Narrativa

Mistero napoletano

Rea Ermanno

Descrizione: Con le armi del grande narratore, Ermanno Rea conduce un’indagine in forma di diario sulle ragioni del suicidio di Francesca Spada, giornalista culturale de “l’Unità” e critico musicale. A ospitare la vicenda è una Napoli lacerata dalla guerra fredda. L’inchiesta è resa difficile dalla distanza temporale da eventi avvenuti oltre trent’anni prima, in un momento in cui le coscienze si confrontavano in modo ossessivo con la politica. Una stagione per certi versi drammatica in cui si intersecano le ragioni esistenziali dei protagonisti, il destino di una città come Napoli (il cui porto era controllato di fatto dagli americani), le incertezze di una generazione appena uscita dalla guerra, alle prese per di più con un Partito comunista ancora fortemente ancorato all’identità stalinista. A poco a poco, con un andamento concentrico, si fa luce sulla complessità dei fatti che spinge la giovane giornalista al suo atto estremo. Da storia privata quindi l’indagine si fa storia collettiva di un’intera classe politica, di una generazione, delle sue speranze e dei suoi valori. Il romanzo-inchiesta di Ermanno Rea, premio Viareggio 1996: forse il suo capolavoro.

Categoria: Narrativa

Editore: Feltrinelli

Collana: Universale economica

Anno: 2014

ISBN: 9788807884252

Recensito da Luigi Bianco

Le Vostre recensioni

Ermanno Rea, Mistero napoletano

“Quando penso a Renzo, che dopo anni burrascosi oggi […] mi è più vicino che mai, e ai bambini […] c’è da essere incoraggiati. Tutto si aggiusta. Ma è solo questo che si fa in tempo ad ottenere? […] Iddio mi assista.”

L’odore, sfogliando le pagine, si fa sempre più cupo, tetro, pesante, come se ad ogni pagina si aprisse un nuovo accesso sigillato da anni che porta ad un altro enigma irrisolvibile, o quasi.  Potenza irremovibile del mistero, forza alienante del passato: Mistero napoletano non è una semplice inchiesta, né un romanzo puro: le linee tracciate dal giornalista ed ex militante del P.C.I. Ermanno Rea sono quelle di un giallo destinato in partenza a permanere in uno stato di immutabile irrisolutezza; un giallo insieme esistenziale – quali sono le ragioni che hanno condotto al suicidio una fine, arguta, intelligente e detestata giornalista napoletana, Francesca Spada, nel 1961? – e storico – cosa succede all’interno della sede partenopea dilaniata del Partito Comunista Italiano fra la fine degli anni ’40 e l’inizio degli anni ’60? – . La narrazione avviene su più fronti, tutti egualmente importanti, enigmatici e sorprendenti, che sanno destare scalpore senza per questo disorientare il lettore: vi è la storia raccontata da Francesca stessa, attraverso le pagine concitate, tragiche, passionali dei suoi diari; il ricordo, a volte difficile e faticoso, a volte lucido e scandito, dell’autore, amico intimo di Francesca oltre che collega; la testimonianza dei colleghi, amici-nemici di Francesca, oltre che del suo grande compagno di vita, Renzo. E infine Napoli, inevitabile, città-stato chiusa in sé stessa, pronta ad implodere, ad inghiottire tutto e tutti: una Napoli agonizzante, sofferente, ma che non sa smettere di essere poetica.

È un libro forte, intenso e denso, in cui Rea non si tira indietro dal mostrare il suo stato d’animo frenetico, angoscioso, impaziente ma prudente nel disporre i fatti storici, da tutti insabbiati, nascosti, messi agli angoli della coscienza, lungo una linea temporale ben definita. Tessuti indissolubilmente alla storia di una donna così ricca di cultura, di genuina passione e di una forte morale comunista da risultare eccessiva in un ambiente che non sa cambiare, non sa riformarsi. La morte, in fondo, sa arrivare nel momento giusto con tutta la sua potenza scandalizzatrice e dunque rivelatoria, con tutta la sua potenza purificatrice dell’eterna Bellezza.

Nessuno è a lui compenso. Io solamente.
Io lo sono. Perché nessuno è al fine
come me. Cosa resta a me di quello
ch’ero qui, cosa resta oltre il morire?

(R.M. RILKE, Poesie, frammento di Alcesti, tradotte da Giaime Pintor, Torino, Einaudi, 1997, p. 29)

Luigi Bianco

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Ermanno

Rea

Libri dallo stesso autore

Intervista a Rea Ermanno


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Si può sfuggire allo scorrere del tempo, come scrive l'autore di LA SCIENZA DI VIVERE PER SEMPRE? Esiste una connessione profonda tra la presenza di uno strano essere a Dartmoor, una nave in bottiglia, il tracciato di un ricamo all'uncinetto che rappresenta il mondo intero e le fate di Cottingley? Tra una recensione da consegnare e un libro da scrivere, Meg Carpenter non se la passava né troppo bene né troppo male. Aveva un ragazzo che era il classico inetto, certo. Arrivare alla fine del mese non era proprio una passeggiata, certo. E i libri erano tutta la sua vita, si potrebbe dire. Almeno fino a quando, tra le pagine di un testo di pseudoscienza, Meg non ha cominciato a guardare il suo tragico universo con occhi diversi. Tra psicologia e tarocchi, enigmi buddisti e teoremi di fisica, antiche cosmologie e leggende fatate, Meg si è messa alla ricerca delle risposte definitive a tutte le domande sul senso della vita e su come le relazioni nascano, crescano e poi, miseramente, muoiano. Mescolando filosofia e humour, ironia e colpi di genio, con IL NOSTRO TRAGICO UNIVERSO Scarlett Thomas ci regala un altro giro di giostra nella migliore letteratura: quella che fa sognare e riflettere senza soluzione di continuità.

IL NOSTRO TRAGICO UNIVERSO

Thomas Scarlett

Questo libro raccoglie testi poetici nati sull’onda di pensieri, suggestioni, emozioni diverse, evocate dalla natura, da incontri e dalla sfera dei sentimenti. Le immagini e i versi, pur nella loro puntualità, sono palpiti della stessa anima, sospesa nel cielo e incantata dal cielo. “Costellazioni” ha vinto il Premio Letterario Inediti Casinò di Sanremo Semeria – 2018.

Costellazioni

Spes Ilaria

Una volta Ella era una ragazza spensierata, aperta, sempre pronta a sorridere e a infrangere le regole per provare nuove emozioni. Lei e Micha erano grandi amici, e insieme formavano una splendida coppia. Ma una notte accadde qualcosa di terribile, che sconvolse le loro vite e distrusse irrimediabilmente la loro amicizia. Poi Ella andò al college, lasciandosi tutto alle spalle, chiudendosi in se stessa. Nascose il suo segreto al mondo e si trasformò in una ragazza ligia, riservata, senza sogni e senza desideri. Ora però sono iniziate le vacanze estive ed Ella sta per tornare a casa. Ma non immagina che Micha la sta aspettando. Micha sa tutto di lei, conosce i suoi più intimi segreti, ed è deciso a disseppellire i fantasmi del passato e a far sì che Ella ritorni la ragazza vivace e allegra che era un tempo, la ragazza che lui ama e amerà per sempre.

NON LASCIARMI ANDARE

Sorensen Jessica

OLTRE L’ORIZZONTE

De Sanctis Antonello