Narrativa

PASSIONE VINTAGE

Wolff Isabella

Descrizione:

Categoria: Narrativa

Editore: Leggereditore

Collana:

Anno: 2011

ISBN:

Recensito da Laura Barbieri

Le Vostre recensioni

… Ciò che amo davvero degli abiti vintage… è il fatto che contengano la storia personale di qualcuno… Mi ritrovo a farmi domande sulle loro vite. Non riesco mai a guardare un capo, come questo tailleur… senza pensare alla donna che lo possedeva. Quanti anni aveva? Lavorava? Era sposata? Era felice?…”.

Se, come me, non avete molta dimestichezza con il mondo della moda vintage, vi consiglio di intervallare la lettura di questo romanzo con la ricerca su internet delle immagini degli abiti degli stilisti citati da Isabel Wolff in modo davvero preciso. Vi si aprirà un mondo incredibile e scintillante, dove la raffinatezza e il lusso vanno di pari passo con l’originalità e l’abilità nel trasformare stoffe in abiti che sono veri e propri capolavori. Emilio Pucci, Ossie Clark, Biba, Jean Muir, Balenciaga, Valentino, Madame Grès… Nomi di stilisti che hanno fatto la storia della moda, nomi di sarti che sapevano usare le proprie mani per creare abiti unici. Preparatevi, perché dopo la lettura di Passione Vintage, smanierete per andare a rovistare in qualche negozio specializzato o anche solo in un qualche mercatino dell’usato in cerca del vostro “pezzo unico”.

Il romanzo della Wolff non è ovviamente solo questo. Si tratta di un romanzo delicato e commovente, un romanzo sull’importanza dell’amicizia e sulla difficoltà di gestire relazioni affettive importanti quando ci si deve mettere in gioco sul serio e quando, inevitabili, emergono le piccolezze e gli egoismi che non riusciamo a tenere a bada. Phoebe ha perso Emma e sente forte il senso di colpa per non avere capito quanto la sua amica più cara avesse avuto bisogno di lei e della sua presenza. La signora Bell ha tradito, senza volerlo, Monique in un momento storico in cui una simile leggerezza poteva costare la vita. Ecco però che il destino, o il caso, offre ad entrambe una seconda possibilità: avvicinarsi, conoscersi, confessare finalmente il proprio dolore e il proprio tormento con la sicurezza di non essere giudicate ma solo comprese. Aiutando la signora Bell a scoprire la vera sorte di Monique, deportata in un campo di concentramento nazista, Phoebe affronta i fantasmi del proprio passato, riesce a perdonarsi, a trovare la forza di guardare alla propria vita con nuovo entusiasmo, con un desiderio rinnovato di amare e di essere amata.

“Passione Vintage” è un romanzo davvero piacevole e una lettura che coinvolge fin dalla prima pagina. L’autrice, Isabel Wolff, è stata paragonata a scrittrici del calibro di Marian Keyes e Cecilia Ahern.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Isabella

Wolff

Libri dallo stesso autore

Intervista a Wolff Isabella

Sei fiabe in cui è raccolta tutta la poetica di Miyazawa Kenji, scienziato, buddista, agronomo e filosofo (1895-1993). Il racconto che dà il titolo alla raccolta ha ispirato numerose serie di telefilm, fumetti e cartoni animati di fantascienza.

UNA NOTTE SUL TRENO DELLA VIA LATTEA E ALTRI RACCONTI

Kenji Miyazawa

Carolina, una ragazza nel tunnel della droga, e Giorgio, suo padre, editor di una piccola casa editrice romana. Un centro di recupero dal quale la figlia è uscita senza una vera guarigione. La vita che ricomincia come prima, attirata a ogni passo nei vicoli della dipendenza, verso un destino cui niente e nessuno sembra potersi opporre. Solo, impotente, smarrito, Giorgio tenta ogni strada per salvare sua figlia, e in ogni strada, dissestata, sconnessa da una crescente follia, la sua solitudine si fa più profonda, il suo smarrimento più vasto, la sua impotenza più fatale. Cerca rifugio nella fede, e una via di salvezza comincia ad affacciarsi, un'idea di fede oscura, un patto col diavolo...

Sacrificio

Carraro Andrea

Nella Germania della Seconda guerra mondiale, quando ogni cosa è in rovina, una bambina di nove anni, Liesel, inizia la sua carriera di ladra. All'inizio è la fame a spingerla, e il suo bottino consiste in qualche mela, ma poi il vero, prezioso oggetto dei suoi furti sono i libri. Perché rubarli significa salvarli, e soprattutto salvare se stessa. Liesel infatti sta fuggendo dalle rovine della sua casa e della sua famiglia, accompagnata dal fratellino più piccolo e diretta al paese vicino a Monaco dove l'aspetta la famiglia che li ha adottati. Nell'inverno gelido e bianco di neve, il bambino non ce la fa, ed è proprio vicino alla sua tomba che lei trova il primo libro. Il secondo, invece, lo salva dal fuoco di uno dei tanti roghi accesi dai nazisti. Col passare del tempo il numero dei libri cresce e le parole diventano compagne di viaggio, ciascuna testimone di eventi terribili ai quali la bambina sopravvive, protetta da quei suoi immortali, straordinari, amorevoli angeli custodi.

Storia di una ladra di libri

Zusak Markus

È una torrida estate in Alta Valle Stermasca, nell'entroterra savonese. Un ragazzo genovese in vacanza è scomparso misteriosamente da alcuni giorni, ma gli abitanti di Stermato continuano a condurre la loro vita come sempre. Finché un mattino il ragazzo scomparso viene ritrovato morto. Barbaramente assassinato, come dicono i giornali. E inizia la caccia al colpevole, sotto gli occhi dell'intera nazione. Una vera e propria danza di sospetti e segreti, un intreccio di relazioni nascoste, di verità sbagliate, di apparenze che ingannano, tra carabinieri affettuosi e spazzini africani, adolescenti insopportabili e zii piagnucolanti, vecchie vegetariane tabagiste e canidi di varia specie, in una cornice ineguagliabile qual è quella di Stermato, straordinario paese di montagna sospeso fra Liguria e Piemonte, fra Medioevo e modernità, fra sovranismo valligiano e conquista del mondo.

L’innocenza del lupo

Duberti Nicola