oppure Registrati
Musica

Abbi cura di me

a cura di Redazione i-LIBRI

Abbi cura di me da L’amore dietro ogni cosa

Abbi cura di me è il secondo singolo cantato da Andrea Crimi estratto da L’amore dietro ogni cosa, il libro di Simone Di Matteo sulle sfaccettature dell’amore, edito dalla Draw Up e ora trasformato in raccolta di canzoni. Il volume  tramutato in un disco di 13 tracce uscirà nei prossimi mesi per la New Music Intenational, etichetta milanese che negli anni ha sfornato vari successi discografici italiani e diverse canzoni dance divenute hit internazionali.

Di Matteo ha scritto il testo del brano insieme all’amico e songwriter Simone Pozzati a partire proprio da uno dei racconti del suo libro. Così è avvenuto per tutte e tredici le tracce del disco su musiche di Crimi.

Nessuna descrizione disponibile.

Abbi cura di me è stato arricchito dall’esperta produzione di Mario Natale, arrangiatore, produttore e direttore d’orchestra vincitore di ben due edizioni del festival di Sanremo in questa veste, rispettivamente con i Matia Bazar e Laura Bono.

Il brano è un invito alla perseveranza nel coltivare ciò che lo merita davvero, si tratti di una relazione amorosa, di un rapporto di amicizia o altro, e senza farsi distrarre dai variopinti orpelli che la vita ci pone davanti, perché ogni cosa è possibile solo se si è disposti realmente ad amare.

Un’operazione questa, della trasformazione dell’amore narrato da Di Matteo, che non lascia nulla al caso, in Abbi cura di me, oltre ai preparati Pozzati e Natale, vi è il contributo di Paola Caridi alla batteria e alle chitarre di Chiara Carcano e Simone Sciarresi.

Apri foto

La stessa Monica Landro ha dichiarato, qualche giorno fa ai microfoni della rivista Vanity Class, la coralità e la particolarità del progetto:

«Quando Simone mi ha parlato del progetto, sono rimasta immediatamente affascinata dall’idea che dalle parole di un libro potesse nascere un album. Di solito accade che ne nasca un film. Affascinante l’idea che 13 capitoli diventassero 13 canzoni e stimolante il fatto che questa idea fosse un primato: il primo concept album per raccontare un libro. Anne, il primo singolo uscito lo scorso febbraio, mi ha subito fatto intuire il potenziale di questo progetto perché diversi media tra radio e stampa ne hanno colto l’originalità. Tuttavia, è con Abbi cura di me – ne sono certa – che vedremo decollare significativamente questo lavoro di squadra. La canzone, potente di per sé per il testo, per la coinvolgente interpretazione canora e per gli arrangiamenti che la rendono ancora più emotiva, rappresenta perfettamente il concetto di Amore  dietro ogni cosa!».

Un libro definito da molti meritevole del Guinness World Record, considerato il fatto che L’amore dietro ogni cosa ha abbracciato diverse arti tra loro complementari. Infatti, dopo essere divenuto uno spettacolo teatrale per la regia di Guido Del Vento nel 2017 selezionato al Roma Fringe Festival, è stata svelata – parallelamente all’uscita del primo singolo Anne – la notizia che si sta lavorando a un film, che sarà girato da Carlo Fenizi (il regista pugliese classe 85′ ha già diversi lungometraggi d’autore all’attivo tra cui Istmo, Effetto Paradosso, La luce dell’ombra e Quando si muore…si muore!).

Anche il paroliere Pozzati ha fatto dichiarazioni  in merito all’unicità del progetto: «L’amore dietro ogni cosa è un percorso fatto di musica e parole, dove ognuno può riconoscere un dettaglio e farlo suo. Sono davvero felice che, dall’idea di motore immobile dietro al concetto di Amore, si sia messo in atto prima un libro, poi una pièce drammaturgica e ora un disco di 13 tracce. Significa che questo sentimento è veramente una forza che muove le nostre vite! Lavorare con Simone Di Matteo, poi, è stato un grande piacere, nonché motivo di orgoglio. Lo stimo da sempre, ho letto ogni pagina che ha scritto e conosco i suoi testi a memoria. Mi ha dato tanto, perché oltre a essere un collega, è pure un carissimo amico».

Di Matteo ha fatto sapere:

«Stiamo riscontrando notevoli consensi, soprattutto tra gli esperti del settore. Non me lo sarei mai aspettato. Per questo motivo, insieme alla casa discografica, abbiamo deciso di attuare un re-styling dell’intero progetto, compresa la parte grafica relativa alla copertina, che richiamerà il libro. Andrea Crimi ha prestato la sua voce alle prime due canzoni, ma non è da escludere che altri artisti daranno il loro contributo, sia in duetti che da solisti!».

Ad accompagnare il tutto, il videoclip ufficiale prodotto da Modo Agency per la regia di Nicola Marrapodi e Bruno Trombetta. Girata in Villa Borzino a Busalla (GE), con il patrocinio del Comune e dell’Assessorato alla Cultura, la clip mostra con un tocco noir l’eterno sfiorarsi di due anime, tra i petali dell’ignoto e il pallido grigiore del ricordo, in una danza al di là del tempo che li avvicina, senza che però riescano mai a toccarsi. A vestire i panni dei protagonisti l’attore e modello Andrea Candeo e la ballerina Sophia Carbonaro.

GUARDA IL VIDEOCLIP https://www.youtube.com/watch?v=fTEFL97eVAU

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati