Classici

Paradiso perduto

Milton John

Descrizione: Poema biblico religioso in dodici libri. Pubblicato nel 1667, è il grande libro della Trasgressione e della Caduta, temi che sottendono quelli della libertà e della responsabilità dell'uomo.

Categoria: Classici

Editore: Einaudi

Collana: I Millenni

Anno: 2008

ISBN: 9788806125721

Recensito da Francesca Barile

Le Vostre recensioni

Se la lingua italiana deve a Dante il suo poema epico, quella inglese si affida a John Milton, poeta, pensatore e latinista vissuto nel Seicento, che ha occupato una posizione di rilievo anche nell’epoca della repubblica del Commonwealth.

“Paradiso Perduto” è un poema impegnativo che parla della creazione, della caduta degli angeli ribelli e della cacciata dall’Eden di Adamo ed Eva.

Diviso in dodici libri a imitazione del’Eneide virgiliana, in precedenza era stato pubblicato nella versione a dieci libri.

Milton trae largamente ispirazione dalla Bibbia, anche se non mancano citazioni alla realtà che vive il poeta (si parla ad esempio di Galileo Galilei, conosciuto personalmente da Milton nel corso di un suo viaggio in Italia).

Milton inizia la storia “in the midst of things” vale a dire in medias res, seguendo il tipico incipit dell’epoca (vedasi Omero).

Il vero protagonista, che assume a tratti atteggiamenti quasi titanicamente eroici e verso il quale il poeta mostra una malcelata partigianeria, è Satana, che viene introdotto già angelo caduto negli Inferi a incitare i compagni a rialzarsi e a combattere. E’ probabile che la sua figura rappresenti quella di chi si ribella contro la tirannia (così come Cromwell si ribellò contro Carlo I) ed è per questa motivazione che i passi che trattano di Satana sono tra i più alti dell’intero poema.

Dio e il Figlio vengono anch’essi rappresentati come due personalità ben distinte: da un lato il Padre severo e vendicativo, al quale si contrappone il Figlio misericordioso. (Milton è assolutamente duale poiché nella sua concezione religiosa non c’è lo Spirito Santo). Adamo ed Eva, che vivono un’esistenza parallela rispetto a quanto accade in Cielo e agli Inferi, sono dotati di una passionalità che perde sublimità per trasformarsi in maliziosa sensualità dopo il Peccato.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

John

Milton

Libri dallo stesso autore

Intervista a Milton John

Parigi, un appartamento senza inquilini nel centro della città, silenzioso, troppo perfetto per non nascondere misteri. Madeline, una giovane poliziotta di Londra, lo prende in affitto per cercare un po' di riposo, dopo una serie di casi non risolti e la crisi della sua storia d'amore. Per un errore tecnico, nella stessa casa arriva anche Gaspard, venuto a Parigi per isolarsi e scrivere in tranquillità la sua nuova opera teatrale. Queste due anime solitarie e irrequiete sono così costrette a vivere assieme per qualche giorno. L'appartamento era di proprietà del celebre pittore Sean Lorenz che lo usava anche come studio, e in quelle stanze si respira ancora la sua passione per i colori e per la luce. Distrutto dall'assassinio del giovane figlio, Lorenz è morto l'anno precedente l'arrivo dei due inquilini, lasciando in eredità tre dipinti, che tuttavia risultano oggi scomparsi. Affascinati dal suo genio e colpiti dai molti misteri che avvolgono la sua vita e, soprattutto, la sua morte, Madeline e Gaspard decidono di unire le forze per ritrovare le opere dell'artista. Ma per arrivare a scoprire il segreto che si nasconde dietro l'enigmatica figura di Sean Lorenz, Madeline e Gaspard dovranno affrontare i loro demoni in un'indagine che li cambierà per sempre.

Un appartamento a Parigi

Musso Guillaume

La formula del radium, un libro con una annotazione a matita che rimanda a un altro libro che contiene l'elenco di quattro ville storiche di Bologna e del suo territorio: Villa Aldini, Villa delle Rose, Casa Beroaldo e la Rocchetta Mattei. Questo è ciò che hanno in mano un fotografo conosciuto come "Duescatti" e un ricercatore universitario di nome Rosas, detto "il talpone". E con queste tracce Rosas arriva a un episodio storico documentato: un furto di radium commesso dall'esercito tedesco all'ospedale Sant'Orsola nel luglio 1944. Radium sottratto ai malati e destinato alla macchina bellica di Hitler. Solo che, arrivati a questo punto, Duescatti trova una morte orribile a Casa Beroaldo e Sarti Antonio, sergente, si trova di fronte a una scena del delitto enigmatica, mentre Rosas, che in Questura viene indicato come colpevole della morte del fotografo, è misteriosamente scomparso...

DELITTI DI GENTE QUALUNQUE

Macchiavelli Loriano

New England,1891. E’ notte fonda ormai. Nell’antica dimora di Blithe House regnano il silenzio e l’oscurità. Per Florence, giovane orfana di dodici anni, è finalmente giunto il momento di che ogni giorno aspetta con ansia. Attenta a non far rumore, scende le scale ed entra nella vecchia biblioteca. Nella grande stanza abitata dalla polvere e dall’abbandono, ci sono gli unici amici che le tengano davvero compagnia, i libri. Libri proibiti per Florence. Non potrebbe nemmeno toccarli: da sempre le è vietato leggere. Così le ha imposto lo zio che l’ha allevata insieme al fratellino Giles. Un uomo misterioso, che l’ha condannata a vivere confinata in casa insieme alla servitù Ma Florence è furba e determinata e ha imparato a leggere da sola. Ha intuito che nei libri è racchiusa la strada per la libertà. Perché è proprio in quella biblioteca, tra i vecchi volumi di Sir Walter Scott, Jane Austen, Charles Dickens, Gorge Eliot e Shakespeare, che si nasconde un segreto che affonda le radici in un passato legato a doppio filo alla morte dei suoi genitori. Una terribile verità che, notte dopo notte, getta ombre sempre più inquietanti sulla vita di tutti. Strani episodi iniziano a sconvolgere la dimora. Prima la morte violenta e inspiegabile di una delle governanti, poi l’arrivo della nuova istitutrice del fratellino, una donna dura, che odia Florence con tutta se stessa. Per la ragazza camminare per i corridoi della casa è sempre più pericoloso. Deve essere astuta e stare attenta a tutto, al minimo scricchiolio del legno, a un soffio di vento, agli occhi che la fissano sinistri dai dipinti. La verità ora è una questione di vita o di morte. E per trovarla Florence avrà bisogno delle parole che si annidano nei libri e dell’anima oscura che si nasconde in lei.

La biblioteca dei libri proibiti

Harding John

L’infanzia è uno dei periodi più difficili della vita

Celenia