oppure Registrati
Narrativa

Dodici rose a Settembre

a cura di Ornella Donna

Maurizio De Giovanni pubblica un nuovo romanzo giallo: Dodici rose a Settembre. Nuova è anche la figura protagonista: si chiama Mina (o meglio, all’anagrafe, Gelsomina) Settembre, è assistente sociale nei Quartieri Spagnoli di Napoli, quarantenne separata dal marito Claudio, ha due problemi fondamentali: le sue giornate che sono GDM (comprensibile il significato sotteso) e la madre invalida, ma saccente, che le rimprovera continuamente di non avere un uomo che garantisca loro un alto tenore di vita. Contemporaneamente Napoli è sconvolta da parecchi omicidi, tutti preceduti dall’invio quotidiano di rose rosse. Omicidi nei quali “se è vero che sentiva forte e chiara la passione in ogni delitto, rabbia cieca, (…) era altrettanto vero che la pianificazione degli assassini era follemente lucida”.

Qual è il significato intrinseco e simbolico di queste rose?

La stessa Mina è in pericolo?

Chi la salverà?

Forse il bel ginecologo Domenico detto Mimmo?

Un giallo gradevole, un noir la cui investigazione non è al centro del romanzo: la narrazione infatti predilige la caratterizzazione dei personaggi e l’ambientazione in cui vivono. Un testo spesso ironico, al limite del cinismo, che coinvolge benevolmente il lettore.

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin