Letteratura inglese

LA LISTA NERA

Forsyth Frederick

Descrizione: Tutto ha inizio con una lista di nomi. Non sono nomi qualunque, ma quelli di pericolosi terroristi che minacciano la sicurezza internazionale tanto da dover essere eliminati uno a uno. Solo sette persone nelle segrete stanze di Washington conoscono l¿esistenza della "lista nera", tra queste il presidente degli Stati Uniti. La minaccia è reale, ma deve rimanere top secret o si scatenerà il panico. Il primo di questi nomi è anche il più temibile: "il Predicatore", un fondamentalista islamico senza scrupoli che ha come unico scopo la distruzione degli infedeli. Incita all'odio attraverso messaggi che diffonde tramite il web e riesce a raccogliere attorno a sé una folla di proseliti che scatenano una serie incontrollabile di eventi mortali. Gli omicidi si moltiplicano, non solo negli Stati Uniti ma anche sul territorio inglese, dove cadono altre vittime. Troppe. Solo un uomo può compiere quella che sembra una missione impossibile: l'ex marine Kit Carson, soprannominato "il Segugio", che viene prontamente incaricato di trovare e uccidere il responsabile di quell'inferno. Kit, però, non sa che faccia abbia il suo nemico, dove si nasconda e quale sia il suo vero nome. Sarà un giovane ed espertissimo hacker a rintracciare per lui le postazioni del Predicatore e dei suoi complici utilizzando solo la tecnologia. Si scatena così una guerra tra due schieramenti, totalmente diversi tra loro ma con un obiettivo comune: la distruzione dell'avversario. Con La lista nera Frederick Forsyth si riconferma un maestro del genere firmando un thriller che non lascia scampo, in cui attualità e fiction si mescolano grazie a un eccellente lavoro di documentazione che svela i retroscena dei servizi segreti britannici, americani, pachistani e israeliani.

Categoria: Letteratura inglese

Editore: Mondadori

Collana: Omnibus

Anno: 2013

ISBN: 9788804633631

Trama

Le Vostre recensioni

Ho letto questo nuovo libro di Frederick Forsyth in vista di un incontro con l’autore organizzato da Mondadori.

La trama è molto semplice.

Un predicatore islamico pubblica sulla rete dei sermoni che incitano i seguaci ad assassinare personaggi di spicco del mondo occidentale. A seguito di una serie di omicidi, viene affidato al tenente colonnello Carson, chiamato il Segugio, l’incarico di rintracciare il predicatore e assicurarsi che non prosegua nella sua attività.

Da qui inizia il gioco più classico dello spionaggio (post guerra fredda e post 11 settembre). Contatti tra varie agenzie di intelligence, intercettazioni, intrusioni informatiche, droni, e tutto quello che ci si potrebbe attendere in vista del migliore finale possibile.

C’è però qualcosa di più di questo. Non si tratta della solita storia di terrorismo ed omicidi. O meglio, non è solo questo.
Nel libro spicca chiaramente la volontà dell’autore (ulteriormente espressa nel corso dell’intervista) di mostrare al mondo il volto buono di una religione, l’Islam, che non predica morte e guerre. Questo suo messaggio Forsyth lo fa passare per il tramite di uno studioso islamico, un professore. Quest’ultimo prevede scenari devastanti per la sua amata religione, che non è più in grado di riconoscere. Ci illustra come i testi sacri siano stati male interpretati, strumentalmente, per raggiungere fini non ben determinati.

La storia, nel classico stile dell’autore, è narrata con linguaggio giornalistico, molto chiaro. L’introduzione dei personaggi chiave, che occupa non poco spazio, ci consente di conoscerli e di immedesimarci in loro (anche nei “cattivi”) nel corso della storia.

Detto questo, certamente la storia non brilla per originalità. Allo stesso modo però realizza perfettamente lo scopo per il quale è stata scritta. Gli appassionati di Forsyth non ne saranno delusi.

Anche qui, come per le sue precedenti opere, l’autore ha speso molte energie nella fase di ricerca, passando anche tre giorni a Mogadiscio per meglio conoscere la città ove parte della storia è ambientata. Le descrizioni sembrano accurate e le situazioni sono molto plausibili. Nulla è lasciato alla pura fantasia. Ogni elemento narrativo è abilmente calato in un contesto reale, rafforzandone l’impatto sul lettore.

Nel complesso, ho trovato la lettura abbastanza coinvolgente. Non posso definirmi un esperto di questo autore, non conoscendo tutte le sue opere precedenti. Il giudizio su quest’ultima è però certamente positivo.

Vi invito a leggere il resoconto dell’incontro con l’autore, che trovate nella sezione interviste.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Frederick

Forsyth

Libri dallo stesso autore

Intervista a Forsyth Frederick


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due diverse squadre nella stessa banca d'affari, tra di loro la competizione è altissima e i colpi bassi e le scorrettezze non si contano. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, i due sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: la gestione dei capitali di un facoltoso e nobile cliente. E così si ritrovano a passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l'orario d'ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di tutta Londra e le sue accompagnatrici non passano mai inosservate: basta un'innocente serata trascorsa a uno stesso tavolo perché lui e Jennifer finiscano sulle pagine di gossip di un giornale scandalistico. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con Jenny hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca col facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ma ben presto portare avanti quello che per Jenny sembrava un semplice accordo di affari si rivela più complicato del previsto.

TI PREGO LASCIATI ODIARE

Premoli Anna

Inghilterra, 1915. Come ogni mattina, Julia compie i rituali dell’attesa: lucida la casa alla perfezione, indossa l’abito più elegante che possiede e si acconcia i capelli, accorda il violoncello e poi si siede alla finestra. E aspetta. Aspetta che la promessa venga mantenuta, che suo marito Peter torni dal fronte. Anche Nadine aspetta, ripensando a quell’amore tenero e spensierato sbocciato a Londra, sotto la neve d’inverno. Quello che prova per Riley è un amore impossibile, contrastato aspramente dai genitori di Nadine. Ed è proprio per conquistarli che Riley è partito per il fronte, quella guerra lampo che, dicevano tutti, sarebbe durata soltanto un inverno. Ma l’inverno si era sbagliato. Rose non ha tempo di aspettare. Infermiera in prima linea nel conflitto, ha visto troppi uomini feriti nel corpo quanto nell’anima aspettare soltanto una cosa, la morte. E c’è un filo sottile, fragile e capriccioso, fatto di messaggi dalla trincea, che Rosa ha visto troppe volte spezzarsi. Julia, Nadine e Rosa sanno che questa maledetta guerra è una lunga attesa, ma unite dalla medesima determinazione e dall’imprevedibilità del destino scopriranno che quest’attesa può essere interrotta solo in un modo: con il coraggio dei loro cuori.

L’INVERNO SI ERA SBAGLIATO

Louisa Young

The poetry of Menotti Lerro

Mangham Andrew

Attraverso dodici affreschi, tracciati come pennellate su tele, l'autore ci traghetta in un viaggio tra i sentieri dell'amore, verso situazioni d'analisi introspettiva e, talvolta, di disagio interiore. Perché amare è gioire e piangere. Benedire e maledirsi. Sussurrare e strillare. Sanguinare e curarsi. Sussultare e lenirsi. Perché amare...

L’amore dietro ogni cosa

Di Matteo Simone