Narrativa

Le ali della vita

Diffenbaugh Vanessa

Descrizione: È notte e la nebbia è illuminata a tratti dai fari delle macchine che sfrecciano accanto a lei. Letty si asciuga l’ennesima lacrima e preme ancora più forte il piede sull’acceleratore. Deve correre il più lontano possibile, fuggire da tutti i suoi sbagli, è la cosa migliore per tutti. Perché la sua vita è stata difficile, ha inanellato una serie di errori uno dietro l’altro e adesso tutte le sue paure sono tornate a tormentarla, senza lasciarle una via di scampo. Intanto, ormai molte miglia lontano, i suoi due figli, Alex e la piccola Luna, stanno dormendo serenamente. Non sanno che la mamma li ha lasciati da soli nel loro letto, schiacciata dal terrore di non essere una buona madre. Convinta che senza di lei Alex e Luna saranno più felici. Quando Alex si sveglia e si accorge che Letty non c’è più, capisce che non deve farsi prendere dal panico. Deve occuparsi della sorellina e seguire le regole. Perché Alex ha quindici anni ed è solo un ragazzino, ma è dovuto crescere in fretta per aiutare sua madre Letty e i suoi occhi troppo spesso tristi. A volte guarda verso il cielo e sogna di volare via, in un posto dove l’azzurro del cielo li possa di nuovo colorare di felicità. La sua passione sono la matematica e lo studio delle rotte migratorie degli uccelli. Da loro ha imparato che non importa quanto voli lontano, c’è sempre un modo per tornare a casa. Alex sa che deve trovare il modo di far tornare anche la sua mamma. Solo lui può farlo, solo lui può curare le sue ali ferite e farle spiccare di nuovo il volo. Perché anche quando l’orientamento è perso, l’amore può farci ritrovare la rotta verso il nostro cuore. Questa è la storia di un amore immenso e imperfetto, come la vita. Questa è la storia della paura di una madre e del coraggio di un figlio. Questa è la storia di come anche un solo abbraccio può scacciare dal cuore la solitudine.

Categoria: Narrativa

Editore: Garzanti

Collana: Narratori moderni formato minore

Anno: 2015

ISBN: 9788811670599

Recensito da Maria Darida

Le Vostre recensioni

Correva l’anno 2011 quando un romanzo intitolato Il linguaggio segreto dei fiori” prendeva posto per la prima volta sullo scaffale di una libreria, per poi rivelarsi un fenomeno editoriale di livello planetario, strumento capace di concedere fama e notorietà alla sua autrice, Vanessa Diffenbaugh.

A chi ha amato le vicende che hanno visto quali protagonisti Victoria e Grant, e dunque ha avuto già modo di conoscere la scrittrice californiana, non sarà certo passata inosservata la sua seconda fatica, “Le ali della vita” dove protagonista è Letty, una giovane donna che si è ritrovata a crescere due figli in un’età in cui generalmente la spensieratezza regna sovrana.

Letty sa perfettamente di essere inadeguata, di non riuscire a essere presente come dovrebbe dal punto di vista morale e di non essere capace di far fronte alle esigenze materiali (dal riordino dell’abitazione alla necessità di preparare tre pasti al giorno per la prole) dell’ormai adolescente Alex e della piccola Luna;quando Maria Elena e Enrique, i nonni che sino ad allora si erano nel concreto fatti carico dei bambini, decidono di tornare in Messico,Lettypiomba nel panico di una vita scandita dalla sregolatezza e dal dividersi in due-tre lavori alla volta. Come fare? Come conciliare tutto? Come gestire quelle due anime che sino ad allora aveva affidato alle persone di cui maggiormente si fidava nella consapevolezza di non essere nemmeno lontanamente paragonabile a loro?

Da quel momento per Letty inizia un percorso di crescita e di responsabilizzazione: sia a livello familiare, (adessopuò fare affidamento solo e soltanto su sé stessa e deve obbligatoriamente farcela, non tanto per la sua persona, quanto per Alex e Luna),  sia a livello umano.

Per la giovane protagonista infatti le sorprese non sono finite. Wes, il padre del primogenito, torna a farsi vivo esattamente nel momento in cui la giovane conosce Rick, un collega di lavoro, che dopo tanto tempo riesce a far breccia nel suo cuore, scalfendo e abbattendo le barriere che negli anni Letitia aveva issato per proteggersi dagli altri, ma soprattutto da sé stessa…

Con le sue storie Vanessa Diffenbaugh ha la capacità di conquistare chi legge e questo perché le stesse sono intrise della realtà concreta, palpabile, tangibile che l’autrice ha avuto modo di toccare con mano essendosi dedicata, negli anni, ad aiutare persone in difficoltà, giovani ai limiti, ragazze madri, figli abbandonati o orfani a cui non restava alcunché, tantomeno la speranza.

Le ali della vita” ammantano con un linguaggio fluente, coinvolgente e costituito da due voci narranti, la madre e il primogenito, un contenuto che è l’espressione dell’amore tout-court, ovvero l’espressione del sentimento nella sua complementarietà, nella sua totalità. In queste pagine la Diffenbaughtocca le tematiche più varie: l’immigrazione, la gravidanza in età adolescenziale, l’essenzialità del dialogo, l’imparare a credere in sé stessi, il coraggio di darsi una seconda possibilità accettando il passato e perdonando i propri errori, il concedersi a un’altra persona e  far si che questa possa volerci bene per quello che siamo; il tutto sull’assunto dell’amore che abita nei nostri cuori e che talvolta ha soltanto bisogno di essere liberato dalle nostre stesse catene.

Un romanzo che è un crescendo, un’opera in cui ciascun personaggio, compreso il lettore, giunge a una sua maturazione, a una sua crescita personale.

Buona lettura!

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Vanessa

Diffenbaugh

Libri dallo stesso autore

Intervista a Diffenbaugh Vanessa


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza... Età di lettura: da 12 anni.

Divergent

Roth Veronica

Due donne vengono trovate morte a Oslo – entrambe annegate nel loro stesso sangue. Quello che confonde la polizia è che le ferite sui volti delle vittime siano state provocate dall’interno delle loro bocche. Kaja Solness della Omicidi è mandata a rintracciare un uomo: l’unico specialista di omicidi seriali del dipartimento di polizia di Oslo. Il detective, alcolista, rude e pronto a fare sempre di testa sua, si è rintanato nella vasta, anonima Hong Kong. È come al solito in fuga ed è perseguitato dal suo caso precedente, e dai creditori. Ma quando scopre che la sua amata ragazza (con cui ha appena litigato) potrebbe cadere nella trappola del serial killer, torna a Oslo. Il suo nome è Harry Hole.

IL LEOPARDO

Nesbø Jo

L'esperto di simbologia di Harvard, Robert Langdon, viene chiamato a sorpresa come conferenziere al Campidoglio. In pochi istanti, però, la serata prende una piega bizzarra: Langdon assiste al ritrovamento di un misterioso manufatto, decorato con cinque simboli. Langdon capisce che l'oggetto è un invito a seguire le tracce del mondo perduto della saggezza esoterica. Quando il suo amato maestro Peter Solomon - importante membro della Massoneria nonché filantropo - viene brutalmente rapito, Langdon realizza che l'unica speranza di salvare Peter è di accettare l'invito dell'oggetto misterioso e seguirlo ovunque lo porti. Langdon si ritroverà immediatamente immerso in un mondo clandestino di segreti Massonici che sembrano trascinarlo verso una sola, inconcepibile verità. 'Il simbolo perduto' è un capolavoro di narrazione - una corsa mortale attraverso un vero labirinto nel mondo dei codici, dei segreti e delle verità invisibili nei templi di Washington, DC.

IL SIMBOLO PERDUTO

Brown Dan

Joseph Mengele è il famigerato medico di Auschwitz autore di terribili esperimenti pseudo-scientifici sui bambini, forse il più feroce criminale nazista. Alla caduta di Hitler (che gli aveva affidato il compito di scoprire il meccanismo genetico che portava alla nascita dei gemelli), riuscì a far perdere le sue tracce. Jorge Camarasa, il giornalista argentino che ha indagato a lungo sui criminali nazisti in fuga, prima dagli alleati e poi braccati dal Mossad, ha scoperto le diverse identità assunte da Mengele in Argentina e in Brasile, fino alla morte avvenuta nel 1979. L’aspetto forse più agghiacciante è che molto probabilmente il dottor Mengele continuò a lungo i suoi esperimenti. In particolare a Candido Godoi, in Brasile, la «città dei gemelli», dove vivono un centinaio di coppie di gemelli omozigoti, biondi e con gli occhi azzurri. Una misteriosa anomalia genetica che forse oggi ha una terribile spiegazione.

Mengele

Camarasa Jorge