Narrativa

L’ombrello a sediolino

Calandra Claudio

Descrizione: Quello strano ombrello a due manici, che aperti formavano un sediolino, era stato l’ultimo regalo della sua Iolanda, prima che quel brutto male gliela portasse via, così all’improvviso, lasciandolo solo ad affrontare le vampate del tramonto, quelle che lui sapeva potevano diventare pericolose se confuse con le luci dirompenti dell’alba . “Non c’è niente di peggio, per un vecchio, del sentirsi giovane!”: Attilio Salievi, generale in pensione, dopo una brillante carriera nella Nato, ne era più che convinto, tanto più dopo una vita trascorsa nel rispetto più rigoroso delle regole, navigando a vista fra la sponda dei propri sentimenti, delle proprie pulsioni e quella dei sentimenti e delle pulsioni degli altri, per non arenarsi o naufragare, si trattasse anche di Connie, l’affascinante tenente americana degli anni trascorsi a Washington. Ma dice Maurois che ”L’arte di invecchiare sta tutta nel sapersi conservare qualche speranza”, così un giorno il punto, per il vecchio generale, diventerà se la speranza possa aver come nome Amalia, entrata improvvisamente nella sua vita con occhi di sogno ma anche con trenta anni di meno.

Categoria: Narrativa

Editore: Falzea

Collana: Romanzi

Anno: 2014

ISBN: 9788882964214

Recensito da Francesca Barile

Le Vostre recensioni

Per mano di Claudio Calandra, un vecchio ufficiale in pensione ripensa all’ultimo dono (L’ombrello a sediolino) ricevuto dalla moglie Jolanda prima della sua dipartita e, come accade per Proust nell’incipit della Recherche partendo dalle madeleinettes, un flusso di ricordi lo assale. I ricordi inevitabilmente si fondono con il presente e il futuro ed ecco che l’ombrello a sediolino, buffo regalo della consorte, si fonde e si confonde con l’identico titolo di un romanzo che il protagonista traduce immedesimandosi in un curioso processo di novel-within-the novel  (già sperimentato, a dire il vero, da Shakespeare nell’Amleto).

Il romanzo ha più strati di interpretazione ed è caratterizzato forse da eccessivo manicheismo che contrappone il protagonista Attilio, troppo ripiegato nel dolore infantile tipico di un marito che non è riuscito a comprendere a pieno il senso del sacrificio della consorte,  al figlio Tazio, visto quasi come il “villain” della storia.

Interessante è il ruolo assunto dalle donne della storia: tutte forti e determinate a cominciare da Jolanda, anticonformista ante litteram. Così la figlia perfetta Angela, Eklizabeth, la moglie americana di Tazio, e Amalia, la donna del sogno che fa vivere inconsapevolmente un’illusione ad Attilio, regalandogli la voglia di vivere che pareva smarrita dopo la depressione per l’inattesa vedovanza.

Scorrevole, intrigante, arricchito da descrizioni precise e accattivanti, “L’ombrello a sediolino” è adatto a una lettura non del tutto disimpegnata, a lettori di diverse fasce d’età e a chi voglia esplorare i rapporti intricati tra generazioni e tra uomini e donne.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Claudio

Calandra

Libri dallo stesso autore

Intervista a Calandra Claudio

In seguito a un terribile lutto famigliare e allo scopo di superare il suo dolore, il dottor Kurt Krausmann accetta di accompagnare un amico in un viaggio alle isole Comore. La loro barca viene attaccata dai pirati al largo della Somalia, e il viaggio "terapeutico" del medico si trasforma in un incubo. Preso in ostaggio, picchiato, umiliato, Kurt scopre un'Africa traboccante di violenza e intollerabile miseria, dove "gli dèi non hanno più pelle sulle dita a furia di lavarsene le mani". Insieme al suo amico Hans e a un compagno di sventura francese, Kurt troverà la forza per superare questa prova? Guidandoci in un viaggio sorprendentemente vivido e realistico che, dalla Somalia al Sudan, ci mostra un'Africa orientale di volta in volta selvaggia, irrazionale, saggia, fiera e infinitamente coraggiosa, Yasmina Khadra conferma ancora una volta il suo immenso talento di narratore. Magistralmente costruito e condotto, L'equazione africana descrive la trasformazione lenta e irreversibile di un europeo i cui occhi si apriranno a poco a poco alla realtà di un mondo fino ad allora sconosciuto.

L’equazione africana

Khadra Yasmina

(K.O.)

Mauro Chefa

Per il bene dell'intero universo, il professor Martin deve essere eliminato. E con lui chiunque sia al corrente delle sue scoperte. Ma a causa di un contrattempo, l'alieno mandato sulla Terra si materializza ai bordi di un'autostrada, in una sera fredda e umida, completamente nudo, nonché privo delle più basilari nozioni della vita sociale. Inizia cosi una divertente commedia degli errori, in cui il finto professor Martin impara a vivere da terrestre. E ben presto, contro le previsioni aliene, la forzata vicinanza con la specie umana, soprattutto con i due esemplari (moglie e figlio) che compongono la famiglia del professore, lo costringe a rivedere il suo giudizio, passando dal più completo disgusto a un'inconfessabile simpatia. Certo, i terrestri sono tutt'altro che perfetti, eppure hanno inventato la poesia, la musica e persino il burro di arachidi...

Gli umani

Haig Matt

Gideon Cross. Innamorarmi di lui è stata la cosa più semplice che mi sia mai capitata. È successo istantaneamente. Completamente. Irrevocabilmente. Sposarlo è stato un sogno. Rimanere con lui sarà la sfida della mia vita. L’amore è trasformazione. Il nostro è sia un rifugio che la più violenta delle tempeste. Due anime ferite legate insieme. Abbiamo condiviso i più profondi e inconfessabili segreti. Gideon è lo specchio che riflette tutte le mie debolezze e tutta la bellezza che non riesco a vedere in me. Lui mi ha dato tutto. Ora devo essere io quella forte, devo dimostrare di essere per lui un sostegno come lui lo è stato per me. Insieme possiamo affrontare chi sta cercando di mettersi così crudelmente tra di noi. Anche se la battaglia più dura sarà quella che intraprenderemo per mantener fede alle nostre promesse. Giurarsi amore è stato solo l’inizio. Lottare per il nostro amore ci renderà liberi o ci dividerà per sempre.

Insieme a te. The crossfire series Vol. 5

Day Sylvia