Letteratura femminile

LA SPOSA NUDA

Gemmell Nikki

Descrizione: Trentacinquenne londinese, la protagonista di questo romanzo è considerata una brava moglie. Devota e innamorata, vive in modo consapevole la nuova vita coniugale con i suoi alti e bassi, mai però dimentica del passato da single. Ma un giorno la brava moglie incappa in un sospetto. Un sospetto indicibile, che fa crollare in un soffio le certezze conquistate a fatica e il legame ventennale con la migliore amica. Il momento di crisi le dischiude però una possibilità, le apre una strada che lei percorre con coraggio e che la porta a scendere nel profondo di se stessa, a tu per tu con i desideri inconfessabili, con la più sincera scoperta del sesso. Passo dopo passo, sino a quel fondo che molte donne riescono solo a intravedere, seguiamo la protagonista nelle sue tappe più scabrose. Dopo aver ammesso di non essere mai riuscita a raggiungere l'orgasmo con il marito, di essere stata pavida nella scelta professionale, di riconoscere nel proprio compagno un uomo ordinario e un po' noioso, rivela di sognare un amante che la leghi al letto e donne che la tocchino. Risponde "voglio fare sesso" a un taxista che le domanda la destinazione, si tuffa in una relazione clandestina con un ragazzo più giovane... Esplorando l'universo femminile nelle sue pieghe più segrete, dando voce a quello che molte donne non riescono a dire, nemmeno a se stesse, questo romanzo raggiunge esiti di particolare, persuasiva verità.

Categoria: Letteratura femminile

Editore: Guanda

Collana: Narratori della Fenice

Anno: 2013

ISBN: 9788823503816

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Pubblicato in forma anonima in Inghilterra nel 2003 e ripubblicato lo scorso anno con la firma di Nikki Gemmell, nota autrice australiana, “La sposa nuda” é diventato subito un bestseller. In Italia ce lo fa scoprire Guanda, con una bella traduzione a cura di Eva Kampmann.

Il tema, riassumibile nel classico “matrimonio = tomba del sesso e della passione”, é quasi un cliché, e anche la trama non può certo dirsi innovativa: la brava moglie, delusa nelle sue certezze più profonde, finalmente si ribella e decide per la prima volta di dare spazio e libero sfogo ai propri desideri nascosti. Eppure “La sposa nuda” é un libro eccitante e soprattutto seducente, che in più passaggi saprà travolgere i vostri sensi.
Si compone di 138 lezioni, che però non hanno la pretesa di istruire nessuno: la trentacinquenne protagonista del romanzo semplicemente si confessa per curare le proprie ferite, denudando (appunto) un’anima che non vanta purezza e innocenza ma mira a conoscersi e accettarsi.
Tuo marito non sa che stai scrivendo queste cose. É abbastanza facile scrivere sotto il suo naso. Probabilmente facile come andare a letto con altri uomini. Ma nessuno saprà mai chi sei, né quello che hai fatto, perché sei sempre stata considerata la brava moglie“.Placida e arrendevole, “attenta a non ferire” anche quando viene ferita, si crede appagata e ama Cole “di un amore tranquillo, che arde come la fiamma di una candela anziché luccicare” e ha una migliore amica, Theo, dalla cui sfrontatezza è attratta e imbarazzata al tempo stesso.

Quando il classico scossone sconvolge il suo piccolo, perfetto universo, riesce finalmente ad aprire gli occhi e reagire alla propria insoddisfazione: “Per la prima volta dopo anni ti sei smaltata le unghie: te ne dimentichi sempre e con la coda dell’occhio cogli quei tentacoli ricurvi che sembrano dotati di vita propria. Ti fanno scrivere con una calligrafia più nitida e mangiare di meno e con più eleganza. Stai dimagrendo, adesso hai un buon motivo per farlo, e ti sei tagliata i capelli corti perché vuoi che la gente veda la nuova luminosità del tuo viso. T procuri lenti a contatto. Senza occhiali ti senti più alta, più audace. Per molti versi sei diventata pigra, hai smesso di affannarti. Ti senti in forma smagliante, da capo a piedi, quando cammini un tenue splendore ti avvolge“.

Dall’avventura con un uomo più giovane e inesperto arriverà alle pericolose orge anonime, e la narrazione qui sfiora l’inverosimile… Ma non è criticabile per questo, anzi: la fantasia, si sa, per essere eccitante deve conservare aspetti surreali. Vivere appieno la sessualità non significa necessariamente mettere in pratica ogni perversione, bensì lasciar fluire liberamente l’energia che essa genera accantonando vergogna e pudore. Sognare di essere picchiate o legate, ad esempio, non equivale a desiderare davvero un rapporto violento: la Gemmell si fa interprete delle fantasie femminili e libera le proprie; la sua non è una storia vera, non vuole essere credibile, ma solleticare sensazioni calde nelle sue lettrici.

“La sposa nuda” invita a conoscersi, a parlare col partner in maniera schietta e sincera, a condividere con lui anche pensieri “sconci”, senza temere di turbare l’idea che si è costruito di noi o, peggio, quella che noi abbiamo di noi stesse. La Gemmell descrive finemente la trasgressione erotica come forma di espressione, di comunicazione, di libertà.

Consigliato a chi non ha pregiudizi, ama il sesso e sa lasciarsi andare.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Nikki

Gemmell

Libri dallo stesso autore

Intervista a Gemmell Nikki


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Johnny, la Resistenza e le Langhe sono i tre protagonisti a pari titolo di questo romanzo, trovato tra le carte di Fenoglio dopo la morte. Cronaca della guerra partigiana, epopea antieroica in cui l'autore proietta la propria esperienza in una visione drammatica, Il partigiano Johnny rivela un significato umano che va ben aldilà di quello storico-politico. Dalla formazione delle prime bande fino all'estate del '44 e alla presa di Alba seguiamo l'odissea di Johnny e dei suoi compagni fra gli ozi forzati nei casali, le imboscate contro gli automezzi fascisti, le puntate per giustiziare una spia in pianura, le battaglie campali, i rapporti tra le varie formazioni ribelli. Con un saggio di Dante Isella.

Il partigiano Johnny

Fenoglio Beppe

Spagna, località di Las Marinas. La luce si è ritirata verso qualche luogo nel cielo. Il buio della notte avvolge le viuzze del paese e il mare è nero come la pece. Julia ha perso la strada di casa: è circondata dal silenzio e sente solo la voce del vento che soffia dal mare, e profuma di sale e di fiori. Non ricorda cosa sia successo: era uscita a prendere il latte per suo figlio, ma sulla strada del ritorno all'improvviso si è ritrovata in macchina senza soldi, documenti e cellulare. In pochi minuti quella che doveva essere una vacanza da sogno si è trasformata in un incubo. Per le strade non c'è nessuno, le case sulla spiaggia sembrano tutte uguali e Julia non riesce a ritrovare l'appartamento nel quale l'attendono il marito Felix e il figlio di pochi mesi. Prova a contattarli da un telefono pubblico, ma la linea è sempre occupata. Tutto, intorno a lei, è così familiare eppure così stranamente irreale. Tra le vie oscure e labirintiche c'è solo una luce, quella di un locale notturno. A Julia non resta altra scelta che raggiungerlo, nella speranza di trovare qualcuno che l'aiuti. Qui, quasi ad aspettarla, c'è un uomo, un tipo affascinante, con la barba incolta e l'accento dell'Est Europa, che sembra sapere tante, troppe cose su di lei. Si chiama Marcus: Julia ha la sensazione di averlo già incontrato da qualche parte. Fidarsi di lui è facile. Eppure Marcus non è quello che sembra e nasconde qualcosa.

LA VOCE INVISIBILE DEL VENTO

Sanchez Clara

Il dottor Amin Jaafari, cittadino israeliano di origine araba, lavora come chirurgo in un ospedale di Tel Aviv. Il giorno in cui un kamikaze si fa esplodere in un ristorante nel centro della città, Amin soccorre freneticamente per lunghe ore i feriti che arrivano al pronto soccorso. Ma questa orribile giornata di morte e distruzione inaspettatamente prende per lui una piega molto personale quando scopre che la terrorista kamikaze è sua moglie Sihem. Sospeso tra disperazione e bisogno di capire, comincia una sua personale e dolorosa investigazione alla ricerca della verità e delle ragioni che possono aver spinto una donna affascinante, intelligente, moderna, a diventare un mostro. Dalla terrificante scena iniziale dell'attentato fino all'epilogo disperato e dolente, L'attentatrice è un libro implacabile, capace di dipingere con lucidità e commozione, senza chiavi di lettura ideologiche preconfezionate, l'universo più misterioso e agghiacciante: l'orrore quotidiano del mondo di oggi.

L’ATTENTATRICE

Khadra Yasmina

2010, Baia di Hudson. Allyson Gordon è una giovane ragazza di diciannove anni che vive a Churchill, un freddo e misterioso paesino di appena tremila abitanti nel Nord del Canada.Quando, in circostanze del tutto misteriose, conoscerà un giovane ragazzo indiano di nome Adahy e il suo amico Sewati, la sua vita cambierà inesorabilmente. Ben presto Allyson capirà il legame antico che unisce Adahy alla sua famiglia, scoprendo la verità sulle morti premature dei suoi antenati e di suo padre. Con l'aiuto dell'amico indiano Sewati dovrà cercare di salvare se stessa dalla medesima fine&Di origini abruzzesi, Lucilla Leone nasce a Roma nel 1975, dove risiede tuttora con il marito e i due figli. La passione per la scrittura la accompagna sin dai tempi delle Scuole Superiori.

Indio

Leone Lucilla