Narrativa

L’ORSO CHE VENNE DALLA MONTAGNA

Kotzwinkle William

Descrizione: Arthur Bramhall, un professore di letteratura dell’università del Maine, durante il suo anno sabatico lavora, in una fattoria, alla realizzazione di un libro. Ma quando la fattoria brucia il manoscritto segue la sua stessa fi ne. Con i soldi dell’assicurazione, Arthur si costruisce un rifugio dove comincia la seconda stesura del suo libro Destiny and Desire. Una volta fi nito il romanzo lo sotterra sotto un pino prima di andare a festeggiare in paese. Mentre Arthur se la spassa un orso affamato scopre la valigetta con il mascritto e dopo una veloce lettura decide che il libro può diventare un best seller. L’orso, Hal Jam, viaggia fino a New York dove viene acclamato come autore di successo e ospite d’eccezione per i party mondani, mentre la disperazione animalesca di Bramhall cresce sempre di più fino a portalo all’isolamento dai suoi vecchi amici.

Categoria: Narrativa

Editore: Zero91

Collana:

Anno: 2011

ISBN: 9788895381237

Recensito da Nicoletta Scano

Le Vostre recensioni

Potreste pensare di aver comprato un libro di favole per bambini iniziando a leggere il romanzo di Kotzwinkle William edito in Italia da Zero 91.

Uno scrittore ritiratosi in montagna in mezzo alla natura per ritrovare la giusta ispirazione e scrivere un best seller realizzando il sogno di una vita appoggia l’opera sotto un albero dentro una valigetta. Un orso la vede e se ne impossessa, scende in città e lo spaccia per suo.

E’ solo l’inizio della rocambolesca e spassosa storia raccontata dal narratore americano, con un umorismo che pare, perdonate il gioco di parole, molto inglese.
Il libro è divertente, e non risparmia nessun settore del mondo editoriale, né gli agenti, né gli editori, né gli scrittori, né i critici, né i lettori: un’opera dissacrante e molto democratica, molto scorrevole e fresca, una lettura perfettamente in sintonia con questo momento dell’anno che vede tutti più rilassati e in vacanza e capace di strappare più di un sorriso a chi riesce a superare la diffidenza iniziale.
Se cominciando a leggere il romanzo si può essere un po’ perplessi e disincantati, lontani da una favola che vi farà riscoprire, da adulti, il sapore dell’infanzia, nello svolgersi della vicenda sarà semplice lasciarsi trascinare dall’arguzia e dallo humor dell’autore, assaporando ogni battuta dell’orso protagonista Hal Jam che si fa beffe di tutti coloro che incontra.

Impossibile non provar simpatia per il vero autore del romanzo, coprotagonista della vicenda, che in una sorta di contrappasso percorrerà la strada a ritroso verso i propri istinti e le proprie radici naturali e ataviche, in un tracollo psicologico che gli farà ritrovar se stesso.

Per chi ama i libri umoristici, per chi crede alle favole.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

William

Kotzwinkle

Libri dallo stesso autore

Intervista a Kotzwinkle William


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Johnny, la Resistenza e le Langhe sono i tre protagonisti a pari titolo di questo romanzo, trovato tra le carte di Fenoglio dopo la morte. Cronaca della guerra partigiana, epopea antieroica in cui l'autore proietta la propria esperienza in una visione drammatica, Il partigiano Johnny rivela un significato umano che va ben aldilà di quello storico-politico. Dalla formazione delle prime bande fino all'estate del '44 e alla presa di Alba seguiamo l'odissea di Johnny e dei suoi compagni fra gli ozi forzati nei casali, le imboscate contro gli automezzi fascisti, le puntate per giustiziare una spia in pianura, le battaglie campali, i rapporti tra le varie formazioni ribelli. Con un saggio di Dante Isella.

Il partigiano Johnny

Fenoglio Beppe

Il giuoco delle parti

Un uomo misterioso, scrittore di gialli di scarso successo, 65 anni, sapendo di non avere molto da vivere a causa di un cancro ai polmoni, decide che come ultimo atto della sua esistenza compirà un gesto spettacolare che tramanderà la sua memoria ai posteri: un omicidio perfetto. Non uno soltanto, tre. Ucciderà tre donne diverse, già individuate, accomunate dal fatto di avere i capelli rossi. L'assassino ha intenzione di mettere per iscritto dettagliatamente il suo operato e di avvertire via lettera le tre donne della loro sorte imminente per vedere come si comporteranno. L'uomo, servendosi della favola di Cappuccetto Rosso nella sua versione originale e cruenta, avverte le tre donne che il lupo cattivo è sulle loro tracce e che le ucciderà, senza specificare quando, come o dove. Nel momento in cui arrivano le lettere con l'annuncio di morte le tre donne reagiscono in modi diversi. L'uomo non vuole soltanto uccidere, vuole fare una ricerca e una riflessione approfondita sul periodo che precederà la morte. La sfida che si trova di fronte è cercare di aggirare e superare tutti i mezzi e modi in cui le sue tre vittime tenteranno di salvarsi da lui, per questo dovrà avvicinarsi a loro mantenendo il suo anonimato, per prevenire le loro mosse. Nessuno ha mai tentato prima un'operazione simile: tre vittime diverse, in tre luoghi diversi, destinate a tre morti diverse, tutte nello stesso giorno a poche ore di distanza l'una dall'altra. Ma anche il lupo cattivo può sottovalutare...

Un finale perfetto

Katzenbach John

Due donne vengono trovate morte a Oslo – entrambe annegate nel loro stesso sangue. Quello che confonde la polizia è che le ferite sui volti delle vittime siano state provocate dall’interno delle loro bocche. Kaja Solness della Omicidi è mandata a rintracciare un uomo: l’unico specialista di omicidi seriali del dipartimento di polizia di Oslo. Il detective, alcolista, rude e pronto a fare sempre di testa sua, si è rintanato nella vasta, anonima Hong Kong. È come al solito in fuga ed è perseguitato dal suo caso precedente, e dai creditori. Ma quando scopre che la sua amata ragazza (con cui ha appena litigato) potrebbe cadere nella trappola del serial killer, torna a Oslo. Il suo nome è Harry Hole.

IL LEOPARDO

Nesbø Jo