Giallo - thriller - noir

La versione di Fenoglio

Carofiglio Gianrico

Descrizione: Pietro Fenoglio, un vecchio carabiniere che ha visto di tutto, e Giulio, un ventenne intelligentissimo, sensibile, disorientato, diventano amici nella più inattesa delle situazioni. I loro incontri si dipanano fra confidenze personali e il racconto di una formidabile esperienza investigativa, che a poco a poco si trasforma in riflessione sul metodo della conoscenza, sui concetti sfuggenti di verità e menzogna, sull'idea stessa del potere. "La versione di Fenoglio" è un manuale sull'arte dell'indagine nascosto in un romanzo avvincente, popolato da personaggi di straordinaria autenticità: voci da una penombra in cui si mescolano buoni e cattivi, miserabili e giusti. Il mondo reale ha poco a che fare con le trame dei romanzi polizieschi o delle serie tv. Esiste davvero, ed è un posto pericoloso.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Einaudi

Collana: Stile libero big

Anno: 2019

ISBN: 9788806240981

Recensito da Elpis Bruno

Le Vostre recensioni

La versione di Fenoglio di Gianrico Carofiglio, romanzo finalista al Premio Dessì 2019 – Pietro Fenoglio e il giovane Giulio (“Crollalanza è la traduzione di Shakespeare”) si incontrano in occasione della terapia che ciascuno dei due deve affrontare per cause differenti: “Severa artrosi dell’anca, con decorso quasi fulmineo” il primo; “un brutto incidente con la macchina” il secondo.

La fisioterapista Bruna concede loro gli spazi per coltivare un’amicizia che sgorga da una simpatia immediata (“Dumas diceva: preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perché a volte si concedono una pausa”) e prosegue in discussioni nelle quali Fenoglio illustra le sue teorie (“Gli elementi divergenti erano una delle ossessioni di Fenoglio… assegnare delle etichette e attenersi rigorosamente a esse… Da quando Fenoglio si era reso conto del meccanismo, aveva cercato di contrastarlo andando a caccia delle divergenze”), i postulati (“Implicazione di gerarchia”), le indicazioni di metodo (“Certi errori… fanno passare il gusto della visione o della lettura. Hai mai sentito parlare della sospensione dell’incredulità?”), i principi (“Lasciare una via d’uscita è una regola fondamentale”) e le avvertenze (“La ridondanza dell’ego”).

Con atteggiamento disincantato (“Il mondo delle indagini e dei processi: tutti, in qualche modo, mentono”) e grazie all’esperienza accumulata (“Il criterio, lo schema, può generare una specie di cecità selettiva”), Fenoglio racconta al giovane amico alcuni casi: innanzitutto la prima indagine in occasione della morte di un medico, risolta grazie all’ultima prescrizione (l’Optalidon) rilasciata dal dottore al paziente.

Altri due casi (la confessione di un innocente per l’omicidio di una povera vecchia – Fenoglio dimostrerà che il reo confesso aveva un alibi di ferro! – e la confessione di una prostituta) consentono di riflettere su una circostanza: “Davvero succede che uno confessi una cosa che non ha fatto?

Bruno Elpis

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Gianrico

Carofiglio

Libri dallo stesso autore

Intervista a Carofiglio Gianrico


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Se mi tornassi questa sera accanto

Pellegrino Carmen

Venite con me. Catechismo per l’iniziazione cristiana dei fanciulli (8-10 anni)

Tutto lo sforzo che facciamo per dare ordine alla vita è un logorio costante, disperato, che usura i nervi, li sfianca, ma è necessario alla nostra sopravvivenza. "Le età della vita" è proprio questo, è il tentativo di dare ordine al caos, di riordinare i ricordi, le sensazioni, di prendere per le briglie una vita che è sempre sul limite di deragliare. Ambientato negli anni Ottanta a Roma, i fondali della narrazione sono il mercato ittico di via Ostiense, l'università La Sapienza e la metropoli romana. È in queste praterie urbane che il protagonista diventa funambolo della propria vita, mentre gli spazi vuoti vengono controbilanciati da svariate pressioni: il lavoro, l'università, una storia d'amore e l'intenso rapporto con Carmine, figura ai margini della società.Questo scenario acquisisce ulteriore forza grazie al doppio registro linguistico (romanesco e italiano) che ha la capacità di catapultare il lettore all'interno di ogni immagine descritta, dentro ogni inquadratura che viene proposta, nel cuore della narrazione. L'immersione è totale.

Le età della vita

Mantioni Paolo

Bergen, 1528. Ha fatto un lungo viaggio, ma alla fine è riuscito a trovare la sua vittima. Il monaco è pronto a vendicarsi... Trondheim, oggi. Gunn Brita Dahle viene trovata morta nella biblioteca dell'università, nel deposito in cui si conservano i volumi più preziosi. L'assassino l'ha scuoiata e le ha tagliato la testa. E ha rubato il Libro di Johannes, un antico trattato di anatomia risalente ai primi del Cinquecento. Un trattato che da secoli è considerato maledetto.

La biblioteca dell’anatomista

Brekke Jørgen