Saggi

La violenza domestica: da vittime a carnefici

Morano Elisa

Descrizione: La "Battered Woman Syndrome" (BWS) in italiano "Sindrome della donna maltrattata", è stata introdotta nel 1970 dalla studiosa e psicologa americana Lenore E. Walker per indicare una serie di sintomi comportamentali e di natura psicologica che derivano dall'esposizione prolungata a situazioni di violenza domestica.

Categoria: Saggi

Editore: DiamonD EditricE

Collana: I saggi

Anno: 2017

ISBN: 9788896650370

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

LA VIOLENZA DOMESTICA: Da vittime a carnefici. I casi delle battered women di Elisa Morano

La “Battered Woman Syndrome” (BWS) in italiano “Sindrome della donna maltrattata”, è stata introdotta nel 1970 dalla studiosa e psicologa americana Lenore E. Walker per indicare una serie di sintomi comportamentali e di natura psicologica che derivano dall’esposizione prolungata a situazioni di violenza domestica. Molte vittime di violenza domestica presentano sintomi paragonabili a quelli di persone che hanno subito altre esperienze di vita traumatiche; per questo l’American Psychiatric Association concettualizza la B.W.S. come lo sviluppo di una serie di sintomi, simili al Post Traumatic Stress Disorder (PTSD) conosciuto come Disturbo da Stress Post Traumatico (DPTS), causati da continui abusi e maltrattamenti che rendono la vittima più in grado di sopravvivere nel rapporto e meno in grado di sfuggirne. Sono due le teorie alla base della concettualizzazione della Sindrome della Donna Maltrattata, elaborate da Leonore E. Walker: sulla base del paradigma di Seligman, che attraverso i suoi studi sulla depressione cercò di spiegare alcune forme di paralisi psicologica quale risultato di un’incapacità di prevedere l’efficacia delle proprie azioni, la studiosa concettualizzò la teoria della “Learned Helplessness cercando di spiegare il senso di anestesia e paralisi sperimentato dalle donne vittime di violenza all’interno di una relazione intima (IPV), tale stato mentale le costringe all’interno di un ciclo della violenza senza fine, descritto in quello che la studiosa conierà come “Cycle of Abuse o “Cycle of violence”. La donna non essendo in grado d’interrompere la sua condizione di vittima e di uscire dalla spirale della violenza, da vittima può tramutarsi in carnefice del suo aguzzino provocandone l’uccisione. La Battered Woman Syndrome amplia il concetto di legittima difesa nei casi di donne maltrattate che hanno ucciso i loro partner violenti. Questa difesa sostiene che una donna maltrattata è praticamente ostaggio in una famiglia violenta, di un uomo che la isola e la terrorizza. Il suo utilizzo all’interno del sistema di giustizia penale è però, tutt’oggi discusso.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Elisa

Morano

Libri dallo stesso autore

Intervista a Morano Elisa


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Se l'amore coniugale è il sofferto resoconto di una fedeltà impossibile, "il disprezzo" muove invece da una condizione apparentemente positiva, da una fedeltà matrimoniale quale è prevista dalle moderne istituzione borghesi. Pubblicato per la prima volta nel 1945, questo romanzo costituisce una tappa fondamentale del viaggio di Moravia attraverso le istituzioni borghesi e il loro scacco. Protagonista è uno scrittore di sceneggiature i cui primi rapporti con la moglie si illuminano e si complicano a contatto con il mondo della produzione cinematografica, della carriera e del successo. A differenza de L'amore coniugale che racconta la storia di un tradimento, Il disprezzo muove da un lato positivo, un caso di fedeltà matrimoniale, per chiarirne tutta la natura di illusione, di reale sconfitta e di profonda, modernissima contraddizione.

Il disprezzo

Moravia Alberto

Il muggito di Sarajevo di Lorenzo Mazzoni

Mazzoni Lorenzo

Il diario di Enrico, un bimbo torinese di terza elementare, ci conduce per mano giorno dopo giorno attraverso le diverse tappe di un anno scolastico denso di avvenimenti gioiosi e tristi. Lo scrivano fiorentino, la maestrina dalla penna rossa, il severo maestro Perboni, il buon compagno Garrone, il povero figlio del carbonaio sono tra i piccoli grandi protagonisti dell'Italia risorgimentale che in questo libro prende vita ancora oggi, a oltre cento anni dalla pubblicazione. Straordinarie storie di eroismi quotidiani capaci di imprimersi nel cuore dei lettori odierni come di quelli di un secolo fa, lasciando un ricordo indelebile.

Cuore

De Amicis Edmondo

E' un libro, un semplice libro antico. Ma custodisce un segreto. Un segreto che è stato scritto col sangue nel 1297, da innumerevoli scrivani coi capelli rossi e con gli occhi verdi, forse toccati dalla grazia divina, forse messaggeri del diavolo. Che è riapparso nel 1334, in una lettera vergata da un abate ormai troppo anziano per sopportare il peso di quel mistero. Che, nel corso del XVI secolo, ha illuminato la strada di un teologo, i sogni di un visionario e le parole di un genio. È un libro, un semplice libro antico. Ma sta per scatenare l'inferno. Perché quel libro dovrebbe trovarsi nella Biblioteca dei Morti, la sconfinata raccolta di volumi in cui è riportata la data di nascita e di morte di tutti gli uomini vissuti dall'VIII secolo in poi. E, dopo essere rimasto sepolto sotto la polvere della Storia per oltre settecento anni, adesso è riemerso ed è diventato un'ossessione per Will Piper, deciso a cancellare il dolore che la Biblioteca ha portato nella sua vita; per Henry Spence, che ha dedicato la sua esistenza alla soluzione dell'enigma e che ormai ha i giorni contati; per Malcolm Frazier, il capo della sicurezza della Biblioteca, determinato a uccidere pur d'impedire al mondo di conoscere la verità. Un'ossessione che inevitabilmente porta altro dolore, altri enigmi, altro sangue. È un libro, un semplice libro antico. Ma è il Libro delle Anime. E il suo segreto è il nostro destino.

IL LIBRO DELLE ANIME

Cooper Glenn