Giallo - thriller - noir

L’OMBRA DELLA VERITA’

Slaughter Karin

Descrizione: Alcune giovani donne di Atlanta sono morte per mano di un killer che firma la sua opera con un unico agghiacciante atto di mutilazione. La polizia scatena una caccia frenetica, guidata da un detective con una lunga esperienza: lui si chiama Michael Ormewood e deve risolvere al più presto il caso, anche se il suo matrimonio sta vacillando e il temperamento esplosivo ne sta minacciando la carriera. Si aggiunge anche Angie Polaski, una poliziotta sexy ed ex amante di Michael, e un ex galeotto che si mette per caso sulle tracce del killer e che potrebbe diventare la chiave risolutiva del caso.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: TimeCrime

Collana:

Anno: 2012

ISBN: 9788866880004

Trama

Le Vostre recensioni

 

Immaginate di apprestarvi a ricomporre un puzzle, uno di quelli da ennemila pezzi, senza sapere quale disegno andrete a ricostruire. Immaginate di dover affrontare la certosina ricostruzione avendo come unica certezza la coscienza che quello che otterrete alla fine sarà un’immagine di straordinario impatto che vi ripagherà del tempo che le avrete dedicato.

L’ombra della verità (Triptych) è questo. Un complesso ed emozionante intrigo di vicende e personaggi che sembrano distanti anni luce l’uno dall’altro, ma che alla fine si rivelano indissolubili e, ognuno a suo modo, indispensabili per giungere alla stravolgente conclusione.

Karin Slaughter è una narratrice lucida e risoluta. Non ha paura di affrontare la descrizione di argomenti e situazioni difficili. Lo fa con determinazione e con un linguaggio diretto, a tratti crudo, catapultando il lettore all’interno delle vicende e rendendolo partecipe, regalandogli la sensazione di poter intervenire in aiuto dei protagonisti.

La trama è apparentemente semplice: Una donna viene trovata uccisa sulle scale di casa. E’ stata violentata e orrendamente mutilata. A indagare sull’omicidio viene chiamato Michael Ormewood, agente della polizia di Atlanta. Il caso è già di per se orribile, ma diviene angosciante quando poche ore dopo anche una vicina di casa dell’agente Ormewood viene brutalmente uccisa in modo analogo. Le prime indagini conducono ad altri casi simili verificatisi nello stato, così Michael viene affiancato dall’agente speciale Will Trent del Georgia Bureau Investigation. Si scoprirà in breve che alle molte similitudini che accomunano i delitti, si affiancano altrettante discrepanze che portano gli investigatori a formulare nuove ipotesi e intravedere scenari diversi da quelli iniziali. I protagonisti si troveranno ad affacciarsi su un panorama inaspettato d’intrecci e vicende legate a un passato orribile e impossibile da dimenticare. Un passato che non perdona e non lascia scampo neanche al lettore che avrà come unica via d’uscita il seguire Will Trent e Ormewood fino all’ultima rivelazione della loro avventura.

Karin Slaugter è nata negli Stati Uniti, in una piccola comunità della Georgia, nel 1971. Scrittrice da sedici milioni di copie vendute nel mondo e tradotte in trenta lingue, esordisce come Crime Writer con il romanzo “Blindsighted”, capostipite della serie di Grant Country, ottenendo il successo internazionale e il titolo di “miglior opera prima Thriller” del 2001. Con “L’ombra della verità” inaugura la serie dedicata a Will Trent che ritroveremo anche in “Fractured” (2008), classificatosi primo nelle vendite del Regno Unito, “Undone” (2009) che riunisce Trent con la serie di Grant Country, e “Fallen” (2011).

Oggi la Slaughter risiede ad Atlanta, per sua stessa ammissione la città che ama di più in assoluto, e fa parte dell’associazione “Save the Libraries” che promuove l’apertura di una biblioteca pubblica nella contea di DeKalb.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Karin

Slaughter

Libri dallo stesso autore

Intervista a Slaughter Karin


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

L'anonimo protagonista di questo romanzo è il proprietario e l'anima di un'azienda di design per collezioni di moda, carte e oggetti. Lei, Bianca, insegnante di discipline pittoriche in un liceo delle arti, gli propone una serie di suoi disegni ispirati ai fiori. Disegni bellissimi, luminosi, intensi, unici. Lui se ne innamora e, come fa sempre, decide di acquisire non solo l'opera ma anche di sedurre l'artista, singolare e incantevole come quei disegni. Comincia così il corteggiamento, ma presto si accorge di essere lui ad aver bisogno di lei, conquistato e allo stesso tempo sconcertato dalla sua purezza quasi spirituale, dalla sua natura appassionata ed esigente, dalla gratuità dei suoi gesti, dalla sua vita con il figlio Gabriele in una casa piena di piante e di acqua che fa pensare a un paradiso. Ma il suono dell'acqua occorre saperlo ascoltare..

Una storia quasi perfetta

Veladiano Mariapia

Carlotta Cordelli - detta "la Gnoccolona", classe 1984, discendenza fieramente partenopea e borghese, ambizioni dichiaratamente filosofico-letterarie, un magma di pensieri onirico e torrenziale - sente di non essere adatta alla vita, ma non per questo rinuncia a vivere. Si sente brutta e sgraziata, ed è alla ricerca di "bellezza e amore" fino alle estreme conseguenze e fino al paradossale desiderio di essere molestata da un uomo. In un flusso di ricordi tumultuoso, Carlotta porta alla luce episodi che hanno segnato la sua esistenza: le suore cattive alle elementari, il sabato pomeriggio in discoteca, la sigaretta fumata di nascosto con l'amica nella villa di Porto Ercole, la vacanza ad Amsterdam e lo sballo con i funghi allucinogeni, la perdita della verginità in un'auto scomodissima con un ragazzo più grande, l'avventurosa gita scolastica ad Atene...

LA PANZANELLA

Villoresi Giulia

È la storia dell'incontro tra un aviatore, costretto da un guasto ad un atterraggio di fortuna nel deserto, e un ragazzino alquanto strano, che gli chiede di disegnargli una pecora. Il bambino viene dallo spazio e ha abbandonato il suo piccolo pianeta perchè si sentiva troppo solo lassù: unica sua compagna era una rosa. Un libro che si rivolge ai ragazzi e "a tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più", come dice lo stesso autore nella dedica del suo libro. Prefazione di Nico Orengo. Edizione speciale per i 70 anni. Età di lettura: da 8 anni.

Il piccolo principe

De Saint-Exupery Antoine

«Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre cosí la lettera che Vanda scrive al marito che se n’è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e domande che non trovano risposta. Si sono sposati giovani all’inizio degli anni Sessanta, per desiderio di indipendenza, ma poi attorno a loro il mondo è cambiato, e ritrovarsi a trent’anni con una famiglia a carico è diventato un segno di arretratezza piú che di autonomia. Perciò adesso lui se ne sta a Roma, innamorato della grazia lieve di una sconosciuta con cui i giorni sono sempre gioiosi, e lei a Napoli con i fi gli, a misurare l’estensione del silenzio e il crescere dell’estraneità. Che cosa siamo disposti a sacrifi care, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo, quando scegliamo di tornare sui nostri passi? Perché niente è piú radicale dell’abbandono, ma niente è piú tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. E a volte basta un gesto minimo per far riaffi orare quello che abbiamo provato a mettere da parte.

Lacci

Starnone Domenico