Giallo - thriller - noir

L’avvocato canaglia

Grisham John

Descrizione: Non si può certo dire che Sebastian Rudd sia un avvocato come tutti gli altri. Non possiede uno studio vero e proprio, ma il suo ufficio si trova a bordo di un grande furgone nero blindato dotato di vari comfort – wi-fi, un frigorifero pieno di superalcolici, delle comode poltrone e un buon equipaggiamento di armi. Non ha soci in affari, ma accanto a lui c'è sempre un uomo, che lui chiama Partner, armato fino ai denti, che gli fa da autista, guardia del corpo, confidente, impiegato e caddy, quando gioca a golf. Sebastian ha anche una ex moglie che non smette mai di procurargli guai e un figlio piccolo che non vede tanto quanto vorrebbe. Sebastian Rudd difende i peggiori criminali, i casi disperati, in poche parole tutte quelle persone che nessun avvocato si sognerebbe di avvicinare. Insomma, fa il lavoro sporco. Ritiene che ognuno abbia diritto ad avere un processo equo, anche a rischio di diventare lui stesso il bersaglio dei suoi assistiti e di essere costretto a sua volta a usare metodi poco ortodossi. Sebastian odia le ingiustizie, detesta i poteri forti e si prende gioco delle istituzioni.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Mondadori

Collana: Omnibus stranieri

Anno: 2015

ISBN: 9788804658337

Recensito da Maria Darida

Le Vostre recensioni

Per chi non lo conoscesse, Sebastian Rudd è un legale di strada, un c.d. Avvocato canaglia. Generalmente i suoi clienti sono tutti coloro che, essendosi macchiati dei crimini più disparati, faticano a trovarsi un difensore perché assumere un incarico del genere potrebbe risultare controproducente per l’immagine del professionista coinvolto. E questo Rudd lo sa molto bene. Viceversa, chi già avesse avuto la fortuna (o sfortuna) di incontrare il rude, egocentrico, ironico e cinico americano, sarà concorde nel ritenere che gli ingredienti per amarlo e/o odiarlo ci sono tutti: dai banditi cartelloni pubblicitari, all’assenza di recapiti telefonici, all’insostituibile furgone super accessoriato e completo di tutto; dalla protezione antiproiettile, alla rete wi-fi, passando per un autista rigorosamente armato e muscoloso, nella sicurezza – oltre ogni ragionevole dubbio – di aver indiscutibilmente la ragione a portata di mano.

E così tra un criminale che indurrebbe anche il cittadino più pacifico a procedere con la condanna della pena di morte e un innocente incastrato dal complotto di turno, Rudd si guadagna la sua giornata e va avanti incurante di tutto e di tutti, sfidando costantemente il sistema, manipolandolo con le sue stesse lacune, plasmandolo a seconda delle sue necessità.

Tante le questioni giuridiche che John Grisham sottopone all’attenzione del lettore, tante le realtà che ci presenta con abile maestria.

In quest’ultima fatica, lo statunitense non tradisce il filone giudiziario, che lo ha reso celebre al pubblico amante del genere, ma al tempo stesso prende le distanze dalla precedente opera, “I segreti di Gray Mountain” in cui oggetto di analisi erano le miniere di carbone, il relativo sfruttamento e l’universo ambientalista-ecologico.

Che possa ipotizzarsi, ne “L’avvocato canaglia”, un ritorno alle origini da parte dell’autore? In un certo senso la risposta a questa domanda è affermativa, per la moltitudine di crimini, casi, clienti e aule giudiziarie che notoriamente caratterizzano le opere del Grisham degli esordi, quello classico se vogliamo. Dall’altro lato per gli appassionati, questo potrebbe significare mancanza di originalità da parte di un giallista giudiziario che ha abituato il pubblico a testi singolari, con trame compatte, fiati sospesi e colpi di scena immancabili.

In conclusione, “L’avvocato canaglia”, è un elaborato caratterizzato da un protagonista solido e dalle molteplici sfaccettature, con un intreccio narrativo ben costruito, forse non particolarmente innovativo, ma sicuramente meritevole di essere letto.

Buona lettura.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

John

Grisham

Libri dallo stesso autore

Intervista a Grisham John

Un romanzo nel quale il corpo passa da oggetto del desiderio a soggetto che desidera e cerca di appagare i propri sogni.

EMMANUELLE

Arsan Emmanuelle

Break the Silence ITA è un progetto formato da quattro ragazze: Mariachiara Cataldo, fondatrice e project manager di Break The Silence ITA e studentessa presso l'Università di Torino del corso di laurea magistrale in Economia e Management, Francesca Valentina Penotti, social media manager di Break The Silence ITA e studentessa presso l'Università di Torino del corso di laurea magistrale in Economia e Management, Giulia Chinigò, event manager di Break The Silence ITA e studentessa presso l'Università di Torino del corso di laurea in Beni Culturali, e Francesca Sapey, content manager di Break The Silence ITA e studentessa presso l'Università di Torino del corso di laurea magistrale CAM. Il progetto nasce a Torino il 7 giugno 2020 sulla pagina Instagram @breakthesilence_ ITA e in seguito sulla pagina Facebook Break The Silence ITA e si propone di operare insieme all'aiuto di esperti nel campo verso una maggior sensibilizzazione ed educazione riguardo alla violenza sessuale e di genere. Il nostro artista è Tommaso Sgrizzi che si propone di raccontare l'intimità e le relazioni tramite illustrazioni

Break the silence

AA. VV.

Dopo Solo Dio è innocente, Michele Navarra torna con un nuovo, avvincente romanzo con protagonista l'avvocato Gordiani. «Un giallo avvincente in una città dura e smarrita» - Walter Veltroni Una zona della capitale grigia e impenetrabile dove la violenza soffoca le buone intenzioni e la diversità è percepita come minaccia. Tra gli alti palazzi del Corviale, alla periferia di Roma, la vita è grigia come il cemento che ricopre i suoi edifici. Elia Desideri è un piccolo commerciante che cerca di tirare avanti come può, mentre suo figlio viene risucchiato dalle false promesse della banda del quartiere, chiamato volgarmente "Serpentone". Uomo amareggiato e scontroso, Elia si scaglia spesso contro gli immigrati che vivono attorno a lui. Quando uno di questi viene ritrovato morto, Elia diventa immediatamente il principale sospettato. Eppure, l'uomo giura di essere innocente e chiede aiuto a Gordiani. Destreggiandosi abilmente fra bande criminali, procuratori inflessibili e amori mai sopiti, in questo incalzante romanzo, Alessandro Gordiani si ritroverà alle prese con una situazione molto più complicata del previsto dove la verità si nasconde nel degrado e nelle abitudini di un quartiere pieno di rancore.

Nella tana del serpente

Navarra Michele

Scritto tra Capri e Sorrento nel 1938, Il colpo di grazia evoca un episodio di guerra civile avvenuto in Curlandia all'epoca dei putsch tedeschi contro il regime bolscevico, intorno al 1919-21. E' una vicenda autentica, riferita all'autrice da un intimo amico del protagonista maschile. Romanzo di sottile, sconcertante ambiguità, Il colpo di grazia chiama il lettore a collaborare per sottrarre gli avvenimenti narrati da Eric von Lhomond, e specialmente l'immagine che egli propone di sé, a una deformazione che s'inscrive interamente nei rapporti complicati dell'amore e dell'odio. Eric è un aristocratico che patisce la sconfitta della Germania come il crollo del mondo materiale e ideologico in cui si è formato: non gli resta che difendere il castello in cui vive con un amico, Conrad de Reval, e la sorella di questi, Sophie. Il dramma che si svolge fra i tre personaggi, e che si concluderà con un evento tragico dovuto alla ferocia delle guerre partigiane, ricalca l'aneddoto della donna che si offre e dell'uomo che si nega per attaccamento all'amico. Ma il tema centrale del libro è la solidarietà di destino tra esseri sottoposti alle stesse privazioni e agli stessi pericoli, un'intimità e somiglianza più forti dei conflitti della passione carnale o della fedeltà politiche, più forti persino dei rancori del desiderio frustrato o della vanità ferita.

Il colpo di grazia

Yourcenar Marguerite