oppure Registrati
Poesia

Una scia grigio verde dagli occhi

a cura di Redazione i-LIBRI

Una scia grigio verde dagli occhi

Una scia grigio verde dagli occhi
scorre al mio silenzio e lo assale
tacere non posso e sorridente
balbettante
attendo una domanda ancora

So che tacere non puoi
mi cerchi e mi sogni e mi segni
finché dal fiore delle labbra tue
un’altra questione sboccerà
sarai desiderio vivo che accarezzo
ripercorrendo una scia grigio verde fino
alla tua anima che pare candida
ma più nera che la mia nell’ombra attende
appena appena un altro raggio di buio.


Come rinasce Dio

All’opera-dono tardi torniamo
Osserviamo accumularsi qui
Umanità-mondo sempre avvilita
Nel punto dello scoramento
Dal vaporare di desideri
Allo schiarirsi di vite
Anche gli errori baluginano
Guizzando lugubri dopo

In preghiera imploriamo
A cuori troppo giovani
Sfavillanti infiniti amori

Imploriamo d’ammazzare l’uomo
E nell’espiazione generare Dio.


I giorni del tuo arrivo

Lieto sia il tuo andare
ed assente io ci sarò
– presente io che so il peso dell’assenza –

Altre terre accoglieranno
il transito delle domande
che non ci abbandonano
e solo fino a quando
le risposte non saranno
che ipotesi
e le richieste congetture
ogni esclamazione un dilemma
le definizioni interrogazioni
e tutto il nostro dire niente più che illazione
al silenzio
e solo fino a quando
ogni vocabolo si frantumerà in segni
nomadi e senza suono
al dialogo della non appartenenza
solo fino a quando
l’illimite sarà l’annuncio del nostro paese
che esige l’accoglienza della dissipazione

solo fino ad allora non conosceremo l’urto della fine

Avvelenati dal più sacro e atroce dei delitti
l’innocenza
tu esisti perché io t’attendo
perché io vivo tu arriverai
mentre il tempo disferà il tempo
la ferita sola potrà curare la ferita

Avvelenati dal più sacro e atroce dei delitti
l’innocenza

(Nella foto, un’opera di Marc Chagall)

__________________________________________________________

Il prof. Angelo Fàvaro (nella foto) si occupa di letterature classiche, di ibridazioni fra le arti e la letteratura, di teatro, e collabora con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Roma “Tor Vergata” e con l’Associazione Fondo Alberto Moravia, di cui è Presidente Dacia Maraini. Collabora con la rivista Sinestesie  (www.rivistasinestesie.it). Ha pubblicato saggi e articoli, anche in riviste e pubblicazioni internazionali su Foscolo, Balzac, D’Annunzio, Pirandello, Moravia… In questo ambito fa parte del comitato scientifico del ciclo di convegni internazionali che si svolgeranno nel 2017 per il 150° anniversario della nascita di Luigi Pirandello.

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati
Text selection is disabled by content protection wordpress plugin