Libri per ragazzi

L’India dei bambini

Sabbatini Emanuela

Descrizione:

Categoria: Libri per ragazzi

Editore: Curcio

Collana: Curcio Kids

Anno: 2018

ISBN: 9788868682996

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

L’India dei bambini è il nuovo libro, edito da Armando Curcio Editore, scritto da Emanuela Sabbatini, Presidente di AFLIN – Filo di Luce India ONLUS.

Queste le parole dell’autrice:

“Diciamo che il libro “L’India dei bambini” non è un libro auto celebrativo, anche se sono io l’autrice, ma è un libro che fa parte di un  progetto più ampio di AFLIN che vede in prima linea i bambini.

È un libro che nasce dalla consapevolezza che per un bambino il ricordo della favola è qualcosa con cui crescere e per raccogliere le tradizioni orali che altrimenti con il tempo andrebbero perse. 

In India, infatti, molti bambini non conoscono le favole e crescono troppo in fretta, non vivendo in pieno la loro età.

Le tradizioni sono le storie di un popolo, di una civiltà e vanno rispettate.  Vanno secondo me condivise per creare quel filo che unisce  poi tutti i popoli del mondo senza differenza di razza, di colore, di  religione.  Questo libro vuole essere, pertanto, integrazione che parte dai bambini, per i bambini.

È un libro particolare, è un lavoro fatto con semplicità che inverte il punto di vista classico. I bambini indiani donano le loro storie e le loro favole ai bambini italiani: chi ha meno dona qualcosa a chi ha di più. Dona qualcosa di semplice ma di estremamente prezioso, ovvero le proprie radici e i propri valori.

L’Armando Curcio Editore ha accettato subito la nostra proposta e con grande  entusiasmo ha seguito passo dopo passo la realizzazione del libro. A ogni favola è abbinata una illustrazione grazie al contributo di Lorenzo Santinelli, un giovane artista.”

Le  favole sono sedici, scritte in lingua originale dai bambini indiani e tradotte in lingua italiana dalla traduttrice Seema Chari, grazie al contribuito del nostro Ambasciatore Italiano a Delhi, Lorenzo Angeloni.

Tutti i proventi de L’India dei bambini saranno devoluti per sostenere le attività di AFLIN – Filo di Luce India Onlus.

Il sito web di Emanuela Sabbatini

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Emanuela

Sabbatini

Libri dallo stesso autore

Intervista a Sabbatini Emanuela

La sanguinosa estate in cui l’ex ispettore di polizia Herman D’Amore e i suoi due colleghi Walter Canzio e Gaetano Brugliasco hanno sfiorato la morte nel tentativo di fermare un feroce assassino è passata, ma il vero responsabile degli atroci delitti che hanno sconvolto le loro esistenze e le loro carriere è ancora a piede libero e non ha mai smesso di uccidere. Mentre si avvicinano le feste, in una Roma di strade bagnate e addobbi natalizi stretta nella morsa di un freddo cane, la caccia privata del terzetto non conosce soste. È un’impresa rabbiosa e disperata, non solo perché il Mostro che ogni notte infierisce sulle sue vittime con indicibile efferatezza è un personaggio potente, protetto ai più alti livelli, ma anche perché il contatto con il Male non ha lasciato immuni nemmeno loro. Le ossessioni a cui Herman cerca di sfuggire rifugiandosi nel sesso, la lotta contro la malattia di Walter e quella con la propria coscienza del commissario Brugliasco s’intrecciano con la missione di giustizia omicida che hanno giurato di portare a termine a ogni costo, nonostante le ripercussioni che ciò sta avendo sulla loro vita e su quella delle persone a loro più care. E sull’intera vicenda si stende il velo nero del sospetto che uno dei tre possa essere a sua volta un serial killer, lo spietato giustiziere conosciuto come il Fiocina. Natale sta arrivando, ma porta doni che grondano sangue.

Come si uccide una coccinella

Cimpanelli Roberto

Il sorriso degli dei

Nievo Stanislao

La vita di Violette è uguale a quella di tante bambine. Due fratelli, Jean e Augustin, una madre premurosa, un padre completamente assorbito dal lavoro. Un cane, Javert, conosciuto per caso e amato all’istante. E tante case: la prima a Roma, poi a Parigi, infine a Plouzané, in Bretagna, a pochi metri dal mare, il posto migliore per curare le ferite dei sogni non realizzati. Le giornate di Violette corrono leggere, come quelle di tanti bambini, tra passeggiate, chiacchiere, giochi e letture. Le notti sono diverse. Perché Violette non dorme, cammina al buio, i piedi scalzi, l’abito celeste. Riempie le ore contando i libri dei genitori, tremilaottocentosettantotto per l’esattezza, sistema tutti i ricordi nel ricordario, per non perderli più. E ogni giorno guarda il mondo e lo vede cambiare, le persone vanno a una velocità differente, crescono, invecchiano, spariscono. Invece lei rimane sempre la stessa, le stesse mani, lo stesso viso. Perché Violette è la bambina che non c’è. Non è mai nata, è il desiderio perfetto di tutti loro, mamma, papà, Jean e Augustin. Eppure vive, ride, corre, esiste, almeno fino a quando qualcuno continuerà a pensarla. Sulla linea sottile che divide la realtà dal sogno Violette ci racconta un mondo normale e fantastico con una leggerezza pensosa, raccogliendo gli attimi, le emozioni, e i gesti che nessuno riuscirebbe mai a pensare.

Voglio vivere una volta sola

Carofiglio Francesco

Ci sono mondi che da lontano sembrano brutti e grigi. Mondi poveri, in cui il cibo era poco, in cui la libertà di scelta era poca, in cui la fatica sembrava non finire mai. Eppure, proprio di questi mondi, pur ricordandone tutte le ombre, decenni dopo si sente nostalgia, si avverte la mancanza. Confrontata all’anonimato consumistico contemporaneo, la Russia d’un tempo, la Grande Russia del socialismo, rappresentava una fede, una identità, una sfida. Attraverso le testimonianze di decine e decine di donne e uomini che hanno attraversato e creduto alla Perestrojka, Svetlana Aleksievic ci racconta l’utopia di un mondo finito, che non ha saputo restituire al suo popolo l’orgoglio di un tempo.

Tempo di seconda mano

Alesksievič Svetlana