Saggi

L’ultimo dei Gucci

Pergolini Angelo, Tortorella Maurizio

Descrizione: Una famiglia al vetriolo, emblema della moda made in Italy nel mondo, che ha bruciato sé stessa e un'immensa fortuna, insieme al suo ultimo erede, Maurizio: questi sono i Gucci. I protagonisti sono più che noti, e sebbene la giustizia abbia avuto le sue risposte individuando in Patrizia Reggiani, l'ambiziosa e avida ex moglie dell'imprenditore, la mandante dell'omicidio, i moventi superano i confini nazionali, entrano nella storia della casa di moda, e coinvolgono tutto l'entourage della celebre maison. Stilisti, imprenditori, finanzieri sfilano tutti sulla passerella di questo avvincente libro inchiesta, che porta sotto i riflettori il lusso estremo e inaccessibile dei protagonisti della "Milano da bere". Frutto di numerosi anni di lavoro da parte dei due giornalisti Maurizio Tortorella e Angelo Pergolini, questo libro è la ricostruzione più completa e particolareggiata di uno dei misteri di cronaca nera più intricati degli ultimi decenni, l'omicidio che pose la parola fine alla dinastia Gucci. Un testo che è stato fondamentale per tutti gli autori che hanno voluto raccontare questa vicenda, il lato oscuro delle vite patinate dei Gucci, con un aggiornamento imperdibile sui retroscena di uno degli omicidi più chiacchierati degli ultimi anni.

Categoria: Saggi

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Collana:

Anno: 2021

ISBN: 9788831806015

Trama

Le Vostre recensioni

L’ultimo dei Gucci – Una storia di soldi, avidità e lusso sfrenato di Angelo Pergolini e Maurizio Tortorella

Questo libro inchiesta è la storia della famiglia più celebre della moda italiana e scandaglia il rapporto tra Maurizio, erede della maison fiorentina, e Patrizia Reggiani, la moglie condannata come mandante del delitto.

Mentre al cinema potremo vedere Lady Gaga nei panni di Patrizia Reggiani al fianco di Adam Driver che interpreta Maurizio Gucci, tra le novità della collana BUR Rizzoli ecco la nuova edizione del libro inchiesta di Maurizio Tortorella e Angelo Pergolini, una lettura che penetra i segreti della famiglia simbolo dell’alta moda italiana nel mondo, i Gucci, che hanno distrutto il patrimonio per risorgere come marchio sotto la guida artistica di Alessandro Michele.

Il libro è il risultato di anni di lavoro dei due giornalisti ed è la ricostruzione meticolosa e particolareggiata di uno dei fatti più clamorosi della cronaca nera, l’omicidio di Maurizio Gucci.  La giustizia ha condannato Patrizia Reggiani, ambiziosa e avida ex moglie dell’imprenditore, come mandante dell’omicidio, individuando nella gelosia uno dei moventi del delitto.

L’ambientazione è la “Milano da bere” degli anni Ottanta con stilisti, imprenditori, finanzieri che vivono nel lusso.

Maurizio incontra Patrizia a una festa: i suoi occhi violetti ricordano quelli di Liz Taylor. Lei non si lascia sfuggire l’occasione per accedere al mondo che Maurizio rappresenta.
Il libro scava nelle vite dei coniugi protagonisti del delitto. Maurizio, orfano di mamma a sei anni, è timido e cresciuto all’ombra del papà Rodolfo, che in gioventù aveva coltivato il sogno del cinema. Patrizia è figlia di una inserviente che ha sposato un facoltoso uomo d’affari, che successivamente l’aveva adottata: ha il profilo dell’arrampicatrice sociale.

Il matrimonio tra Patrizia e Maurizio scorre tra viaggi, proprietà, lussi che la moglie chiede e il marito concede. Intanto Patrizia si circonda di cartomanti, veggenti e sensitive, a una delle quali si lega in modo particolare.

Maurizio diventa presidente di Gucci dopo la morte del padre, nel 1983, e si allontana progressivamente. I rapporti si fanno sempre più tesi, fino alla separazione nel 1985, comunicata alla Reggiani con un bigliettino recapitato attraverso un collaboratore: “Signora, il dottor Gucci le fa sapere che non intende tornare più a casa. Mai più”.
Maurizio trascorre tre anni di battaglie giudiziari. Colpi di scena, nuovi amori, complotti e tradimenti si avvicendano fino al delitto, che viene ascritto a Patrizia…

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Tortorella

Angelo,

Pergolini

Libri dallo stesso autore

Intervista a Pergolini Angelo, Tortorella Maurizio

Le madri atroci

Dazieri Sandrone

C'era una volta la Provincia italiana ricca, felice e molto produttiva. Che commerciava con l'estero, dava del tu ai colossi oltre confine con l'orgoglio di una identità, prima che nazionale, comunale. C'era un tempo in cui anche gli stupidi facevano soldi, in un paese dove il PIL cresceva di due cifre l'anno. Dove i soldi guadagnati con allegria, spensieratezza e persine cafonaggine venivano ben esibiti in beni di lusso. Poi arrivarono i guru della globalizzazione a dire che si doveva cambiare, ad andare in televisione a sponsorizzare mercati stellari in Cina e a sostenere che il vecchio modello, quello dove si stava bene, andava male. Questa è "la storia della mia gente", non solo degli "stracciaroli di Prato", ma di una provincia felice e intelligente, sacrificata alla globalizzazione.

Storia della mia gente

Nesi Edoardo

Cape May, New Jersey, autunno 1986. Un uomo siede nella veranda di una casa che si affaccia sulla baia del Delaware. Vent'anni addietro è stato un musicista "quasi" famoso e, per un tempo brevissimo, ha assaporato l'inebriante essenza della celebrità, prima di rendersi conto di avere altre aspirazioni, di voler percorrere un sentiero solitario per raggiungere il proprio "paradiso". Per anni si è lasciato scivolare addosso le opportunità e le illusioni dell'esistenza, ha aspettato, sicuro che, alla fine, la "grande occasione" si sarebbe presentata. Ed è proprio ciò che è accaduto, alcune ore prima: all'improvviso, la porta del paradiso si è socchiusa. Lei si è finalmente accorta dei suoi innumerevoli messaggi ed è andata a cercarlo: è arrivata fin lì, gli ha parlato, gli ha dato un appuntamento. S'incontreranno alle undici del giorno dopo nella piccola stazione di Cape May: è da lì che inizierà il suo viaggio verso il futuro. Adesso lui deve soltanto sistemare alcune cose e "far passare la notte": domattina ci saranno soltanto la strada lungo il mare, la ricerca di un parcheggio, la stazione, i binari, una locomotiva e... lei. Sì, lei.

DOVE IO NON SONO

D'Amico Ilaria

Anni di cause di serie B, poi una ferita da arma da fuoco che gli ha causato una dipendenza da psicofarmaci e l’ha tolto a lungo dalla piazza: Mickey Haller non può certo definirsi un avvocato di grido. Eppure la ruota sembra finalmente girare nel verso giusto quando il suo più illustre collega Jerry Vincent viene misteriosamente assassinato e lui ne eredita tutti i clienti. Tra questi spicca Walter Elliot: noto produttore di Hollywood, accusato di aver ucciso la moglie e il suo amante. La difesa del magnate potrebbe essere per Haller il biglietto per il successo che da tanto aspettava. Ma sulla sua strada incontra il detective Harry Bosch: più di trent’anni di carriera alle spalle, una vocazione per la giustizia che va oltre il semplice senso del dovere, una leggenda per tutti. Solo Haller sembra non averne mai sentito parlare. Tuttavia, a osservarlo meglio, anche per lui quell’uomo dagli occhi da squalo ha un’aria vagamente familiare. Tra i due non è certo amore a prima vista. Perché Bosch guida l’indagine sulla morte dell’avvocato Vincent, e i clienti ora difesa da Haller sono tutti potenziali indiziati per il detective. Si fronteggiano così dai lati opposti della barricata, finché Haller scopre che lui stesso potrebbe essere il nuovo bersaglio del killer. Solo allora Bosch e Haller capiranno che fare squadra è l’unica soluzione possibile. Dopotutto, non sono che le due facce della stessa medaglia. E hanno in comune molto più di quanto loro stessi immaginino.

LA LISTA

Connelly Michael