebre da Agatha Christie e Sir Arthur Conan Doyle.”

Vivamente consigliato agli amanti del giallo classico, scritto con grande charme ed eleganza.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Magella

&

Cocco

Libri dallo stesso autore

Intervista a Cocco & Magella


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Che sconquasso di passioni, commissario, quante falene intorno alla fiamma. Quando in una serie romanzesca come quella di Ricciardi irrompe un personaggio come l’aristocratica, misteriosa e bellissima Bianca, che si rivolge a lui perché non crede che il marito sia un omicida, è chiaro che il ciclone farà danni in quantità. Con Anime di vetro il già precario equilibrio sentimentale di Ricciardi è destinato a saltare, portandosi dietro un turbine di vicende. Con grande godimento dei lettori e delle lettrici.

Anime di vetro

De Giovanni Maurizio

La congiura di Catilina

Sallustio

Per fare bene il mestiere di malato bisogna essere sani! È questa la paradossale conclusione a cui giunge la narratrice di questa complessa storia di malattia. Il mestiere di malato richiede infatti "mente lucida, nervi saldi, grande pazienza". Quel "mondo dei sani", che è stato il suo fino a poco tempo prima, diventa ora un territorio nuovo, estraneo, da scoprire, da esplorare. Nulla è più indicativo di questo sconvolgimento relazionale del rapporto con le badanti, e a ragione la narratrice dedica ad esso molte pagine. "Badante" non è una professione né un mestiere; non è in genere neanche una scelta, un progetto di vita. Si tratta di donne costrette ad abbandonare casa e affetti per necessità economica; donne per le quali l'assistito rappresenta più che una persona un'opportunità economica. Denuncia con intenzionale consapevolezza le difficoltà in cui incorre quotidianamente l'ammalato cronico: nella relazione con il sistema sanitario e l'apparato medico, con l'assistenza privata, con il mondo esterno e nella gestione delle vita quotidiana. La malattia diventa veicolo di indagine e di crescita interiore.

YURI E IL MISTERO DELLE SCARPE BLU

Magro Elvira

Nell'incanto sospeso sulle rive del Grande Fiume, un uomo, finalmente in pace con se stesso, rievoca dall'oblio in cui era caduta una storia di seducente passione, dove musicisti e amanti, spie e combattenti, seguendo le note dei tre concerti per pianoforte di Ciajkovskij, percorrono una strada di amore e morte.

TRE CONCERTI

Bocchi Vittorio