Narrativa

L’AMANTE È FINITA

Venturi Maria

Descrizione: Irene è una donna indipendente che ama il suo lavoro e che sogna un marito e una famiglia normali. La separazione da un uomo immaturo e indeciso rafforzano in lei il desiderio di una relazione stabile. Ma presto Irene si trova travolta dal dramma di Tommaso, il marito abbandonato dalla sorellastra di lei. Irene si allea con lui per combattere una battaglia contro il Tribunale dei minori e contro la malattia della figlia. Una battaglia perduta con la morte della piccola. Irene scopre di aver puntato ancora una volta su un amore sbagliato.

Categoria: Narrativa

Editore: Rizzoli

Collana:

Anno: 2011

ISBN: 9788817048842

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Stralcio di vita tormentata e sviscerata con prosa trasparente…

Irene è una donna che, attraverso il dolore, riacquista consapevolezza dei propri desideri e sbagli, rivisitando un passato che finalmente riesce ad interpretare con sincerità.

Non si sforza più di giustificare ciò che le accade solo per la paura di apparire ingrata nei confronti di persone che, in realtà la circondano di affettuosa apparenza, trova la forza ed il coraggio di rinunciare ad un amore fatto di solitudine ed accetta con maturità anche la parte più “cattiva” di sé, abbandonando vergogna, inadeguatezza e pregiudizi. 

Si abbatte e si rialza, Irene, anche dopo la storia con Tommaso, marito della sorellastra. Ancora una volta aveva investito i suoi sogni nell’uomo sbagliato…

 L’uomo che adesso amava me era un adulto disincantato e sconfitto. Io non ero il ponte verso un futuro dalla abbagliante bellezza, ma lo stanco approdo di un essere umano che, al termine di un lungo volo, voleva soltanto sopravvivere”.

 L’incontro con Amleto appare forse un po’ troppo fantasioso, “cinematografico”… ma l’autrice lo usa per costruire una rinascita che, dopo tante tribolazioni, trasmette nuova fiducia nella vita e nell’amore… La conclusione è succinta, essenziale.

 Voto: 7

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Maria

Venturi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Venturi Maria


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Virus

Canassa Vigliani Alessandro

3 agosto 2010. Tornata a casa dopo il funerale del padre, Lison si vede consegnare un pacco, un regalo post mortem del defunto genitore: è un curioso diario del corpo che lui ha tenuto dall’età di dodici anni fino agli ultimi giorni della sua vita. Al centro di queste pagine regna, con tutta la sua fisicità, il corpo dell’io narrante che ci accompagna nel mondo, facendocelo scoprire attraverso i sensi: la voce stridula della madre anaffettiva, l’odore dell’amata tata Violette, il sapore del caffè di cicoria degli anni di guerra, il profumo asprigno della merenda povera a base di pane e mosto d’uva. Giorno dopo giorno, con poche righe asciutte o ampie frasi a coprire svariate pagine, il narratore ci racconta un viaggio straordinario, il viaggio di una vita, con tutte le sue strepitose scoperte, con le sue grandezze e le sue miserie: orgasmi potenti come eruzioni vulcaniche e dolori brucianti, muscoli felici per una lunga camminata attraverso Parigi e denti che fanno male, evacuazioni difficili e meravigliose avventure del sonno. Con la curiosità e la tenerezza del suo sguardo attento, con l’amore pudico con cui sempre osserva gli uomini, Pennac trova qui le parole giuste per raccontare la sola storia che ci fa davvero tutti uguali: grandiose e vulnerabili creature umane.

STORIA DI UN CORPO

Pennac Daniel

Che cosa va punito? In che modo? Con quali obiettivi? Come dobbiamo intendere la responsabilità e la colpa? Questioni come queste sono strettamente correlate ai mutevoli contesti politico-ideologici, alle tendenze culturali, all'evoluzione del pensiero filosofico e anche ai paradigmi elaborati dalle scienze. Il libro offre un quadro dei temi e dei problemi di fondo del diritto penale contemporaneo, sottolineando il rapporto di forte tensione, e in alcuni casi di contraddizione, tra i principi che dovrebbero conformare un diritto penale liberaldemocratico degno di questo nome e il concreto diritto penale che viene applicato nei tribunali.

Prima lezione di diritto penale

Fiandaca Giovanni

Il naufragio dell’essere