Giallo - thriller - noir

Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico.

Mazzoni Lorenzo

Descrizione: Ferrara. È una notte afosa di inizio agosto...

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Koi Press

Collana:

Anno: 2017

ISBN: 9788898313976

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico. Vol. 8: Riti propiziatori di un uomo perbene.

di Lorenzo Mazzoni

Koi Press

clicca qui per il formato digitale: eBook

clicca qui per il formato cartaceo: libro

Ferrara. È una notte afosa di inizio agosto. Quattro poliziotti stanno chiacchierando fuori da un pub. Improvvisamente, un uomo in sella a una bicicletta spara con una pistola mitragliatrice contro gli agenti, uccidendoli, e scompare nell’oscurità. Ma chi è il misterioso killer che getta la città emiliana in un clima di paura e insicurezza? L’ispettore Pietro Malatesta, della Squadra Mobile, outsider allergico alla divisa, tifoso della Spal, ingordo divoratore di noodles liofilizzati, costretto a convivere con una strampalata famiglia, cercherà di risolvere l’indagine, e dovrà fare i conti con l’ottusità dei suoi colleghi, con le precarie esistenze di chi vive ai margini della società, e con gli echi cacofonici prodotti dalla malavita organizzata e dal terrorismo religioso. Un romanzo che vede protagonista, ancora una volta, lo “sbirro anarchico”, e che può essere letto come un tributo verso una narrativa noir dal sapore squisitamente internazionale, senza mai perdere l’autenticità e il colore locali.

Uno scrittore che sa promuoversi a miglia di distanza dalle muffe letterarie delle nostre province“. IL MATTINO

Un umorismo nero aleggia sulle storie e mantiene il lettore sul filo di una quotidiana tragicomicità, caratterizzando un mondo così vicino al reale da sentire la puzza della polvere da sparo dopo che un colpo viene sparato“.  SUL ROMANZO

Lorenzo Mazzoni è nato a Ferrara nel 1974. Ha abitato a Londra, Istanbul, Parigi, Sana’a, Hurghada e ha soggiornato per lunghi periodi in Marocco, Romania, Bulgaria, Vietnam e Laos. Scrittore, saggista e reporter ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui Apologia di uomini inutili (Edizioni La Gru, 2013), Quando le chitarre facevano l’amore (Edizioni Spartaco, 2015; Premio Liberi di Scrivere Award), Un tango per Victor (Edicola Ediciones, 2016). È il creatore dell’ispettore Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Koi Press) Indagini di uno sbirro anarchico (2011), La Tremarella (2012), Termodistruzione di un koala (2013), Italiani brutta gente (2014), Il giorno in cui la Spal vinceva a Renate (2015). Il suo ultimo romanzo, Il muggito di Sarajevo (2016), è stato pubblicato da Edizioni Spartaco. È docente di scrittura creativa, reportage e fotografia, in Italia e all’estero, per Corsi Corsari e Mille Battute, e curatore del service editoriale ThinkABook. Collabora con Il Fatto Quotidiano. I suoi libri sono tradotti in spagnolo, romeno e inglese.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Lorenzo

Mazzoni

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mazzoni Lorenzo


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Reykjavik, estate 1976. L'agente Erlendur, ventottenne, presta servizio nella polizia stradale e passa le notti di pattuglia. La routine è sempre la stessa: incidenti stradali, piccoli furti, schiamazzi davanti ai locali, risse tra barboni. Ed è proprio in queste notti di lavoro che nel giovane Erlendur inizia a delinearsi l'interesse per le persone scomparse, per chi misteriosamente viene inghiottito dal nulla. Poi una notte, un caso diverso: alcuni ragazzini trovano il corpo senza vita di un barbone, annegato nelle acque basse di un canale. Erlendur è il primo a presentarsi sul posto e riconosce nel senzatetto una sua vecchia conoscenza, Hannibal, che aveva incontrato più volte durante i giri di pattuglia in centro e che l'aveva particolarmente colpito per la profonda disperazione. Ma quella stessa notte scompare anche una donna dei quartieri alti, una giovane moglie infelice. Due casi assolutamente diversi, senza nessun punto di contatto, se non per la cocciutaggine di Erlendur che inizia una sua indagine privata...

Le notti di Reykjavik

Indridason Arnaldur

La carriola

ALMENO IL CAPPELLO – di Andrea Vitali

Sulle sedia sbagliata

Sara Rattaro