La vita è una questione di verità

Monsé Maria, Di Matteo Simone

Descrizione: "La vita è una questione di verità", la storia di chiunque abbia ancora qualcosa da raccontare. Uno sguardo alla vita e al mondo dello show-business, dall'interno e dall'esterno, passando per i social network e alla condizione in cui passivamente ci siamo ritrovati: un'epoca di digitali speranze e multimediali illusioni. Attraverso il filtro delle emozioni si pone l'accento su alcuni aspetti della nostra contemporaneità e sulle difficoltà che si possono incontrare lungo il proprio cammino. Una confessione di vita scritta a quattro mani, un raccontarsi senza filtri alla pagina ripercorrendo il proprio iter artistico e le proprie esperienze, televisive e non. Un'esortazione a prendere in mano le redini della propria vita, lottando quotidianamente per ciò in cui si crede. I personaggi diventano così persone e vengono sfatati i miti, perché nessuno è poi così diverso da chiunque altro.

Categoria:

Editore: DiamonD EditricE

Collana: Musica e spettacolo

Anno: 2019

ISBN: 9788896650400

Recensito da Simone Pozzati

Le Vostre recensioni

La vita è una questione di verità

Comunicato Stampa

La vita è una questione di verità, lo stile lasciamolo a chi crede di intendersene, perché questo lo si può sempre acquisire, o peggio, addirittura comprare. La sobrietà, la sincerità e il rispetto degli altri sono il miglior vestito che possiamo permetterci di indossare, perché il vero, come il nero, sta bene su tutto.”, scrive l’Irriverente Simone Di Matteo nell’introduzione al testo, una raccolta di riflessioni e considerazioni di Maria Monsè. Una confessione di vita scritta a quattro mani, un raccontarsi senza filtri alla pagina ripercorrendo il proprio iter artistico e le proprie esperienze, televisive e non. Un’esortazione a prendere in mano le redini della propria vita, lottando quotidianamente per ciò in cui si crede.  I personaggi diventano così persone e vengono sfatati i miti, perché nessuno è poi così diverso da chiunque altro.

Uno sguardo alla vita e al mondo dello show-business, dall’interno e dall’esterno, passando per i social network e alla condizione in cui passivamente ci siamo ritrovati. Una realtà spietata in cui molti di quei valori che conoscevamo sono andati perduti in “un’epoca di digitali speranze e multimediali illusioni”. La vita è una questione di verità è la storia di chiunque abbia ancora qualcosa da raccontare. Maria Monsè ha raccolto ogni idea, spogliandosi per la prima volta dei suoi ricordi, Simone Di Matteo, con dovizioso e prezioso ausilio, ha messo ordine ad ogni pensiero, sparso o caotico, ma sempre voluto. La trasognante spontaneità di lei si fonde alla multiformità della penna di lui, a tratti poetica, a tratti fortemente ironica e pungente.

Attraverso il filtro delle emozioni, pagina dopo pagina, si pone l’accento su alcuni aspetti della nostra contemporaneità e sulle difficoltà che si possono incontrare lungo il proprio cammino. Molti sono gli ostacoli apparentemente insormontabili, ancor più invincibile è la forza grazie alla quale si riesce a superarli, è sufficiente volerlo, almeno così scrivono.

BIOGRAFIE DEGLI AUTORI 

Maria Monsè showgirl, attrice e presentatrice. Debutta nel 1992 sul piccolo schermo nel programma “Non è la RAI”. Ottiene nel 1995 il suo primo incarico da conduttrice presentando il programma Go-Cart sull’emittente RAI 2, riscuotendo un discreto successo. Presenta, infatti, quasi 400 puntate in diretta a soli 20 anni e ciò le permette di aggiudicarsi un Oscar della TV.  Nel 1998 ricopre il ruolo di attrice principale nel film “Annarè”. Ricopre il ruolo di opinionista in diverse trasmissioni televisive, da “L’Arena” di Massimo Giletti al salotto pomeridiano di Canale 5 “Pomeriggio 5” condotto da Barbara d’Urso, passando per “La Fattoria”. Partecipa in qualità di concorrente in “La Pupa e il Secchione” e alla terza edizione del ‘’Grande Fratello Vip’’. Ha scritto alcuni libri, tra cui il ‘’Il Monsè pensiero. Pensieri sparsi per giorni migliori’’ e “Per avere tutto… E subito!’’.

Simone Di Matteo, scrittore, editore, illustratore grafico. Dopo le divertenti peripezie al fianco di Tina Cipollari in Pechino Express (reality on the road di Rai2), torna ad indossare la sua veste più consona e abituale, quella dello scrittore, uno scrittore più volte prestato alla TV. Curatore editoriale della DiamonD EditricE, molti dei suoi libri sono distribuiti all’interno dei circuiti scolastici italiani. Dal mese di marzo 2017 ha ideato il personaggio de L’irriverente che, oltre ad essere protagonista dell’omonimo libro L’irriverente – Cose di questo e qualche altro mondo (DiamonD EditricE novembre 2017), cura, sulla testata giornalistica on line M Social Magazine e sul quindicinale cartaceo IO SPIO in distribuzione nazionale, una rubrica satirica sul mondo dello spettacolo e i suoi personaggi, le mode e le manie del XXI secolo.

diamond.editrice@libero.it
www.diamondeditrice.com
www.simonedimatteo.com

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Di

Maria,

Monsé

Libri dallo stesso autore

Intervista a Monsé Maria, Di Matteo Simone


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

I fantasmi

È una primavera strana, indecisa, come l’umore di Guido Guerrieri. Messo all’angolo da una vicenda personale che lo spinge a riflettere sulla propria esistenza, Guido pare chiudersi in sé stesso. Come interlocutore preferito ha il sacco da boxe che pende dal soffitto del suo soggiorno. A smuovere la situazione arriva un cliente fuori del comune: un giudice nel pieno di una folgorante carriera, suo ex compagno di università, sempre primo negli studi e nei concorsi. Si rivolge a lui perché lo difenda dall’accusa di corruzione, la peggiore che possa ricadere su un magistrato. Quasi suo malgrado, Guerrieri si lascia coinvolgere dal caso e a poco a poco perde lucidità, lacerato dalla tensione fra regole formali e coscienza individuale. In un susseguirsi di accadimenti drammatici e squarci comici, ad aiutarlo saranno l’amico poliziotto, Carmelo Tancredi, e un investigatore privato, un personaggio difficile da decifrare: se non altro perché è donna, è bella, è ambigua, e gira con una mazza da baseball.

La regola dell’equilibrio

Carofiglio Gianrico

Un ragazzo è affetto da una strana sindrome: soffre di empatia, è capace di immedesimarsi nelle storie degli altri. Inizia così un viaggio nel mondo del possibile, nel labirinto dei sentimenti mai provati, delle cose mai accadute eppure reali più del reale stesso. Questo "io" coraggioso e impertinente va e viene dal passato, fa incursione in un futuro di cui abbiamo già nostalgia, e ritorna con un inventario di storie sull'autunno del mondo, sui Minotauri rinchiusi in ognuno di noi, sulle particelle elementari del rimpianto, sul sublime che può essere ovunque.

FISICA DELLA MALINCONIA

Gospodinov Georgi

Tutto lo sforzo che facciamo per dare ordine alla vita è un logorio costante, disperato, che usura i nervi, li sfianca, ma è necessario alla nostra sopravvivenza. "Le età della vita" è proprio questo, è il tentativo di dare ordine al caos, di riordinare i ricordi, le sensazioni, di prendere per le briglie una vita che è sempre sul limite di deragliare. Ambientato negli anni Ottanta a Roma, i fondali della narrazione sono il mercato ittico di via Ostiense, l'università La Sapienza e la metropoli romana. È in queste praterie urbane che il protagonista diventa funambolo della propria vita, mentre gli spazi vuoti vengono controbilanciati da svariate pressioni: il lavoro, l'università, una storia d'amore e l'intenso rapporto con Carmine, figura ai margini della società.Questo scenario acquisisce ulteriore forza grazie al doppio registro linguistico (romanesco e italiano) che ha la capacità di catapultare il lettore all'interno di ogni immagine descritta, dentro ogni inquadratura che viene proposta, nel cuore della narrazione. L'immersione è totale.

Le età della vita

Mantioni Paolo