Narrativa

LA VEDOVA, IL SANTO E IL SEGRETO DEL PACCHERO ESTREMO

Cappelli Gaetano

Descrizione: Dario Villalta ha due grandi passioni nella vita: le vedove e i maestri del Rinascimento. Finito in una galleria d'arte milanese dov'è costretto a vendere opere contemporanee che disprezza incontrando inoltre grandi difficoltà nel reperire l'oggetto della sua stravagante passione amorosa, langue finché dal Sud arriva Vera Gallo, che è non solo una vedova devota, ma anche - parrebbe proprietaria di una inestimabile scultura di santo di Mantegna. Vera sembra dunque in grado di appagare al massimo grado entrambe le passioni del gallerista; ma non è tutto oro quel che luccica, e avremo modo di accertarcene nella girandola dì avvenimenti che si origina dalle ristrettezze in cui precipita la polputa vedova, ormai ridotta sul lastrico. Nel frattempo incontreremo una variopinta galleria di irresistibili personaggi, dal trance-psicanalista Aaron Kaminsky al padre di lui Shloime, mago e guaritore; dallo stravagante inventore Carmine Palomino alla languida pasticcerà Ritarosa Latella; dall'oligarca russo Viktor Aleksandrovic Dudorov all'esuberante Maria Sofia Madrasca, chef misconosciuta benché detentrice del segreto del pacchero estremo.

Categoria: Narrativa

Editore: Marsilio

Collana:

Anno: 2008

ISBN: 9788831712460

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

Vera Gallo è la vedova del titolo: originaria di Busto Arsizio, “la Manchester italiana”, dopo un matrimonio a Irsina, paese lucano che domina la valle del Bradano al confine tra le province di Potenza e Matera, seppellisce il marito e, prima, l’odiata suocera e ritorna – ereditiera e possidente – a Milano. Nella solita Milano con “amici … più che simpatici: tutti in partenza o di ritorno da qualche viaggio, tutti più o meno abbronzati, ridanciani coi loro sorrisi a pianoforte, brillanti per i loro gioielli le donne, per le loro cravatte dalle sete preziose gli uomini”.

In breve tempo la vedova allegra dilapida il suo patrimonio.

La ritroviamo in analisi dallo psicoterapeuta Aaron Kaminsky, inventore della psicanalisi trascendentale, conscio che per avere successo “Tocca Bisogna E’ Necessario: spararla grossa!” E lui la spara grossa con la … metempsicosi. Considerati anche i “tempi di grande narcisismo, d’infinita smisurata egolatria, dove ognuno si sente talmente importante e unico … da non accontentarsi di una sola, irripetibile e, d’altro canto, spesso meschina vita.”

Dario Villalta è un “art dealer”, che lavora in una Galleria di Milano. Ed è “l’uomo che amava le vedove”, forse grazie a una precoce esperienza adolescenziale con una di loro. Oltre che per una lucida constatazione, che gli suggerisce di inserirsi, avvantaggiandosene, nella legge economica della domanda e dell’offerta: “.. nel nostro paese ben 185.000 vedove nuove di zecca si immettono ogni anno sul mercato contro gli appena 60.000 equivalenti sparuti maschi …”

Esilaranti le pagine nelle quali l’autore fa risalire al peccato originale il potere eccitante della lingerie in pizzo o descrive il sito hot “Inserzioni molto ma molto particolari”; e quelle nelle quali la scure della narrativa satirica si abbatte sul “commercio delle reliquie religiose” prima e sui palestrati poi.

Nella storia i personaggi si susseguono al ritmo pirotecnico dei fuochi d’artificio: il gallerista Carmine Palomino, i membri di una compagnia di scambisti/orgiasti, il misterioso magnate russo Mr. Dudorf “re di nichel, re di tungsteno e … di acciaio”, la chef Mariasofia Madrasca depositaria del segreto culinario del “pacchero estremo” … Tutti convergono, insieme a Dario Villalta e a Vera Gallo nella splendida Capri, per partecipare all’asta clandestina nella quale dovrà essere aggiudicato per la modica cifra di sessanta milioni di euro … il Santo del titolo: una scultura di Andrea Mantegna!, recuperata in modo rocambolesco nella villa lucana di campagna ereditata da Vera e sequestrata dalle banche creditrici.

La prosa di Gaetano Cappelli è scoppiettante e doviziosa, il suo stile sardonico e coinvolgente. Gli espedienti narrativi sono intriganti e spesso scaltri: i paragrafi rigorosamente vietati ai minori sono contrassegnati da asterischi, per avvertire il lettore che la storia si fa “very hot” … Spesso l’autore abbandona le vesti del narratore, ridicolizza il suo ruolo di tenutario della storia e si appaia al lettore … quindi anche a …

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Gaetano

Cappelli

Libri dallo stesso autore

Intervista a Cappelli Gaetano

Tutti sanno come Kal-El - Superman - venne mandato sulla Terra appena prima che il suo pianeta esplodesse. Ma cosa causò un disastro di quella portata? Ora, ne "Gli ultimi giorni di Krypton", Kevin J. Anderson presenta un ampio racconto del fasto e della grandezza di un mondo condannato ricco di impavidi eroi e crudeli traditori. Sullo sfondo spettacolare degli ultimi giorni felici di Krypton avviene il corteggiamento e il matrimonio dei genitori di Kal-El, il brillante scienziato Jor-El e sua moglie, una storica, Lara. Insieme combattono per convincere una società stagnante e incredula che il loro mondo sta per scomparire. Il fratello di Jor-El, Zor-El, capo della leggendaria città di Argo, si unisce alla lotta, non solo per salvare il pianeta, ma anche per combattere contro la minaccia dello spietato e astuto Generale Zod. Il diabolico Zod si avvale di un'opportunità d'oro per impossessarsi del potere quando l'androide Brainiac cattura la capitale Kandor. Nel momento stesso in cui l'influenza di Zod sulla popolazione si rafforza e il suo potere cresce, anche lui diventa cieco a tutti i segnali che indicano la morte di quella stessa civiltà che sta cercando di governare. Attraverso tutto questo, l'amore reciproco di Jor-El e Lara, la loro storia e il loro figlio permettono a Krypton di continuare a vivere anche se il pianeta si sta consumando intorno a loro. Per questo, nella fuga del loro bambino giace il più grande dono di Kripton e il più grande eroe della Terra.

GLI ULTIMI GIORNI DI KRYPTON

Anderson Kevin J.

Dopo "Vaticano Spa", "Sua santità", "Via crucis", tre inchieste che ci hanno introdotto nelle stanze e nei segreti più profondi del Vaticano, in questo nuovo libro Gianluigi Nuzzi ricompone, attraverso documenti inediti, carte riservate dell'archivio Ior e testimonianze sorprendenti, i tre fili rossi - quello del sangue, dei soldi e del sesso - che collegano e spiegano la fitta trama di scandali, dal pontificato di Paolo VI fino a oggi. Una ragnatela di storie dagli effetti devastanti, che hanno suscitato nel tempo interrogativi sempre rimasti senza risposta e che paralizzano ogni riforma di papa Francesco. L'autore ricostruisce molte verità che mancavano, a cominciare dal mistero della morte di papa Luciani...; la trattativa riservata tra Vaticano e procura di Roma per chiudere il caso Emanuela Orlandi; i conti di cardinali, attori, politici presso lo lor, tra operazioni milionarie, lingotti d'oro, fiumi di dollari e trame che portano al traffico internazionale di droga; l'evidenza di una lobby gay che condiziona pesantemente le scelte del Vaticano, tra violenze e pressioni perpetrate nei sacri palazzi e qui per la prima volta documentate. Ecco il "fuori scena" di un blocco di potere per certi aspetti criminale, ramificato, che continua ad agire impunito, più forte di qualsiasi papa (Ratzinger è stato costretto alle dimissioni aprendo però la strada a Bergoglio), sempre capace di rigenerarsi, che ostacola con la forza del ricatto e dei privilegi ogni tentativo di riforma.

Peccato originale

Nuzzi Gianluigi

Immersa nel caldo torrido di luglio, la città si appresta a festeggiare una delle sue ricorrenze più popolari, quella della Madonna del Carmine, quando viene sconvolta da una terribile notizia: la tragica fine di un medico, professore universitario di ostetricia e ginecologia, stimato come professionista e molto amato per l'attività gratuita che svolge a favore delle famiglie più povere. Il dottore, caduto da un'impalcatura in circostanze poco chiare, era sposato e aveva un figlio piccolo. Ricciardi è incaricato di indagare sul caso: deve scoprire se qualcuno ha spinto l'uomo nel vuoto, e come al solito "il fatto", l'immagine dell'ultimo istante di dolore del morto, lo perseguita. Ma questa volta il commissario è distratto da uno dei momenti più difficili della propria esistenza; su di lui incombono l'abbandono e il lutto.

In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi

De Giovanni Maurizio

Nora se ne è andata da quindici anni e Matteo, ogni giorno da allora, chiede a se stesso quale sia la strada da percorrere. Un viaggio intriso di amore e dolore, di ricordi che riaffiorano dal passato, di luoghi in cui la natura amplifica con la sua bellezza e la sua forza i pensieri e le domande del protagonista. Vivendo ormai da anni immerso nella natura che circonda la sua casa in mezzo ai boschi, Matteo si confronta con la propria coscienza sul filo dei ricordi di un passato che riaffiora e si alterna al presente delineando i protagonisti, passati e presenti, della sua vita. "Perché, quando succede qualcosa di irreparabile, non si fa che pensare a quello che si poteva evitare?" Cercando la risposta a infinite domande, Matteo racconta la sua storia forte e dolorosa, poetica e profonda: una storia d'amore così intensa da obbligare il lettore a confrontarsi con il racconto di una vita che, alla fine, non riguarderà più soltanto il protagonista ma tutti coloro che la leggeranno. "Per sempre" è la storia di un amore. Che permane e resiste e che è, soprattutto, un amore impossibile. Con una scrittura nitida ed evocativa, a 17 anni di distanza dalla pubblicazione di "Va' dove ti porta il cuore", Susanna Tamaro torna con uno straordinario romanzo sulla profondità dell'animo umano, sulla fatica di crescere, sul coraggio e sull'amore come fondamento di ogni rapporto.

Per sempre

Tamaro Susanna