Romanzo storico

L’inverno del mondo

Follett Ken

Descrizione: Berlino nel 1933 è in subbuglio. L'undicenne Carla von Ulrich, figlia di Lady Maud Fitzherbert, cerca con tutte le forze di comprendere le tensioni che stanno lacerando la sua famiglia, nei giorni in cui Hitler inizia l'inesorabile ascesa al potere. Insieme a lei, tanti altri personaggi, Ethel Leckwith e suo figlio Lloyd, Volodja Peskov, destinato a un brillante futuro nei servizi segreti sovietici, e sua cugina Daisy, brillante frequentatrice dell'alta società, i due fratelli americani Woody e Chuck Dewar... Il destino li metterà a dura prova, così come le vite e le speranze di tanti altri verranno annientate dalla più grande e crudele guerra nella storia dell'umanità, che si scatenerà con violenza da Londra a Berlino, dalla Spagna a Mosca, da Pearl Harbor a Hiroshima, dalle residenze private alla polvere e al sangue delle battaglie che hanno segnato l'intero secolo.

Categoria: Romanzo storico

Editore: Mondadori

Collana: Omnibus

Anno: 2012

ISBN:

Recensito da Diego Manzetti

Le Vostre recensioni

Jackie Cooper, che ha recensito il libro per l’Huffington Post, ha intitolato il proprio articolo: Winter of the World Is Well Worth the Wait (L’Inverno del mondo vale bene l’attesa).
Il critico si riferisce ai due anni passati tra la pubblicazione de La caduta dei giganti e l’uscita in libreria di questo secondo volume della trilogia “The Century”. Posso confermare senza dubbio che l’attesa è certamente valsa il piacere di leggere questa nuova opera di Follett.

Protagoniste di questo secondo episodio della saga sono sempre le cinque famiglie del primo libro, che questa volta vivranno i momenti drammatici che vanno dall’ascesa di Hitler al potere, sino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, con le violenze brutali perpetrate prima dai nazisti e poi dalle truppe russe dopo la conquista di Berlino.
La giovane Carla von Ulrich, che in prima persona vive con la propria famiglia gli eventi del 1933, quando le camice brune di Hitler diffondono il terrore nella Germania; lo studente Lloyd Williams (figlio di Ethel – del primo libro), che lascia Londra per combattere i fascisti in Spagna – e accorgersi poi di quanto brutali siano anche le truppe sovietiche presenti in Spagna; Daisy Peskov (figlia di Lev – del primo libro), che si trasferisce nel Regno Unito alla ricerca di quel riconoscimento sociale che i soldi del padre non sono stati in grado di darle negli Stati Uniti, e che finisce per sposarsi con l’erede della famiglia Fitzherbert, filo fascista.
Anche qui le sorprese – come i colpi di scena – sono sempre dietro l’angolo. Ancora una volta l’autore è riuscito a creare un complicatissimo intreccio, calandolo in un contesto storico descritto con molta accuratezza.
Nel corso di un incontro durante il quale ho avuto il piacere di poter parlare con Follett, l’autore ha sottolineato come le ricerche dietro ogni suo libro richiedano interi mesi e il supporto di molti collaboratori, che, raccogliendo il materiale, consentono allo scrittore di immergersi nel periodo storico nel quale i fatti narrati hanno avuto luogo. D’altronde non avrebbe potuto essere che così, vista la precisione delle descrizioni e la capacità di far vivere al lettore l’emozione di fatti tanto drammatici.
Cosa attenderci dal prossimo volume? Come Follett ci ha confermato, il terzo e ultimo libro della trilogia avrà come argomento-chiave la guerra fredda e si concluderà con la caduta del muro di Berlino.
Non ci resta quindi che pazientare, considerando che la scrittura è già in fase avanzata, per cui, salvo intoppi, potremo quanto prima leggere la nuova parte di questa impressionante saga a cui Follett è riuscito a dar vita.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Ken

Follett

Libri dallo stesso autore

Intervista a Follett Ken


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Pierre Boileau e Thomas Narcejac si incontrano alla fine degli anni Quaranta e prendono quasi immediatamente la decisione che farà di loro una delle coppie più famose della letteratura francese, e non solo: quella di realizzare "qualcosa di radicalmente nuovo", inserendo "nel genere poliziesco i temi di quello fantastico". Nei Diabolici compaiono alcuni dei Leitmotiv della loro sterminata, formidabile produzione: l’ambientazione provinciale e piccolo-borghese, il realismo psicologico, la suspense – e soprattutto l’inversione dei ruoli: in un’autentica spirale di angoscia, l’assassino si trasforma in una vittima braccata dalla defunta.

I diabolici

Boileau Pierre, Narcejac Thomas

Camilla è una giovane ragazza che vive in una piccola città di provincia dell'Italia centrale. Non la si può definire certo una bellezza. Anzi è solo un'altra ragazza invisibile. Dopo la maturità in un istituto tecnico in cui si è diplomata come segretaria d'azienda, non ha conservato le amicizie. Camilla ha un dono che ancora non conosce. Porta fortuna a chi le sta intorno e, involontariamente, realizza dei piccoli sogni. Per se stessa Camilla non desidera troppo. Sa che non avrà accanto un ragazzo bello come quelli della televisione o come Bruno, il figlio del padrone della fabbrica di infissi per cui lavora. Bruno è un ragazzo gentile, sembra avere la testa sulle spalle e, soprattutto, ha due occhi che quando Camilla li incrocia, deglutisce a fatica. Non è una sorpresa per la timida Camilla scoprire che il giovane è fidanzato, ovviamente con la più bella ragazza della provincia. Un giorno per lei arriva l'occasione di cambiare vita. Roma e un futuro diverso da immaginare. Nella grande città trova lavoro come impiegata alle poste e, anche lì, dispensa frammenti di fortuna a tutta la gente che comincia a conoscerla e a volerle bene. Camilla non legge tanti libri ma ogni mattina, prima di andare a lavoro, apre una pagina a caso di un fotoromanzo e ci punta sopra il dito. La frase pronunciata dall'attore o dall'attrice di turno, su cui cade il suo indice, le farà da guida per tutta la giornata. Una mattina l'interprete di Passione senza confini ha sentenziato che "l'amore arriva senza avvertire"...

Camilla portafortuna

Ceccarelli Stefano

Premio a Castel Govone

Gerusalemme, 7 aprile dell’anno 30: Gesù viene crocifisso sul Golgota e deposto in una tomba poco distante. Secondo le testimonianze riportate nei Vangeli, il corpo resta nel sepolcro per circa quaranta ore, dalla sera di venerdì fino all’alba di domenica 9 aprile. Quella mattina, alcune donne che avevano assistito alla crocifissione si recano sul posto per rendergli omaggio, ma con loro grande stupore trovano una tomba vuota. Cos’è accaduto durante questo lasso di tempo? Tante sono le ipotesi, alcune delle quali si fondano sull’idea che il cadavere di Gesù sia stato trafugato. Eppure un’altra teoria, meno nota, vuole far luce su quanto sarebbe accaduto dentro il sepolcro. I Vangeli tacciono completamente su questo punto. Ma oggi, sulla base di alcune prove archeologiche e nuovi risultati scientifici, è possibile indagare più a fondo su tale mistero. Subito dopo la morte, Gesù inizia un viaggio in un altro mondo, in un’altra dimensione. Un viaggio che nasconde ancora un grande segreto da svelare…

IL LIBRO SEGRETO DI GESU’

Venturini Simone