Libri per ragazzi

Le bellissime avventure di Caterí dalla trecciolina e altre storie

Morante Elsa

Descrizione: Alcune storie per bambini, tra cui ve ne sono anche di inedite, di Elsa Morante raccolte da Giuseppe Pontremoli e illustrate dalla stessa autrice.

Categoria: Libri per ragazzi

Editore: Einaudi ragazzi

Collana: Storie e rime

Anno: 1997

ISBN:

Recensito da Anna Maria Balzano

Le Vostre recensioni

Le bellissime avventure di Caterí dalla trecciolina e altre storie: con questo titolo Einaudi pubblicò nel 1995 alcuni dei racconti che Elsa Morante aveva scritto per i bambini e che erano apparsi a puntate sul “Corriere dei piccoli”, su “Il cartoccino dei piccoli” e su “I diritti della scuola” a partire dagli anni trenta. Per lo stile narrativo la stessa scrittrice avrebbe definito queste novelle “postume” nel senso che mai più avrebbe saputo o potuto scrivere in quel modo. Sono infatti opere scaturite da una penna giovanile, che anticipa però in parte la grande scrittrice degli anni a venire.

I personaggi che popolano questi racconti sono ora bambini, ora fate, ora animali, ora folletti. L’umano e il fantastico si mescolano, come accade nel mondo dei piccoli ed é facile dedurre, ad un’attenta lettura, quanto sia stata grande l’influenza di scrittori quali Carrol, De Amicis,  Barrie fino a Saint Exupéry.

La predilezione della Morante per i più deboli e i più poveri non fu probabilmente colta nel suo contenuto rivoluzionario in un’epoca in cui si preferiva esaltare l’eroismo, l’abnegazione al regime e ai suoi valori, altrimenti probabilmente non ne sarebbe stata permessa la pubblicazione.

Le storie qui raccolte mostrano una grande capacità di narrare con leggerezza di piccoli esseri che non si lasciano corrompere dal potere, anche se, come in tutte le favole, i buoni si contrappongono ai cattivi.

Molto bello il racconto che vede al centro Mariolina, l’unico fiore che diventerà bambina che ha il potere di ricordare ciò che era stata e ciò che era accaduto prima della sua nascita, perché era l’unica che aveva sempre posseduto un cuore. Il cuore dunque diviene sede della memoria, questo dono prezioso che permette di fare tesoro del passato. E Mariolina é circondata da un mondo fantastico, da fate, maghe, animaletti. Il suo antagonista, da cui pure é attratta e a cui pure vuole bene è Daddo, il ribelle e arrogante che si separerà da lei. Ed é proprio in questo personaggio già presente qualche caratteristica del Nino de “La storia”. Si, perché molti dei piccoli protagonisti di questi racconti sono un abbozzo dei grandi personaggi dei romanzi successivi. Così per esempio la “principessa spelduta” che ritroviamo nella storia di Caterina, ricorda da vicino il piccolo Useppe e la sua difficoltà nel pronunciare correttamente le parole. Come in ogni favola ritroviamo un intento moralistico e didascalico, così anche nelle favole della Morante vi é sotteso il tema del valore della famiglia, dell’importanza dell’amore nei rapporti umani, senza cadere in un sentimentalismo deamicisiano, come qualche volta le è stato rimproverato.

____________________________________________

Se “Le bellissime avventure di Caterí dalla trecciolina e altre storie ” risulta essere “fuori catalogo”, segnaliamo che così non è perLe straordinarie avventure di Caterina“: «Carissimi lettori, l’Autrice era una ragazza di circa tredici anni quando scrisse le storie del presente libro, e ne disegnò le figure. A quel tempo, essa non aveva nessun Editore. Aveva due gatti di diversa grandezza, ma di uguale importanza, e un certo numero di fratelli e sorelle minori di lei. Costoro erano gli unici lettori suoi, a quel tempo: e fra quei lettori, pochi ma scelti, le presenti storie ebbero un vero successo».

http://www.lafeltrinelli.it/libri/elsa-morante/straordinarie-avventure-caterina/9788806186326

La redazione di i-libri.com

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Elsa

Morante

Libri dallo stesso autore

Intervista a Morante Elsa


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Una crisi coniugale o familiare costringe tre donne a mettere in discussione la propria vita e il proprio ruolo di madri e di mogli: e da questa confessione a piú voci nasce una riflessione lucida e disincantata sull'universo femminile.

UNA DONNA SPEZZATA

De Beauvoir Simone

I proventi di questo ebook andranno totalmente all’Associazione onlus Franca Cassola Pasquali, una bella realtà che opera sul nostro territorio soprattutto a sostegno della Senologia di Tortona. Otto racconti che hanno per protagoniste altrettante donne. Persone comuni, come lo sono di solito i personaggi delle mie storie, che vivono delle situazioni particolari e che si ritrovano a dover compiere delle scelte, capaci, nel bene e nel male, di condizionare la loro vita. Sono donne ben diverse l’una dall’altra, sia per età che per estrazione sociale, sia per le problematiche del loro vivere che per il modo in cui ognuna le affronta, ma in egual modo ricche di sentimenti e di quella sensibilità speciale che caratterizza l’animo femminile. E’ diversa anche l’atmosfera che si respira nei vari racconti, in alcuni triste se non addirittura tragica, in altri più lieve e persino venata di ironia e di umorismo. E anche lo stile si adatta al contenuto. Ho raccolto i racconti accostandoli a due a due, puntando su un aspetto, che, in qualche modo, accomuna le protagoniste. Filomena e Altea. Essere prigioniere del marito e della casa può risultare orrendo, oppure qualcosa a cui non si vuole rinunciare. Tutto dipende dalla situazione personale. Pinuccia e Teresa. La condizione di suocera non è facile, specie se col marito della propria figlia esiste un feeling decisamente scarso. Anna e Carmela. Un figlio può costituire un problema se se lo si desidera intensamente e ci viene negato, ma anche se una gravidanza inaspettata arriva ad aggiungere difficoltà a una situazione familiare già non facile. Silvana e Angela. Entrambe le protagoniste si rivolgono a una persona cara, la madre e la figlia, e traggono dal loro ottimismo, dalla loro positività, coraggio e speranza.

8 marzo – Storie di donne

Sanna Silvana

Christian insegna letteratura latina cristiana, è ricco e appassionato di cronologia. Giose è stato una meteora della musica punk-rock anni Ottanta, non si è mai preoccupato dei soldi e cucina in modo splendido. Christian è razionale, prudente e talvolta distaccato; Giose è istintivo, esuberante, affettuoso fino all'eccesso. Si amano. Per avere un figlio sono andati fino in Armenia: li è nata Eva. La loro è una famiglia felice, che però si spezza con la morte improvvisa di Christian. Giose non è ritenuto un tutore adeguato e la bambina viene affidata a uno zio. Tre anni dopo Eva è una ragazzina di seconda media, fiera e orgogliosa. Durante un litigio nella metropolitana di Milano spinge un compagno di classe sotto il treno in arrivo. Convinta di averlo ucciso, fugge e raggiunge Giose in un casolare sugli Appennini: con lui risalirà la penisola per affrontare le conseguenze del suo gesto. Durante il viaggio scoprirà molto su se stessa e sui suoi genitori, e conoscerà la storia meravigliosa cui deve la vita.

Sei come sei

Mazzucco Melania G.

Gli ospiti dell’Hotel Haworth hanno trascorso un Capodanno davvero indimenticabile. L’albergo non è tra i più lussuosi, e oltre tutto è in via di ristrutturazione, ma le tariffe, cenone compreso, sono un affare e l’offerta di intrattenimenti ricca e varia. Così una nutrita clientela composta di famiglie con pargoli al seguito, pensionati e coppie più o meno regolari si è ritrovata, la notte del 31, nella sala ristorante dell’albergo per partecipare all’eccitante serata in maschera a tema, questa volta dedicata al «Misterioso Oriente». Alla luce soffusa delle candele, si sono susseguite portate dai nomi pretenziosi, alcol a volontà, giochi e danze, il tutto pervaso dall’allegria un po’ sopra le righe delle feste comandate. Insomma, un vero successo. Ma il programma per il primo dell’anno ha in serbo una sorpresa di troppo per gli ospiti ancora frastornati dai postumi della lunga nottata. In una delle stanze dell’hotel riposa - in eterno - un uomo per il quale l’anno nuovo si è già concluso con un brutale colpo alla testa. Neanche per Morse e Lewis l’anno inizia sotto i migliori auspici, costretti come sono ad abbandonare le innocenti distrazioni delle vacanze natalizie dall’infaticabile quotidianità del male. La caccia all’assassino insinuatosi tra seducenti danzatrici del ventre, finti sceicchi e misteriose donne velate, tuttavia, sarà abbastanza intrigante da non far rimpiangere al capo ispettore l’abituale Quizzone del primo dell’anno al suo pub preferito. Mentre il povero sergente Lewis, strappato al calore della vita familiare, riuscirà a superare la malinconia solo grazie al suo impeccabile senso del dovere e alla ruvida amicizia di Morse. Tra le tante maschere e menzogne che occultano la realtà, non sarà facile per i due poliziotti dare un volto e un nome al cadavere sfigurato della stanza numero 3 e al suo misterioso carnefice.

Il segreto della camera 3

Dexter Colin