Narrativa

L’ESTATE E’ FINITA

Massaro Rita

Descrizione: Una casa nella campagna siciliana per ricordare quello che è stato e per fare i conti con il presente. L'estate è finita, ma la vita va avanti. Chiara, 17 anni, siciliana. Ogni giorno trascorre identico a quello appena passato, ogni anno le solite vacanze nella solita casa di campagna con i soliti amici, Marta e Valerio. La voglia di qualcosa di nuovo comincia a farsi sentire, il desiderio di amare qualcuno inizia a essere forte. Qualcuno che non sia quel gran bravo ragazzo di Valerio. Non immagina neanche quanto rimpiangerà il vento del cambiamento che la fine dell'estate porta con sé. Chiara, sempre quella Chiara, solo verso i 30 anni. È sola nella vecchia e polverosa casa di campagna in cui era solita passare l'estate. Niente è rimasto come allora, la polvere e il tempo hanno usurato tanto la casa quanto le persone che vi ruotavano attorno. In mezzo a tutto quell'abbandono, l'unica cosa che può fare è guardare dalla finestra e ricordarsi di quelle estati sempre immobili ma così piene di vita. Ancora non sa che aprendo la finestra tornerà quel vento d'estate.

Categoria: Narrativa

Editore: Absolutely Free

Collana: Penelope

Anno: 2011

ISBN: 9788897057376

Recensito da Simona Comi

Le Vostre recensioni

“Ognuno di noi fa di tutto per venire al meglio nelle foto, forse nella segreta speranza di rivedersi un giorno migliore di quello che era”.

 

Chiara, studentessa, quasi trentenne, è alle prese con due estati della sua vita: una passata ed una presente. 

La protoganista del romanzo si fa voce narrante e ci racconta o anche, si racconta, nel ripensare a quella lontana estate che, quasi noiosa nelle sue abitudini e nelle sue certezze, le ha stravolto la vita.

 

Nella villa di campagna di sempre, Chiara incontra, come ogni volta durante il periodo estivo, i suoi amici, fratelli, Marta e ValerioMarta, la migliore amica della protagonista, è una ragazza spigliata con l’ambizione del teatro, Valerio invece, seriamente innamorato di Chiara, è un giovane studente affamato di libri, poltica e cambiamenti sociali. In mezzo a loro, la personalità della giovane protagonista spicca per l’ingenuità e per la visione incantata del mondo.

Un giorno, poi, arriva Luca. Bello, introverso e problematico. Il clima di apparente tranquillità comincia a sfumare, le relazioni tra i vari personaggi si complicano e i tratti peculiari di ciascuno si delineano sempre di più mentre si confrontano e si scontrano l’uno con l’altro. Comincia a diventare sempre più fitta la nube di incomprensioni, di gelosie, di verità scomode e taciute.

 

Attraverso le storie dei quattro ragazzi, vengono fuori anche quelle di altri personaggi come i genitori di Chiara o di Luca, tutte ben intrecciate ed inserite al punto giusto della narrazione.

La ragazza, costretta ad uscire dalla sua visione “pollyannesca” della vita, si scontra fortemente con molte sfaccettature della realtà: l’amicizia, l’amore, la passione, quell’altra strana forma di amore/odio verso i propri genitori, l’ambizione… tutto si muove vorticosamente fino a plasmare la Chiara, apatica e disincantata, che anni dopo ci racconta la sua vicenda.

La protagonista torna nella villa di campagna in cui è cominciato tutto e da cui iniziano a riaffiorare i ricordi, poi una pedalata in bici, come ai vecchi i tempi, e infine una sorprendente scoperta: la sua seconda estate, il suo secondo cambiamento.

 

L’autrice, Rita Massaro, scrive con grande semplicità e scorrevolezza, e forse è proprio questa linearità che appasiona il lettore. Un romanzo “standard”, senza fronzoli, che si propone di raccontare una storia e lo fa nel più genuino dei modi possibili.

“Io cercavo di riempire vorticosamente la mia vita di momenti bellissimi, come se avessi saputo che un giorno o l’altro avrei avuto bisogno di riaprire il cassetto dei ricordi e volevo essere certa di trovarlo pieno”.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Rita

Massaro

Libri dallo stesso autore

Intervista a Massaro Rita

"Seduto di fronte alla sua esistenza densa di avventure come un romanzo, ho ascoltato i racconti di mio padre con la devozione di un figlio che compie i primi passi stringendo la mano di chi lo guida. Senza sapere se mai avrei trovato il coraggio di aprire questo ripostiglio così intimo da diventare, paradossalmente, universale. Forse è solo la presunzione a farci credere che ogni nostra avventura sia degna di nota. Eppure, mentre ascoltavo i suoi racconti, ho provato spesso a chiudere gli occhi per condividere con lui la paura del buio e perché la fantasia potesse regalarmi immagini sempre più vive. E le immagini tornano a vorticare ricche di colori sfavillanti, come quelli di un'esistenza unica, in un Paese che, nello sforzo di crescere, regalava opportunità da cogliere come fiori dalla vita breve. La storia di mio padre, Albino Buticchi, è una storia singolare e avventurosa. Questa storia nasce, infatti, quasi dal nulla come tante altre che, insieme, hanno fatto l'Italia. Una storia semplice, in una Casa di mare..." Marco Buticchi

Casa di mare

Buticchi Marco

Vent'anni dopo "Woobinda", Aldo Nove ritorna con "Anteprima mondiale". Vent'anni in cui tutto è cambiato senza tradire le profetiche premesse che infiammarono allora pubblico e critica. Nove racconta un mondo mutato per sempre, giunto oggi a un punto di saturazione, e gioca la carta più difficile: descrivere con ironia e compassione una deriva che non risparmia niente e nessuno, se non un residuale senso di umanesimo a cui possiamo ancorare le nostre speranze per il futuro. "Anteprima mondiale" fa ridere e al tempo stesso tocca le nostre inquietudini più profonde, riuscendo nel paradosso di trasformare, grazie alla letteratura, ciò che ci fa spavento in qualcosa di sorprendentemente comico.

Anteprima mondiale

Nove Aldo

Quando è avvenuto l’incidente, sua sorella era sul punto di rivelargli un segreto… Adesso è gravemente ferita e mentre aspetta, angosciato, che lei esca dalla sala operatoria, Antoine fa un bilancio amaro della sua vita: la moglie l’ha lasciato, i figli adolescenti gli sfuggono, i lavoro non lo soddisfa più, il padre è ormai anziano e tirannico… Come ha fatto ad arrivare fino a questo punto? E quale segreto stava per confidargli Mélanie? Antoine si sente schiacciare dal peso del passato, ma riceverà un aiuto inatteso nella sua ricerca della verità da Angèle, una persona molto particolare…

SEGRETI DI FAMIGLIA

De Rosnay Tatiana

Che si tratti del sagrato di Santa Maria in Vado o dell'antica Biblioteca Ariostea, a Ferrara, la morte sa dove dare appuntamento senza risultare invadente. Probabilmente le dipartite letterarie sono le poche ad avere un senso: avviano il meccanismo di una trama e in qualche caso ne sono la soluzione ultima. Che siate accaniti lettori di noir o che questa sia la vostra prima volta, scoprirete che nella vita e nella morte c'è sempre un pizzico d'ironia che spesso risulta salvifica. Magari non per la vittima predestinata - dal fato e dall'autore - ma certamente per il lettore che, in quanto tale, deve ritenersi complice di ogni delitto qui narrato.

Lamé. Delitti in abito buono

Conventi Gaia