Giallo - thriller - noir

Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico.

Mazzoni Lorenzo

Descrizione: Ferrara. È una notte afosa di inizio agosto...

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Koi Press

Collana:

Anno: 2017

ISBN: 9788898313976

Recensito da Redazione i-LIBRI

Le Vostre recensioni

Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico. Vol. 8: Riti propiziatori di un uomo perbene.

di Lorenzo Mazzoni

Koi Press

clicca qui per il formato digitale: eBook

clicca qui per il formato cartaceo: libro

Ferrara. È una notte afosa di inizio agosto. Quattro poliziotti stanno chiacchierando fuori da un pub. Improvvisamente, un uomo in sella a una bicicletta spara con una pistola mitragliatrice contro gli agenti, uccidendoli, e scompare nell’oscurità. Ma chi è il misterioso killer che getta la città emiliana in un clima di paura e insicurezza? L’ispettore Pietro Malatesta, della Squadra Mobile, outsider allergico alla divisa, tifoso della Spal, ingordo divoratore di noodles liofilizzati, costretto a convivere con una strampalata famiglia, cercherà di risolvere l’indagine, e dovrà fare i conti con l’ottusità dei suoi colleghi, con le precarie esistenze di chi vive ai margini della società, e con gli echi cacofonici prodotti dalla malavita organizzata e dal terrorismo religioso. Un romanzo che vede protagonista, ancora una volta, lo “sbirro anarchico”, e che può essere letto come un tributo verso una narrativa noir dal sapore squisitamente internazionale, senza mai perdere l’autenticità e il colore locali.

Uno scrittore che sa promuoversi a miglia di distanza dalle muffe letterarie delle nostre province“. IL MATTINO

Un umorismo nero aleggia sulle storie e mantiene il lettore sul filo di una quotidiana tragicomicità, caratterizzando un mondo così vicino al reale da sentire la puzza della polvere da sparo dopo che un colpo viene sparato“.  SUL ROMANZO

Lorenzo Mazzoni è nato a Ferrara nel 1974. Ha abitato a Londra, Istanbul, Parigi, Sana’a, Hurghada e ha soggiornato per lunghi periodi in Marocco, Romania, Bulgaria, Vietnam e Laos. Scrittore, saggista e reporter ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui Apologia di uomini inutili (Edizioni La Gru, 2013), Quando le chitarre facevano l’amore (Edizioni Spartaco, 2015; Premio Liberi di Scrivere Award), Un tango per Victor (Edicola Ediciones, 2016). È il creatore dell’ispettore Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Koi Press) Indagini di uno sbirro anarchico (2011), La Tremarella (2012), Termodistruzione di un koala (2013), Italiani brutta gente (2014), Il giorno in cui la Spal vinceva a Renate (2015). Il suo ultimo romanzo, Il muggito di Sarajevo (2016), è stato pubblicato da Edizioni Spartaco. È docente di scrittura creativa, reportage e fotografia, in Italia e all’estero, per Corsi Corsari e Mille Battute, e curatore del service editoriale ThinkABook. Collabora con Il Fatto Quotidiano. I suoi libri sono tradotti in spagnolo, romeno e inglese.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Lorenzo

Mazzoni

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mazzoni Lorenzo


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

La i-settimana dedicata a Pasolini

Antonello Centanin, in arte Aldo Nove, ha trascorso tutte le estati, dall’infanzia alla prima adolescenza, in Sardegna, un’isola che nel suo immaginario poetico si è trasformata in una terra magica e misteriosa, popolata dalle presenze ancestrali di antichi isolani. Il racconto di Nove segue un doppio registro narrativo, realistico e fantastico allo stesso tempo. Da un lato il giovanissimo Antonello, bambino alla scoperta di una terra lontana e in parte sconosciuta, dall’altro il piccolo Sartàlo, giovane di una tribù indigena perennemente in lotta per la sopravvivenza. Una vicinanza curiosa e inaspettata legherà per sempre le esistenze fragili dei due protagonisti, separati dal tempo, ma non dal destino. Il nonno di Antonello e un vecchio Sikh, Giò, faranno da guida al piccolo. Un romanzo poetico ed evocativo, fantastico e almeno in parte autobiografico.

Un bambino piangeva

Nove Aldo

Joseph Mengele è il famigerato medico di Auschwitz autore di terribili esperimenti pseudo-scientifici sui bambini, forse il più feroce criminale nazista. Alla caduta di Hitler (che gli aveva affidato il compito di scoprire il meccanismo genetico che portava alla nascita dei gemelli), riuscì a far perdere le sue tracce. Jorge Camarasa, il giornalista argentino che ha indagato a lungo sui criminali nazisti in fuga, prima dagli alleati e poi braccati dal Mossad, ha scoperto le diverse identità assunte da Mengele in Argentina e in Brasile, fino alla morte avvenuta nel 1979. L’aspetto forse più agghiacciante è che molto probabilmente il dottor Mengele continuò a lungo i suoi esperimenti. In particolare a Candido Godoi, in Brasile, la «città dei gemelli», dove vivono un centinaio di coppie di gemelli omozigoti, biondi e con gli occhi azzurri. Una misteriosa anomalia genetica che forse oggi ha una terribile spiegazione.

Mengele

Camarasa Jorge

Lorenzo, padre Pizzarro, Quèlo, il Massone, Vulvia, Aniene e le memorabili interpretazioni di Tremonti, Venditti e Rutelli; queste e altre le voci, vecchie e nuove, di Corrado Guzzanti, raccolte in un unico volume animato da ironia corrosiva e raffinata comicità. Un viaggio satirico attraverso gli ultimi vent'anni di storia italiana, uno specchio del paese immerso nella crisi, un ritratto della sua classe dirigente e dei "mostri" che ne popolano l'apparente normalità, una riflessione sui vizi e i difetti degli italiani attraverso personaggi dall'irresistibile ironia. Una guida completa ai testi dei personaggi di Corrado Guzzanti che contiene il testo completo di "Aniene 2. Molto rigore per nulla" e il meglio delle battute storiche di uno degli attori di satira più amati in Italia.

PAROLA DI CORRADO

Guzzanti Corrado