Narrativa

LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO

Sparks Nicholas

Descrizione: Theresa Osborne, giornalista di Boston, divorziata e madre di un ragazzino dodicenne, raccoglie sulla spiaggia, durante una vacanza, una bottiglia contenente una lettera. Garrett, l'uomo che la firma, ha perso la donna amata e le strazianti parole del suo messaggio insinuano in Theresa una sottile curiosità. Profondamente turbata da emozioni che non riesce a frenare, Theresa si avventura, grazie anche a fortunate coincidenze, in una località turistica della costa alla ricerca del protagonista di questo amore infelice.

Categoria: Narrativa

Editore: Frassinelli

Collana:

Anno: 1998

ISBN: 9788876845369

Recensito da Erica Angelini

Le Vostre recensioni

Ti voglio bene. Te ne voglio tanto da spaventarmi. Era molto tempo che non provavo nulla di simile; mi ero quasi dimenticato di quanto possa essere importante avere un’altra persona. Non credo di poterti lasciar andare e dimenticare, e non lo voglio fare.”

Era il lontano 1998 quando Nicholas Sparks regalò alla letteratura rosa una delle perle più preziose dal titolo originale “Message in a bottle”. Il romanzo venne tradotto in italiano e, con il titolo “Le parole che non ti ho detto”, è considerato tuttora, a distanza di molti anni, uno dei libri più belli di questo filone letterario, grazie alla storia intensa e struggente che narra.

Theresa Osborne è una giornalista di Boston, divorziata e madre di un ragazzino di dodici anni, e durante una vacanza raccoglie sulla spiaggia una bottiglia contenente una lettera. Porta la firma di Garrett, un uomo che – scopre Theresa – ha perso la donna amata; le parole, piene di amore e dolore contenute nel suo messaggio, insinuano in lei una grande curiosità. Profondamente turbata dalle emozioni che questa figura suscita in lei attirandola quasi a sé, Theresa si avventura in una località turistica della costa alla ricerca del protagonista di questo amore.Grazie al destino, che sembra spingere l’uno verso l’altra con la forza del vento, Theresa e Garrett s’incontrano e tra loro sboccia una grande, travolgente passione, che tuttavia non è mai al riparo dalle tempeste della vita, proprio come la barca a vela che Garrett sempre conduce.

Chi ha mai detto che dopo aver scoperto veramente il significato della parola “amore” poi non si possa riviverlo un’altra volta? Anche Garret dovette ricredersi: da quando era morta sua moglie aveva sempre vissuto soltanto insieme a suo padre, il suo negozio e le sue lettere indirizzate a lei, e   non aveva mai nemmeno pensato che, prima o poi, avrebbe potuto incontrare una persona tanto speciale da fargli nuovamente scoprire questo meraviglioso sentimento. Poi l’incontro con Theresa cambierà le cose: anche se sono molto diversi l’uno dall’altra, anche se entrambi hanno perso la fiducia nell’amore, si lasceranno sorprendere e stupire da quel sentimento che ormai credevano perduto. Tra loro inizia una relazione che resiste a tante sfide,fino a quando un improvviso dramma cambia totalmente la loro storia … Ed è a quel punto che l’amore si trasforma in forza e coraggio.

Un libro passionale e intenso, che si distingue per la fragilità e la forza dei veri sentimenti di questa storia piena di speranza e impregnata della magia che avvolge i luoghi segreti del cuore, scritto con lo stile di chi si appresta a diventare un grande scrittore di romanzi, e con l’abilità di chi sa emozionare e parlare al cuore dei lettori.

Agli amanti di questo genere non può non piacere la lettura di questo romanzo che, senza dubbio, riaccende la fiducia nel destino e nella possibilita’, per coloro che sanno amare veramente, di riconoscersi e di incontrarsi, non importa dove e quando…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Nicholas

Sparks

Libri dallo stesso autore

Intervista a Sparks Nicholas

Ciò che avviene fuori di noi può passare senza lasciare traccia, o modificare per sempre la traiettoria della nostra vita. L'autobiografia di ciascun italiano è una scheggia impazzita nell'autobiografia del Paese. "Il 22 giugno 1974, al settantottesimo minuto di una partita di calcio, sono diventato comunista". Sono i Mondiali del '74, ai quarti di finale si gioca una partita storica: Germania Ovest contro Germania Est. Un bambino di dieci anni, seduto davanti alla televisione insieme a suo padre, si rende conto tutt'a un tratto di tifare per la squadra sbagliata. "Mentre lo stadio ammutolisce, tra la poltrona di mio padre e la mia, un piccolo muro, invisibile e incompreso, comincia a venire su, come se fossimo nel centro di Berlino". Francesco Piccolo ha scritto un romanzo personale e politico, divertente, serissimo, provocatorio, per raccontare la storia d'amore irrisolvibile che lega ogni uomo al suo tempo. Perché in fondo la nostra vita è il modo che scegliamo ogni giorno per partecipare al mondo.

Il desiderio di essere come tutti

Piccolo Francesco

Sette racconti

Atti di adorazione

Mishima Yukio

Imperniato attorno a un leggendario brano blues, il racconto parla con la voce di un sedicenne che scopre di avere un difetto irreversibile all’udito. Il suo è un viaggio attraverso la presa di coscienza dell’handicap, ma è anche il cammino di un teenager come tanti, alla ricerca della propria identità. È un’empatia che lo sorregge dove i sensi vengono meno: trasporta lontano e pone un diaframma tra lui e il mondo degli uomini che si muovono in fretta, e coltivano cinici il destino come fosse un’occasione. Il ragazzo osserva, memorizza i suoni per riascoltarli nell’animo e attende il silenzio che verrà, e che forse sarà davvero un’occasione. Lo fa in disparte, perché non ama la compagnia chiassosa e accessoria delle conoscenze di passaggio. L’affiancano gli amici dai quali trae, come dalla musica, l’energia per combattere la deriva. L’amicizia è il sentimento che conforta e dà voce a ogni cosa, mentre sul mondo cade fragile il sipario del silenzio.

La Forma Fragile del Silenzio

Pigola Fabio Ivan

È estate, fa caldo, i turisti sono arrivati e, al commissariato di Perpignan nel sud della Francia, Sebag e Molina, poliziotti disillusi divorati dalla routine, si occupano dei casi in corso senza grande entusiasmo. Ma all'improvviso una giovane olandese viene brutalmente ammazzata su una spiaggia ad Argelès e un'altra sparisce a Perpignan senza lasciar traccia. Ritrovatosi suo malgrado al centro di un gioco diabolico, l’ispettore Sebag, alla mercé di uno psicopatico, metterà da parte preoccupazioni, problemi di cuore e interrogativi esistenziali per salvare ciò che ancora può essere salvato, in special modo la vita della ragazza che sembra essere stata sequestrata da un serial killer. Dovrà dissipare la cortina di fumo formata dai falsi indizi disseminati dal rapitore che lo ha invischiato in un sottile e inquietante gioco del gatto col topo. Con stile serrato e asciutto Philippe Georget riesce a delineare i contorni di una storia appassionante per i meccanismi psicologici che vi sono in gioco e di un personaggio umanissimo (molto bella la sua storia d’amore con la moglie), lontano dal cliché del poliziotto pronto a sacrificare tutto per il proprio lavoro, sullo sfondo della regione del Roussillon, gioiello naturalistico della Francia del sud.

D’ESTATE I GATTI SI ANNOIANO

Georget Philippe