Esordienti

Le ceneri dell’esistenza

Dami Jissed Vertiz Lozano

Descrizione:

Categoria: Esordienti

Editore:

Collana:

Anno:

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

Presentazione dell’autore 

Le Ceneri dell’Esistenza è un romanzo che trova differenti ambientazioni, tra cui Auschwitz.

Il libro si apre con la narrazione in prima persona della giovane protagonista Ariel Klaus, appena dodicenne la quale scopre l’amore, quello per Thomas, un ragazzo tedesco orfano e di umili origini.

Tutto sembra andare bene, finché sua madre non le impone di sposare Zaccaria Schmitt, il figlio di un ricco banchiere ebreo. Lei cerca di ribellarsi, ma il destino fa il suo corso sgretolando le sue certezze.

La situazione affonda nell’abisso della disperazione, quando diversi eventi stravolgono la sua vita fino a condurla all’altare dove sposerà Zaccaria. Il suo cuore crolla a pezzi quando decide di dover soffocare il sentimento più grande ed incontenibile che abbia mai vissuto, quello per Thomas, che distrutto per il suo addio si trasferisce altrove per bruciare le radici del suo amore.

Nonostante gli anni siano passati Ariel non riesce a dimenticare Thomas, il suo grande ed unico amore.

Il suo ricordo è vivido nella sua memoria. E’ convinta che quel giovane spensierato che le aveva rubato il cuore, sarebbe rimasto seppellito nel suo passato, finché non attraversa i cancelli di Auschwitz e lo ritrova.

Ma niente è più come prima, perché ha iniziato una guerra contro la sua “razza”, ora è un feroce e assetato di sangue soldato delle SS.

La storia proibita mai narrata prima d’ora nascosta dall’intolleranza e la violenza inaudita celate dietro al cartello Arbeit macht frei.

Un romanzo appassionante, reale e vivo, fatto per incidere il cuore dei suoi lettori.

Un libro scritto per sconvolgere e stravolgere chiunque scorre le sue righe.

BIOGRAFIA DI DAMI JISSED VERTIZ LOZANO

Nasce il 10 Novembre 1994 a Benidorm in Spagna.

Quasi al quarto anno di vita, si trasferisce con la sua famiglia in Italia, a Napoli, dove incomincerà i suoi studi.

Qualche anno dopo si trasferisce in Abruzzo e più tardi in Irlanda ed infine in Colombia, dove finisce le elementari.

All’età di undici anni torna in Italia, vicino Venezia, dove prosegue gli studi. Gran appassionata di musica, pittura, letteratura e cinema, sin da piccola sviluppa un amore viscerale per l’arte .

Amante della notte, scrive dalle undici in poi, ispirata dai grandi classici, come Prokofiev, Shostakovich e Stravinskij. Grande fan di Kubrick, impazzisce per capolavori come Arancia meccanica e Lolita. Ma, la sua passione più grande sono i viaggi, dichiarandosi un cuore zingaro senza meta. In tutti i suoi viaggi non si è mai voluta separare dai suoi libri che ama profondamente. Dalle lunghe letture è nata la sua passione per la scrittura, concludendo a sedici anni il primo libro di genere fantasy, non ancora pubblicato Il Riflesso della Morte. Finito questo incomincia Le Ceneri dell’Esistenza, un romanzo ambientato nella seconda guerra mondiale. Attualmente è al lavoro su due nuovi progetti Ossessioni dal Passato e Mio fratello Caino.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Vertiz

Jissed

Dami

Libri dallo stesso autore

Intervista a Dami Jissed Vertiz Lozano


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Antonio Ligabue, Poe e i delitti della Rue Morgue

L’AMORE E’ UN DIFETTO MERAVIGLIOSO

Simsion Graeme

Avrebbe voluto, per la sua sepoltura, e lo disse, non fiori; bensì piccole ciotole col miglio per gli uccelli... Premio Campiello 1971.

RITRATTO IN PIEDI

Manzini Gianna

"Alessandria finalmente! Alessandria goccia di rugiada. Esplosione di nubi bianche. Sei come un fiore in boccio bagnato da raggi irrorati dall'acqua del cielo. Cuore di ricordi impregnati di miele e di lacrime." Inizia così la storia del Miramar, la pensione di un'eleganza un po' decaduta che conserva le tracce di un passato grandioso sotto le macchie d'umidità. Ma la vera protagonista è Alessandria, che offre un ritratto complesso e profondo dell'Egitto, della sua anima contraddittoria e problematica, con un senso di nostalgia che sa tuttavia mescolarsi al sorriso. Al Miramar i clienti sfilano davanti al lettore, incarnando le diverse anime della società egiziana. In un continuo altalenare tra passato e presente, di voce narrante in voce narrante, sfilano le storie dei diversi ospiti: Amer Wagdi, vecchio giornalista in pensione che ha militato nel partito nazionalista liberale e ora fa ritorno dopo vent'anni al Miramar per stabilirvisi e non ripartire più, l'anziano esponente dell'aristocrazia Tolba Marzuq, il giovane conquistatore Sarhan al-Buheyri, il proprietario terriero Hosni Allam, l'annunciatore di Radio Alessandria Mansur Bahi, oltre alla padrona della pensione, madame Marianna, e alla sua domestica, Zahra, una bella giovane contadina le cui relazioni con gli altri rispecchiano simbolicamente le principali realtà politiche e sociali del paese.

Miramar

Mahfuz Nagib