Libri per ragazzi

LE AVVENTURE DI CAMILLO

Nava Francesca

Descrizione: Camillo è un cagnolino diverso da tutti gli altri. Anzi, a dire il vero non siamo nemmeno troppo sicuri che si tratti di un cane. Non abbiamo dubbi però sul fatto che sia un animaletto intraprendente e coraggioso. Spinto dal desiderio di ritrovare la sua famiglia di origine, parte alla volta del Polo Nord, accompagnato dai suoi fedeli amici Benjamin e Holly. Lungo la strada, i nostri tre piccoli eroi incontreranno bizzarri personaggi e affronteranno incredibili avventure, e Camillo finalmente imparerà il significato della parola famiglia.

Categoria: Libri per ragazzi

Editore: Galaad Edizioni

Collana: La Porta Magica

Anno: 2011

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

Un viaggio surreale e fantasioso, ma al contempo arricchito da sfumature autobiografiche.

Camillo è una dolce palla di pelo bianco con due occhi nerissimi, un cane molto speciale.
Vive con la sua Padroncina ed ha tanti amici alla Buca, il parco dove può scorrazzare in libertà.
Ha una mente fantasiosa, poco senno e molta fiducia nel mondo.
Tuttavia un pensiero lo attanaglia da sempre: trovare la sua famiglia di origine.

Una sera, guardando un documentario con la Padroncina, si convince del fatto che la sua vera famiglia si trovi al Polo Nord.
Si confida subito con Benjamin, suo migliore amico, un cane dal cuore d’oro ma dalla scorza dura, e lo convince a partire insieme. Prima però di lanciarsi in questa avventura e lasciare la Buca, i due devono avere il permesso del re dei cani, Re Giorgio, che in realtà – cosa bizzarra – è un gatto!

Ottenuto il consenso, ha inizio un viaggio rocambolesco e il duo diventa un trio: si unisce infatti Holly, una cagnolina molto coraggiosa ed intelligente.

Per arrivare al Polo Nord, i nostri amici devono prima affrontare le insidie della Foresta Nera e poi imbattersi nell’Orso Guardiano, che non appena vede Camillo esclama: «Ma sei il più piccolo orso polare che io abbia mai visto!».
L’Orso Anziano, capo del Consiglio, accetta così Camillo nella Tana, mentre Holly e Benjamin, non essendo orsi polari, devono andare via.           
Camillo inizia a lavorare duramente, come tutti gli altri, con calce e mattoni e conosce presto un nuovo amico, Franklin, che vive con il Nonno Orso.

Una sera, dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro, Nonno Orso racconta ai due piccoli che molti anni addietro il Polo Nord era completamente diverso: nessuno doveva lavorare e tutti conducevano una vita da veri orsi polari. Si trattava di tempi felici e sereni.   

Camillo, sensibile e generoso, decide di aiutare la sua famiglia d’origine e liberarla dalla “tirannia” dell’Orso Anziano. Mette così a punto un piano, aiutato da Franklin ma anche da Benjamin e Holly; questi ultimi, infatti, erano riusciti a nascondersi e non avevano mai veramente abbandonato il loro ingenuo amico.
Riusciranno i nostri eroi a portare a termine la missione? Lo scoprirete soltanto leggendo il tredicesimo capitolo, parte conclusiva del libro.    

Scritto con un linguaggio chiaro e scorrevole, e accompagnato dalle illustrazioni di Michela Nava, il testo tratta di temi importanti, quali famiglia, libertà e amicizia.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Francesca

Nava

Libri dallo stesso autore

Intervista a Nava Francesca


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

E’ colpa del cuore

Indro Pezzolla

Pubblicato nel 1942, "Lo straniero", un classico della letteratura contemporanea, sembra tradurre in immagini quel concetto dell'assurdo che Albert Camus andava allora delineando e che troverà teorizzazione nel coevo "Il mito di Sisifo". Protagonista è Meursault, un modesto impiegato che vive ad Algeri in uno stato di indifferenza, di estraneità a se stesso e al mondo. Un giorno, dopo un litigio, inesplicabilmente Meursault uccide un arabo. Viene arrestato e si consegna, del tutto impassibile, alle inevitabili conseguenze del fatto - il processo e la condanna a morte - senza cercare giustificazioni, difese o menzogne. Come Sisifo, Meursault è un eroe "assurdo": la sua lucida coscienza del reale gli permette di giungere attraverso una logica esasperata alla verità di essere e di sentire. "E una verità ancora negativa," ebbe a scrivere Camus in una prefazione per un'edizione americana dello "Straniero", "senza la quale però nessuna conquista di sé e del mondo sarà mai possibile."

Lo straniero

Camus Albert

IL SIGNORE DI BARCELLONA – di José Lloréns

Claudio Roveri è un informatore medico scientifico. Conduce una vita di apparenze. Apparentemente è un professionista affermato, ha una famiglia felice, nessun motivo per non sentirsi soddisfatto. In realtà le cose non vanno così bene. Claudio Roveri cova il disagio. Odia Bologna, che è diventata una città così diversa da come se la ricordava. Negri, punkabbestia e zingari ai semafori, e quella sensazione di degrado che ha ogni volta che cammina per il centro. Claudio odia, ma non fa nulla. Si rifugia nella famiglia, negli amici di sempre, nel lavoro. Fino a quando decide di reagire, assecondando la sua vera natura. Asciutto, affilato, coinvolgente, “Non fare la cosa giusta” conferma il talento di Alessandro Berselli e la sua capacità di non fermarsi allo sguardo superficiale della contemporaneità.

NON FARE LA COSA GIUSTA

Berselli Alessandro