Narrativa

L’armonia dei sogni spezzati

Carollo Fabrizio

Descrizione: Un solitario viaggiatore nel bel mezzo di un deserto, guidato da una dolce musica. Un incontro di pugilato la cui vittoria si snoda ben oltre i confini di un ring. Una simpatica amicizia tra l'oscurità e la stretta morsa del sottosuolo. Un gatto che si aggira tra le pareti di una scuola, cercando una bambina smarrita. Un negozio che offre un ultimo, invitante premio per chi ha patito troppa tristezza. La vita e la morte... da sempre legate, da sempre amate e odiate. La vita, la morte e cinque storie legate a una melanconica armonia di sospiri spezzati.

Categoria: Narrativa

Editore: Falzea Editore

Collana:

Anno: 2012

ISBN: 9788882963712

Recensito da Serena Vissani

Le Vostre recensioni

Una raccolta di cinque racconti legati da un filo conduttore: quell’imperscrutabile rapporto tra la vita e la morte che coinvolge ogni singolo individuo dal giorno della sua nascita.

Una prosa incalzante quella di Carollo, che induce il lettore, anche il più annoiato, a incuriosirsi, a percepire il desiderio, la necessità di andare avanti, di capire dove si sta andando, dove ci si trova. Gli indizi vengono trasmessi pian piano, fin quando poi il finale colpisce e meraviglia chi si trova di fronte a quelle pagine.

Vita che sembra morte e morte che sembra vita: il filo è così labile che permette di creare mondi nei quali i due confini sono a tal punto sfumati da non poterli percepire.

La coscienza di una vita non rammentata, con l’unica consapevolezza di vivere e di aver vissuto.

La sensazione di un momento di trapasso, senza però capire dove si è.

La volontà di superare se stessi, almeno una volta nella vita.

Il desiderio di vivere i luoghi più comuni, con un senso di smarrimento.

Il timore di non riuscire a farcela e l’amore come ancora di salvezza.

Un alternarsi della vita e della morte per poi concludersi in un racconto, il più lungo dei cinque, nel quale il compromesso con la vita, che sembra impossibile, trova la sua soluzione nella fonte stessa del suo dolore. A riprova del fatto che vita e morte, dolore e piacere, sono due facce della stessa medaglia.

Luogo comune di tutti i racconti è sicuramente la musica, che accompagna i protagonisti nei loro percorsi, spesso assurdi, spesso fantascientifici, spesso grotteschi: dal cantuccio che ad essa viene riservato, lancia una grido di speranza e spesso indica una strada da seguire, che, forse, è la stessa che viene indicata al lettore

“Tutti siamo costretti a vivere”. Ogni racconto a suo modo mostra questa condizione: anche la vita strappata precocemente è vivere, insieme alla volontà di tornare a vedere quei luoghi tanto amati e troppo presto abbandonati. Ugualmente è vita quella che si illude di vivere, perché non si riesce a vivere in quella vera.

Un elogio della vita, dunque, ma non al contempo un rifiuto della morte: più semplicemente, una sua necessaria sfumatura.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Fabrizio

Carollo

Libri dallo stesso autore

Intervista a Carollo Fabrizio


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Tra la laguna di Venezia e Bolzano si susseguono strani accadimenti: un uomo muore in un incidente in mare, un altro precipita da una scarpata, una donna viene aggredita e minacciata di morte. C'è un filo a collegare i fatti o questi sono solo frutto di coincidenze? No, le coincidenze non esistono. Almeno così la pensa Rollo Weber, scanzonato commissario che da quando è stato trasferito alla questura di Bolzano ancora non ha avviato un'indagine seria. Forse ora avrà l'opportunità di dimostrare tutta la sua capacità investigativa. L'incontro con la psicologa Helena Ziegler, ex poliziotta dal passato pieno di ombre, gli farà scoprire dettagli importanti per far luce su oscuri scenari. Le intricate vicende arriveranno a increspare le acque della laguna e scolorire la variopinta isola di Burano, dove una verità terribile affiorerà a sconvolgerne l'afosa quiete. Tra misteriosi intrighi, sensi di colpa e giochi di potere, Massimo Rossi ci immerge in una storia in cui thriller, noir e spy story si fondono.

La luce nera della paura

Rossi Massimo

Nella luce di un giugno radioso e sfacciato, Viola sente crescere il vuoto delle sue giornate. Ha quarantatré anni, e per metà della vita è stata moglie devota di un acclamato direttore d’orchestra e madre di una figlia avuta da giovanissima. Nient’altro, nessuna concessione a se stessa, nessun inciampo, nemmeno ora che, con la morte improvvisa del marito e una figlia ormai adulta, le sue giornate sono scandite dalla solitudine. Il pomeriggio del solstizio d’estate, durante un concerto in memoria del marito, Viola conosce un uomo e qualcosa accade dentro di lei: una breccia nel muro, un’infiltrazione d’acqua nelle crepe, un punto di sutura che si dissolve. Mentre nel chiostro assolato risuonano le note di Bach, un’impacciata Viola in abito da cocktail, il filo di perle al collo e i capelli raccolti, lascia il concerto e fugge in macchina con lui. La tentazione è quella di abbandonarsi, di lasciarsi portare dalla corrente, ma l’autocontrollo è la disciplina in cui Viola eccelle e quello che sta succedendo non è solo sconveniente: è assurdo. Eppure è tardi per tornare indietro, perché il viaggio è iniziato, e con quell’uomo lei sta andando esattamente dove desiderava da tempo: lontano. Lontano da tutto per avvicinarsi alla sua verità, semplice e scandalosa.

IL TEMPO TAGLIATO

Longo Silvia

Sospettando che ci sia qualcosa di strano nella sepoltura del padre, l'adolescente Kenneth Tyler e sua sorella Corrie fanno una terribile scoperta: la bara è stata profanata. Ma scoperchiando altre tombe, capiscono che c'è di peggio: cadaveri evirati, morti composti in fogge oscene. A dedicarsi alle perverse pratiche necrofile è l'impresario funebre, Fenton Breece. Mentre sua sorella vorrebbe ricattare il becchino, Tyler è invece ossessionato dall'idea di consegnarlo al giudizio della legge e degli uomini. Deve però sfuggire a Granville Sutter, un criminale assunto da Fenton Breece per recuperare - ad ogni costo - le prove incriminanti raccolte dal ragazzo. Comincia così l'avventurosa fuga per la salvezza del giovane Tyler, un inseguimento per le tortuose lande dell'Harrikin, oscura terra di nessuno e di confine.

CREPUSCOLO

Gay William

Piccolo blu e piccolo giallo adorano giocare insieme. Ma quando si abbracciano diventano tutti verdi.

Piccolo blu e piccolo giallo

Lionni Leo