Narrativa

L’arte sconosciuta del volo

Fovanna Enrico

Descrizione: Premosello, Piemonte, 1967. A sei anni, Tobia sa già leggere, come l'inseparabile amico Ettore. A scuola si innamora di Carolina, ma trova un nemico, Gioacchino, che non perderà occasione per umiliarlo. In classe, sul campo da calcio e nei pomeriggi in campagna, passati a scoprire la natura. Con Gioacchino finisce a botte, una sera d'estate, e dal giorno dopo il bambino sparirà per sempre. Per vergogna, Tobia tace di fronte ai carabinieri, ma un altro atroce delitto porta ben presto alla scoperta del colpevole. Lasciando il paese con la famiglia, Tobia rimarrà sempre con il dubbio che in realtà l'assassino sia un altro... Quarant'anni dopo, una telefonata di Ettore, mai più sentito da allora, riporterà Tobia nei luoghi della sua infanzia, costringendolo a percorrere a ritroso la verità.

Categoria: Narrativa

Editore: Giunti

Collana: Scrittori Giunti

Anno: 2020

ISBN: 9788809886490

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

L’arte sconosciuta del volo - Enrico Fovanna ha esordito nella narrativa con Il pesce elettrico, che ha vinto il Premio Stresa 1996. Ora torna in libreria con L’arte sconosciuta del volo. Un libro accattivante per la trama narrata, l’ambientazione descritta e il profondo scavo introspettivo dei personaggi, resi con un linguaggio colto e preciso, di grande malia.

Il libro è strutturato in due parti: la prima si svolge a Premosello, piccolo paese piemontese, negli anni sessanta; la seconda a Milano e dintorni, quarant’anni dopo, quando il protagonista è ormai adulto, tormentato dai mille fantasmi della sua infanzia irrisolta.
Nella prima parte si narra l’infanzia di Tobia, giovane fanciullo, abituato ad un sogno ricorrente, “che non ha mai smesso di riproporsi in altre versioni anche da adulto. Volessi semplificare, direi che sognavo di volare. Se il volo si riproponesse in modo casuale o fosse invece legato a qualche episodio, un episodio preciso della mia vita, non so”. Forse che volando ritrova la verità circa la scomparsa dei suoi due compagni di scuola, Gioacchino e Fiorella? Scomparsa e poi successivo ritrovamento di due cadaveri: un fatto che aveva suscitato tanto sgomento in un paese non abituato a simili tragedie. Era stato accusato padre Camillo, senza però arrivare a nulla. Tobia e la sua famiglia si trasferiscono poi in Liguria, dove la loro vita scorre lentamente.

Quarant’anni dopo la telefonata di Ettore riporta Tobia, adulto, medico, in un incubo mai superato del tutto.

Una vicenda complicata, frantumata, ma di grande impatto emozionale. Nel complesso una lettura avvincente, con qualche pecca soprattutto a causa del lungo salto temporale in cui si disperdono alcune caratteristiche della biografia del protagonista. Ciò detto, la lettura può trasportare il lettore in alto, in un cielo sempre più terso…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Enrico

Fovanna

Libri dallo stesso autore

Intervista a Fovanna Enrico


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Protagonista di questo romanzo a quattro mani è Salim Mohammed Salah. Ha 29 anni, una laurea in economia e più di centomila euro in contanti, ottenuti tramite una truffa. In fuga dalla Tunisia si è rifugiato in Italia, ma qui viene arrestato per detenzione di stupefacenti (che non gli appartengono). I soldi, però, sono al sicuro, nascosti in un posto che lui solo conosce. In carcere, Mohammed conosce Cattaneo, un impiegato amministrativo con il quale stringe un accordo: Mohammed gli rivelerà dove sono i soldi, indirizzandolo sugli investimenti; i profitti saranno divisi a metà. E così i due, nel giro di alcuni mesi, cominciano a vedere dei soldi. Di questo intrigo finanziario dietro le sbarre si accorge Gaetano Quarello, un boss al 41 bis che decide di affidare a Mohammed la gestione dei suoi risparmi, un’offerta che non si può rifiutare considerato da chi proviene... Gli affari finanziari vanno bene fino a quando uno dei compagni di cella, Buscaino, non rivela a Mohammed di essere un agente sotto copertura infiltrato in carcere per distruggere la rete di Quarello; con l’aiuto di Mohammed, potrebbe riuscire a seguire il flusso di denaro del boss e sgominare l’organizzazione. Mohammed si trova così di fronte a un dilemma: perdere tutti i suoi soldi e guadagnare la libertà in quanto collaboratore di giustizia, oppure rimanere in galera.

Vento in scatola

Malvaldi Marco

Mantieni il bacio

Recalcati Massimo

Pietro Malatesta, poliziotto ferrarese con un passato da teppista, che gira solo in bicicletta e che divide la casa con la madre, l'ex moglie, un figlio nullafacente e il Boy, il palestrato zero-cerebro che sta con la sua ex, è uno sbirro decisamente atipico, connotabile sulla falsa riga di tanti eroi del fumetto e della tv Anni '70 (non per niente Malatesta ha come mito Starsky di Starsky & Hutch e si veste come lui). Le storie sono brevi, accattivanti, pienamente inserite nel genere 'giallo di provincia', e si snodano in una Ferrara multi-etnica, alle volte sporca e un po' barbara, fatta di ultrà della Spal, bevute nei bar, adolescenti fancazzisti imitatori di mode, spaccio, colori politici che paiono mai sbiadire. Il volume si compone dei romanzi brevi: "Nero ferrarese", "Il recinto delle capre" e "Il cinematografo".

Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico

Mazzoni Lorenzo

Sette racconti, sette ritratti di donna. Ragazze in lotta per l'amore, la maternità, il lavoro; donne che fanno carriera o ereditano fortune; donne che perdono il lavoro, vengono tradite e lasciate, provano a fare i conti con la sconfitta; che ricominciano, si ribellano, navigano a vista tra le tempeste del quotidiano. Accanto a loro uomini disorientati, capaci solo di lasciarsi vivere, privi del coraggio, dell'ironia ma certe volte anche della solitudine che circonda le loro compagne. Con uno stile asciutto Paolo Cognetti descrive, tra educazioni sentimentali e racconti di formazione, i capitoli di un immaginario "manuale per ragazze di successo": sette modi di trovare o perdere la felicità, sette storie che parlano con la voce di una nuova femminilità.

Manuale per ragazze di successo

Cognetti Paolo