Novità editoriali

L’ultima cena

Introna Vito, Panzacchi Francesca

Descrizione: Due sorelle ricche, giovani e belle muoiono improvvisamente...

Categoria: Novità editoriali

Editore: Damster

Collana: I gialli Damster

Anno: 2020

ISBN: 9788868104207

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

L’ultima cena di Francesca Panzacchi e Vito Introna è il romanzo vincitore del Primo Premio nella categoria “Miglior ambientazione” a GialloFestival 2019.

Due sorelle ricche, giovani e belle muoiono improvvisamente.

Dalle autopsie si evince che sono state entrambe avvelenate, ma non hanno eredi e nessuno sembra ambire al loro ricco patrimonio.

Il maresciallo Guarna e la sua squadra dovranno trovare il misterioso assassino e indovinare il suo oscuro movente setacciando a fondo la vita delle due giovani, molto meno irreprensibile di quanto volessero far credere.

Forse in alcune misteriose chat criptate si cela il loro carnefice.

Forse un industriale disonesto e il suo figlio ritardato nascondono qualcosa…

Il link per acquistare l’e-pub

Il link su Amazon

Francesca Panzacchi e Vito Introna formano una coppia affiatata che si è già fatta apprezzare spaziando in diversi generi (clicca sui titoli per visualizzare le opere): dal giallo noir di Omicidio sull’argine alla distopia de L’alienato e alla fantascienza di Scritture alienedal romance di Inseparabili all’eros di Io non cedo.

Leggi l’intervista a Francesca Panzacchi e Vito Introna cliccando qui

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Panzacchi

Vito,

Introna

Libri dallo stesso autore

Intervista a Introna Vito, Panzacchi Francesca

Il bar Novecento, di fronte allo stadio San Paolo, è un’istituzione, un punto di riferimento dove passare intere giornate. Non solo per commentare le partite, né per il caffè di Mario, né per la bellezza di Paola, la cassiera che fa girare la testa a chiunque. Al bar Novecento si va soprattutto per parlare con O’ Professore, l’uomo che da trent’anni siede allo stesso tavolino sul fondo della sala, e giorno dopo giorno raccoglie palpitanti racconti di epiche sfide, confessioni di figli tornati in città per esaudire l’ultimo desiderio del padre morente, richieste di consigli su amori infelici. A ciascuno di loro, O’ Professore saprà rivolgere profetiche, illuminanti parole sul senso della vita.

Il resto della settimana

De Giovanni Maurizio

Delia e Gaetano erano una coppia. Ora non lo sono più, e stasera devono imparare a non esserlo. Si ritrovano a cena, in un ristorante all'aperto, poco tempo dopo aver rotto quella che fu una famiglia. Lui si è trasferito in un residence, lei è rimasta nella casa con i piccoli Cosmo e Nico. Delia e Gaetano sono ancora giovani - più di trenta, meno di quaranta, un'età in cui si può ricominciare. La loro carne è ancora calda e inquieta. Sognano la pace ma sono tentati dall'altro e dall'altrove. Ma dove hanno sbagliato? Il fatto è che non lo sanno. La passione dell'inizio e la rabbia della fine sono ancora pericolosamente vicine. Cresciuti in un'epoca in cui tutto sembra già essere stato detto, si scambiano parole che non riescono a dare voce alle loro solitudini, alle loro urgenze, perché nate nelle acque confuse di un analfabetismo affettivo. Eppure parole capaci di bagliori improvvisi, che sanno toccare il nucleo ustionante dei ricordi, mettere in scena sul palcoscenico quieto di una sera d'estate il dramma senza tempo dell'amore e del disamore. Margaret Mazzantini ci consegna un romanzo che è l'autobiografia sentimentale di una generazione. La storia di cenere e fiamme di una coppia contemporanea con le sue trasgressioni ordinarie, con la sua quotidianità avventurosa. Una coppia come tante, come noi. Contemporaneamente a noi.

Nessuno si salva da solo

Mazzantini Margaret

Calabretto ricostruisce L’Histoire du soldat

Cresciuto in Svezia, figlio di una donna che non ha mai conosciuto e di un guardaboschi che cerca disperatamente di scorgere all’orizzonte quel mare che ha dovuto lasciare da bambino, Hans Olofson è arrivato per caso nello Zambia. Profondamente colpito dall’immensa bellezza dell’Africa, pensa di potersi fermare per sempre. Ma un giorno, qualcuno uccide i suoi vicini, bianchi come lui. E Olofson comincia a sentirsi minacciato.

L’occhio del leopardo

Mankell Henning