Narrativa

L’ESTATE E’ FINITA

Massaro Rita

Descrizione: Una casa nella campagna siciliana per ricordare quello che è stato e per fare i conti con il presente. L'estate è finita, ma la vita va avanti. Chiara, 17 anni, siciliana. Ogni giorno trascorre identico a quello appena passato, ogni anno le solite vacanze nella solita casa di campagna con i soliti amici, Marta e Valerio. La voglia di qualcosa di nuovo comincia a farsi sentire, il desiderio di amare qualcuno inizia a essere forte. Qualcuno che non sia quel gran bravo ragazzo di Valerio. Non immagina neanche quanto rimpiangerà il vento del cambiamento che la fine dell'estate porta con sé. Chiara, sempre quella Chiara, solo verso i 30 anni. È sola nella vecchia e polverosa casa di campagna in cui era solita passare l'estate. Niente è rimasto come allora, la polvere e il tempo hanno usurato tanto la casa quanto le persone che vi ruotavano attorno. In mezzo a tutto quell'abbandono, l'unica cosa che può fare è guardare dalla finestra e ricordarsi di quelle estati sempre immobili ma così piene di vita. Ancora non sa che aprendo la finestra tornerà quel vento d'estate.

Categoria: Narrativa

Editore: Absolutely Free

Collana: Penelope

Anno: 2011

ISBN: 9788897057376

Recensito da Simona Comi

Le Vostre recensioni

“Ognuno di noi fa di tutto per venire al meglio nelle foto, forse nella segreta speranza di rivedersi un giorno migliore di quello che era”.

 

Chiara, studentessa, quasi trentenne, è alle prese con due estati della sua vita: una passata ed una presente. 

La protoganista del romanzo si fa voce narrante e ci racconta o anche, si racconta, nel ripensare a quella lontana estate che, quasi noiosa nelle sue abitudini e nelle sue certezze, le ha stravolto la vita.

 

Nella villa di campagna di sempre, Chiara incontra, come ogni volta durante il periodo estivo, i suoi amici, fratelli, Marta e ValerioMarta, la migliore amica della protagonista, è una ragazza spigliata con l’ambizione del teatro, Valerio invece, seriamente innamorato di Chiara, è un giovane studente affamato di libri, poltica e cambiamenti sociali. In mezzo a loro, la personalità della giovane protagonista spicca per l’ingenuità e per la visione incantata del mondo.

Un giorno, poi, arriva Luca. Bello, introverso e problematico. Il clima di apparente tranquillità comincia a sfumare, le relazioni tra i vari personaggi si complicano e i tratti peculiari di ciascuno si delineano sempre di più mentre si confrontano e si scontrano l’uno con l’altro. Comincia a diventare sempre più fitta la nube di incomprensioni, di gelosie, di verità scomode e taciute.

 

Attraverso le storie dei quattro ragazzi, vengono fuori anche quelle di altri personaggi come i genitori di Chiara o di Luca, tutte ben intrecciate ed inserite al punto giusto della narrazione.

La ragazza, costretta ad uscire dalla sua visione “pollyannesca” della vita, si scontra fortemente con molte sfaccettature della realtà: l’amicizia, l’amore, la passione, quell’altra strana forma di amore/odio verso i propri genitori, l’ambizione… tutto si muove vorticosamente fino a plasmare la Chiara, apatica e disincantata, che anni dopo ci racconta la sua vicenda.

La protagonista torna nella villa di campagna in cui è cominciato tutto e da cui iniziano a riaffiorare i ricordi, poi una pedalata in bici, come ai vecchi i tempi, e infine una sorprendente scoperta: la sua seconda estate, il suo secondo cambiamento.

 

L’autrice, Rita Massaro, scrive con grande semplicità e scorrevolezza, e forse è proprio questa linearità che appasiona il lettore. Un romanzo “standard”, senza fronzoli, che si propone di raccontare una storia e lo fa nel più genuino dei modi possibili.

“Io cercavo di riempire vorticosamente la mia vita di momenti bellissimi, come se avessi saputo che un giorno o l’altro avrei avuto bisogno di riaprire il cassetto dei ricordi e volevo essere certa di trovarlo pieno”.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Rita

Massaro

Libri dallo stesso autore

Intervista a Massaro Rita


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

L'anonimo protagonista di questo romanzo è il proprietario e l'anima di un'azienda di design per collezioni di moda, carte e oggetti. Lei, Bianca, insegnante di discipline pittoriche in un liceo delle arti, gli propone una serie di suoi disegni ispirati ai fiori. Disegni bellissimi, luminosi, intensi, unici. Lui se ne innamora e, come fa sempre, decide di acquisire non solo l'opera ma anche di sedurre l'artista, singolare e incantevole come quei disegni. Comincia così il corteggiamento, ma presto si accorge di essere lui ad aver bisogno di lei, conquistato e allo stesso tempo sconcertato dalla sua purezza quasi spirituale, dalla sua natura appassionata ed esigente, dalla gratuità dei suoi gesti, dalla sua vita con il figlio Gabriele in una casa piena di piante e di acqua che fa pensare a un paradiso. Ma il suono dell'acqua occorre saperlo ascoltare..

Una storia quasi perfetta

Veladiano Mariapia

«David Golder è un libro che gronda odio, soprattutto verso il denaro e tutto ciò che può essere trasformato in denaro, oggetti e sentimenti, e verso le forme infinite che il denaro può assumere. Oggi, non ci rendiamo conto di cosa sia stato il denaro nel diciannovesimo secolo, o nella prima parte del ventesimo: una fiamma ardentissima, una colata di sangue disseccata, sbarre d’oro sciolte e di nuovo pietrificate. Diventava eros, pensiero, sensazioni, sentimenti, fango, abisso, potere, violenza, furore, come nella Comédie humaine ... David Golder è un libro durissimo e secchissimo, che incide di continuo terribili ritratti, che in parte ricordano la memorialistica e la tradizione aforistica francese».

DAVID GOLDER

Némirovsky Irène

Il vecchio della montagna

Deledda Grazia

In che modo un viaggio organizzato alle Hawaii può trasformarsi in un moderno pellegrinaggio verso il Paradiso. Anche Bemard Walsh, ex prete di cattolicissima famiglia irlandese, fa parte del gruppo di turisti diretti a Honolulu, ma il suo non è un viaggio di piacere: deve accompagnare il vecchio padre al capezzale di una zia malata. Lo scenario si sposta quindi dalla grigia depressione provinciale di Rummidge al lussureggiante splendore dei mari del Sud, dove tutto è lecito. Dove persino Bernard riuscirà a liberarsi dai vincoli della gretta educazione cattolica e scoprire le delizie dell'amore. Alla vicenda di Bernard fanno da sfondo quelle dei personaggi minori... Alla fine, per tutti le assolate spiagge di Waikiki rappresenteranno il Paradiso perduto e ritrovato.

Notizie dal paradiso

Lodge David