Giallo - thriller - noir

L’OMBRA DELLA VERITA’

Slaughter Karin

Descrizione: Alcune giovani donne di Atlanta sono morte per mano di un killer che firma la sua opera con un unico agghiacciante atto di mutilazione. La polizia scatena una caccia frenetica, guidata da un detective con una lunga esperienza: lui si chiama Michael Ormewood e deve risolvere al più presto il caso, anche se il suo matrimonio sta vacillando e il temperamento esplosivo ne sta minacciando la carriera. Si aggiunge anche Angie Polaski, una poliziotta sexy ed ex amante di Michael, e un ex galeotto che si mette per caso sulle tracce del killer e che potrebbe diventare la chiave risolutiva del caso.

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: TimeCrime

Collana:

Anno: 2012

ISBN: 9788866880004

Trama

Le Vostre recensioni

 

Immaginate di apprestarvi a ricomporre un puzzle, uno di quelli da ennemila pezzi, senza sapere quale disegno andrete a ricostruire. Immaginate di dover affrontare la certosina ricostruzione avendo come unica certezza la coscienza che quello che otterrete alla fine sarà un’immagine di straordinario impatto che vi ripagherà del tempo che le avrete dedicato.

L’ombra della verità (Triptych) è questo. Un complesso ed emozionante intrigo di vicende e personaggi che sembrano distanti anni luce l’uno dall’altro, ma che alla fine si rivelano indissolubili e, ognuno a suo modo, indispensabili per giungere alla stravolgente conclusione.

Karin Slaughter è una narratrice lucida e risoluta. Non ha paura di affrontare la descrizione di argomenti e situazioni difficili. Lo fa con determinazione e con un linguaggio diretto, a tratti crudo, catapultando il lettore all’interno delle vicende e rendendolo partecipe, regalandogli la sensazione di poter intervenire in aiuto dei protagonisti.

La trama è apparentemente semplice: Una donna viene trovata uccisa sulle scale di casa. E’ stata violentata e orrendamente mutilata. A indagare sull’omicidio viene chiamato Michael Ormewood, agente della polizia di Atlanta. Il caso è già di per se orribile, ma diviene angosciante quando poche ore dopo anche una vicina di casa dell’agente Ormewood viene brutalmente uccisa in modo analogo. Le prime indagini conducono ad altri casi simili verificatisi nello stato, così Michael viene affiancato dall’agente speciale Will Trent del Georgia Bureau Investigation. Si scoprirà in breve che alle molte similitudini che accomunano i delitti, si affiancano altrettante discrepanze che portano gli investigatori a formulare nuove ipotesi e intravedere scenari diversi da quelli iniziali. I protagonisti si troveranno ad affacciarsi su un panorama inaspettato d’intrecci e vicende legate a un passato orribile e impossibile da dimenticare. Un passato che non perdona e non lascia scampo neanche al lettore che avrà come unica via d’uscita il seguire Will Trent e Ormewood fino all’ultima rivelazione della loro avventura.

Karin Slaugter è nata negli Stati Uniti, in una piccola comunità della Georgia, nel 1971. Scrittrice da sedici milioni di copie vendute nel mondo e tradotte in trenta lingue, esordisce come Crime Writer con il romanzo “Blindsighted”, capostipite della serie di Grant Country, ottenendo il successo internazionale e il titolo di “miglior opera prima Thriller” del 2001. Con “L’ombra della verità” inaugura la serie dedicata a Will Trent che ritroveremo anche in “Fractured” (2008), classificatosi primo nelle vendite del Regno Unito, “Undone” (2009) che riunisce Trent con la serie di Grant Country, e “Fallen” (2011).

Oggi la Slaughter risiede ad Atlanta, per sua stessa ammissione la città che ama di più in assoluto, e fa parte dell’associazione “Save the Libraries” che promuove l’apertura di una biblioteca pubblica nella contea di DeKalb.

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Karin

Slaughter

Libri dallo stesso autore

Intervista a Slaughter Karin


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Per salvare la vita di sua madre, Clary è costretta ad andare nella Città di Vetro, l'antica capitale degli Shadowhunters, i Cacciatori di demoni... e non importa che entrare senza autorizzazione nella città sia contro la Legge e infrangere la Legge possa significare la morte, per lei. Come se non bastasse, la ragazza scopre che Jace (suo fratello, e molto più di un fratello, in realtà) non la vuole assolutamente in città e che il suo amico Simon è stato chiuso in carcere dagli Shadowhunters, che guardano con estremo sospetto un vampiro che sopporta la luce del sole. Con il malvagio Valentine che mette in campo tutto il suo potere per distruggere la stirpe degli Shadowhunters, l'unica possibilità dì sconfiggerlo è che i Cacciatori di demoni combattano fianco a fianco con i mortali nemici di sempre, i Nascosti. Ma è possibile che gli eterni avversari mettano da parte l'odio per lavorare finalmente insieme? Età di letura: da 13 anni.

Shadowhunters. Città di vetro

Clare Cassandra

La storia si snoda tra Italia e Argentina, intrecciando temi storici e politici in una trama avvincente, a metà tra thriller e spionaggio. Un anziano signore, Vincenzo Binetti, abita da solo in un appartamento nel quartiere Esquilino a Roma. Un giorno il vecchio sparisce e il suo vicino di casa, Flavio Bertone, commissario di polizia, cinquantenne, separato e con la delusione esistenziale di non essere diventato padre, si mette sulle sue tracce e scopre che il vero nome del vecchio non è Vincenzo Binetti, bensì Evaristo Torriani: un argentino dal passato avventuroso e contraddittorio, amico di Che Guevara, ma poi agente dei servizi segreti e, infine, nel ’78, anche cameriere personale di Jorge Luis Borges. Alcuni indizi, insieme all’intuito del commissario, fanno pensare che Torriani possa essere tornato nella sua città natale, Buenos Aires, dove vive ancora sua figlia Isabella. A Buenos Aires, il commissario incontra Isabella, convinta che il padre sia morto nel ’79, e poi scopre che i servizi segreti stanno cercando Torriani da trent’anni perché ritenuto responsabile di aver sottratto al governo una lista di nomi dei veri genitori degli orfani del regime di Videla.

IL CAMERIERE DI BORGES

Bussotti Mario

Giulio Cesare non è morto, durante la congiura delle Idi di marzo...

Cesare il conquistatore

Forte Franco

4 marzo 1861: parte da Palermo il battello a vapore “Ercole”, con a bordo Ippolito Nievo, in viaggio verso Napoli per riportare i documenti della spedizione garibaldina dei Mille cui aveva preso parte. Ma la nave “Ercole” nel corso di una violenta tempesta scompare nel nulla. Nessun superstite, nessuna traccia, nessuna inchiesta che riesca a capire cosa è accaduto. 5 marzo 1961: in occasione del centenario della scomparsa di Ippolito Nievo, Stanisalo, suo pronipote, viene abbagliato da un flash, che interpreta come un invito a riaprire le indagini su quella morte misteriosa. Stanislao Nievo dedica dieci anni della sua vita a raccogliere i materiali utili per ricostruire le fila di questo capitolo di storia patria. Così la vicenda di Nievo si sdoppia e si aggroviglia in tante storie diverse, e le ricerche non sono meno avventurose e romanzesche della fine leggendaria del vascello “Ercole”. Pubblicato nel 1974, il romanzo è il Premio Campiello 1975.

Il prato in fondo al mare

Nievo Stanislao