Narrativa

Le imperfette

De Paolis Federica

Descrizione: Anna sta recitando una parte, ma non lo sa. O forse non vuole saperlo, perché altrimenti dovrebbe chiedersi chi è, e cosa desidera dalla vita. Del resto, ha due meravigliosi bambini, un padre che la adora e un marito chirurgo estetico che è appena diventato primario di Villa Sant'Orsola, la clinica privata di famiglia. Ha anche un amante, Javier, il papà spagnolo di una compagna di scuola del figlio: si incontrano due volte alla settimana in un appartamento che diventa subito uno splendido altrove, un luogo di abbandono. E allora, cos'è che non funziona? I nodi, si sa, presto o tardi arrivano al pettine. Il suo matrimonio, il suo rapporto con i figli, la reputazione della clinica: uno dopo l'altro, tutti i pilastri della sua esistenza iniziano a vacillare. Anna è costretta a fare ciò che non avrebbe mai immaginato: aprire gli occhi e attraversare il confine sottile che separa l'apparenza dalla realtà. Per scoprire che le ferite, anche se fanno male, a volte sono crepe dalle quali può entrare una nuova luce. Con lucidità e una scrittura che non concede niente alla retorica, "Le imperfette" getta uno sguardo su quel groviglio interiore che ci portiamo dentro, dove le bugie che gli altri ci raccontano si mescolano agli inganni dei nostri stessi sensi. Vincitore del premio DeA Planeta 2020.

Categoria: Narrativa

Editore: De Agostini

Collana: Narrativa italiana

Anno: 2020

ISBN: 9788851182472

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Le imperfette

Il premio DeaPlaneta 2020 è stato vinto da Federica De Paolis con Le imperfette, un libro che intriga per il linguaggio scaltro e privo di orpelli, e per una trama dai forti contenuti intimistici che colpiscono al cuore, soprattutto delle donne.

Chi sono le imperfette?

Sono “donne abbienti, grandi ma anche giovani. (…) Le imperfette come le chiamava suo marito. C’era qualcosa di malevolo in quel nomignolo. (…) Per Attilio tutte le donne erano imperfette, tutte erano in cerca di qualcosa che le completasse. (…) era un’inquietudine dell’anima che portava le donne a cercare di migliorarsi, come se la condizione del femminile fosse votata a una ricerca perpetua, una spinta costante.”

Sono donne insicure che si recano alla Villa Sant’Orsola per sottoporsi a interventi chirurgici, per mano di Guido e di Attilio, rispettivamente marito e padre di Anna. Chi è lei? Lei è molteplice, donna, madre di due bambini, con un nuovo giovane amante, Javier, per superare il senso di solitudine e di trascuratezza. Forse anche per dimenticare la consapevolezza di essere situata all’interno di una prigione dorata. Rimasta orfana di madre a due anni, è cresciuta in un limbo prima dal padre, poi dal marito. È, anche lei, un’imperfetta? Forse.
Soprattutto acquista di botto consapevolezza quando il castello si disintegra e crolla davanti ai suoi occhi. Il marito impianta una protesi al seno scaduta a una ricca signora, che esplode. Da lì la denuncia e la caduta negli inferi. Tutto crolla, così Anna: “Non si era accorta che il padre era un dongiovanni, che frodava le clienti, che era malato. Le aveva nascosto tutto, un mondo di omissioni e bugie bianche, menzogne belle e buone.

Fino all’estremo evento, dal quale sarà ancora possibile riemergere?

Il libro coinvolge il lettore nel vortice di una storia narrata sul filo del rasoio. È una vicenda di caduta e di ripresa che non lascia scampo. Una trama ben elaborata e personaggi ben dipinti nei loro aspetti intimi e intimistici caratterizzano una vicenda dei tempi nostri, di rinascita e di superamento. Una nota di positività in tanto grigiore e oscurità. Un premio altamente meritato…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Federica

Paolis

De

Libri dallo stesso autore

Intervista a De Paolis Federica


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Al tenue chiarore della luna, le paludi che circondano la cittadella medievale di Aigues-Mortes restituiscono alle autorità il cadavere di una donna: si tratta di Deanne Bréchet, una giornalista parigina. La polizia concentra subito i sospetti su Fabienne Lacati, una giovane ricercatrice della Sorbona che si trova nel sud della Francia per un convegno sulle crociate. Le due donne, infatti, si conoscevano bene e la sera dell'omicidio molti testimoni le hanno viste litigare furiosamente nella hall dell'albergo. Determinata a provare la propria innocenza, Fabienne scopre che, nelle settimane precedenti, la giornalista era andata spesso in quella enigmatica e affascinante città-fortezza per documentarsi sui Penitenti Grigi, un antico ordine caritatevole che esiste ancora oggi. Ma l'aspetto più inquietante della vicenda è che pure Fabienne è interessata a quella confraternita, e forse non è una coincidenza se, da mesi, le negano il permesso di visitare il luogo dove sono raccolti i registri della congregazione: la Cappella dei Penitenti Grigi. È possibile che Deanne avesse scoperto un segreto scottante, custodito proprio in quella chiesa inaccessibile? La drammatica conferma arriva quando, l'uno dopo l'altro, tutti coloro che Deanne aveva contattato muoiono in circostanze misteriose. Fabienne intuisce quindi di essere in pericolo e, con l'aiuto di Daniele Ferrara, un collega italiano, si convince che l'unico modo per salvarsi la vita è andare a caccia della verità...

La cappella dei penitenti grigi

Luini Lilli

Il carnevale dei delitti

Elpis Bruno

Racconti pregnanti, ambientati nel territorio di Bergamo, città emblema del lavoro, e in Calabria con i suoi paesi di mare e collina e la gente semplice e orgogliosa. Protagonisti di ogni età, in un confronto che è amore per la vita, realtà distanti nella storia e nelle relazioni, con personalità accomunate nei forti sentimenti e negli stupori di fronte al miracolo del divenire. Sono vicende caratterizzate dall'inquietudine e dalla pacatezza, dalla meditazione e dalla vitalità dello spirito. Sono ritratti del cuore e della mente, racconti in cui trovarsi e ritrovarsi. Bergamo e la Calabria, il nord e il sud del Paese, mondi lontani, con tratti comuni e distanze non solo geografiche.

Racconti tra nord e sud

Talarico Olimpio e Mapelli Angelo Maurizio

«Nell’anno 2000. Un giorno di aprile». Siamo sull’East River. Il giovane miliardario Eric Packer sale sulla limousine per andare a tagliarsi i capelli a Hell’s Kitchen, il quartiere dove è nato e cresciuto. È l’inizio di un viaggio che lo porterà ad attraversare Manhattan per andare incontro al proprio destino. Eric Packer non pare intenzionato a uscire dal proprio mondo e, blindato nella limousine su cui viaggia, controlla i mercati finanziari globali da cui è ossessionato, racchiuso nella sua bolla di lusso. Ma il mondo esterno è più forte di ogni suo tentativo di starne alla larga. In un solo giorno, perciò, incontrerà gli uomini e le donne della sua vita, si troverà a partecipare al funerale di un famoso rapper, a un rave party all’interno di un teatro abbandonato, a una protesta no-global repressa con violenza dalla polizia, in una spirale di autodistruzione che sembra non giungere mai alla fine. A nove anni dall’uscita del libro, David Cronenberg porta in concorso a Cannes 2012 Cosmopolis con Robert Pattinson che interpreta il giovane miliardario Eric Packer.

Cosmopolis

DeLillo Don