Narrativa

La poltrona di seta rossa

Vicidomini Letizia

Descrizione: Storie individuali e vicende nazionali si intrecciano nell'appassionata narrazione di Letizia Vicidomini, che coinvolge generazioni di anime e personaggi a partire dalla capostipite, la centenaria Ernestina. Dalla scuola per signorine nel cuore di Napoli, dove si consuma la prima esperienza d'amore, all'inserimento difficile nella casa dei suoceri, a Sorrento, il romanzo viaggia attraverso ritratti di figli, nuore, cognate e nipoti, che hanno vissuto la recente storia italiana: la guerra, con la sua scia di morti, le Quattro Giornate, la ripresa del mondo del lavoro, finalmente aperto anche alle donne.L a saga familiare confluisce nella figura di Angel, il nipote preferito di Ernestina, dotato di una personalità complessa e di un "dono" speciale, che sa di magia.

Categoria: Narrativa

Editore: Home Scrivens

Collana:

Anno: 2014

ISBN: 9788897905646

Recensito da Donatella Perullo

Le Vostre recensioni

Ernestina compie cento anni. È circondata dalla sua famiglia e attraverso gli spessi occhiali, osserva uno a uno i volti cari. Ad accompagnarla fino alla poltrona foderata di seta rossa, è il suo nipote preferito. Su quella poltrona Ernestina ha pianto, gioito, ha ascoltato confidenze, ha pregato e sognato. Ora è pronta a ricevere l’abbraccio di chi ama, riamata e a intraprendere il lungo viaggio nei ricordi di una vita. Ricordi che partono ancora prima della sua nascita, storie che ha conosciuto grazie ai racconti della madre e della cara amica Melina, reminiscenze che attraversano un secolo di storia e anche più. Racconto di una famiglia e di chi ne ha fatto parte per nascita o acquisizione, ma anche storia di una città.

Attraverso gli occhi di Ernestina e di quelli della sua numerosa famiglia, la brava Letizia Vicidomini, che già ci aveva convinti con Il segreto di Lazzaro, ci fa scoprire il passato di una Napoli che è esistita e che agli occhi di chi sa vedere, continua a esistere.

Ce la dipinge con colori tenui e solari, donandoci un affresco ricco di poesia, capace di portarci indietro nel tempo e mostrarci luoghi, strade, palazzi e persone con tanta lucidità da consentirci di poterli vivere, sentire e vedere, non solo con gli occhi della mente.

La poltrona di seta rossa è dunque un cammino attraverso la vita della protagonista, un viaggio piacevole, intenso e imprevedibile il cui senso si racchiude nella filosofia di uno dei suoi personaggi più riusciti, Armando:

Ognuno di noi viene al mondo per arrivare a morire […]. Nulla di catastrofico in questo, solo il senso delle cose che occorre far sorridere. Dobbiamo trovare il sorriso delle cose […] e prenderci la fetta di felicità che ci spetta, perché la vita non torna indietro e va dritta verso il bersaglio finale.”

Letizia Vicidomini è dunque una conferma. Se con Il segreto di Lazzaro ci aveva fatto delle promesse, con La poltrona rossa le ha mantenute tutte.

Letizia Vicidomini vive a Nocera inferiore, dove e nata, ma lavora a Napoli come speaker radiofonica. La poltrona rossa è il suo quarto romanzo. Per Cento Autori ha pubblicato Il segreto di Lazzaro (2012), mentre con Akkuaria ha pubblicato Nella memoria del cuore (2006) e Angel (2007).

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Letizia

Vicidomini

Libri dallo stesso autore

Intervista a Vicidomini Letizia


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Un incidente di macchina. Una giovane donna è stata investita. Eppure, ai medici appare subito evidente come le ferite che offendono quel corpo non possano essere dovute solo all’impatto contro il veicolo. Qualcuno, prima dell’incidente, deve averle inflitto sofferenze impensabili: una mente malata che forse, in quello stesso istante, sta scegliendo un terreno di caccia, una potenziale vittima, un nuovo corpo da seviziare. Starà all’agente speciale Will Trent, con l’aiuto del medico Sara Linton, scoprire l’atroce verità, nascosta in una camera degli orrori incuneata nel buio dei sotterranei della città...

GENESI

Slaughter Karin

Periferia di Milano, anni Settanta. Gli anni del terrorismo e della droga, dei sogni di Oriente e di liberazione. Una mattina, nella classe di un Istituto Agrario, fa la sua apparizione Giulia, una giovane professoressa di lettere che parla di letteratura e di poesia con una passione sconosciuta. È quell'incontro a «salvare» Massimo Recalcati che, in questo libro dedicato alla pratica dell'insegnamento, riflette su cosa significa essere insegnanti in una società senza padri e senza maestri, svelandoci come un bravo insegnante sia colui che sa fare esistere nuovi mondi, che sa fare del sapere un oggetto del desiderio in grado di mettere in moto la vita e di allargarne l'orizzonte. È il piccolo miracolo che può avvenire nell'ora di lezione: l'oggetto del sapere si trasforma in un oggetto erotico, il libro in un corpo. Un elogio dell'insegnamento che non può accontentarsi di essere ridotto a trasmettere informazioni e competenze. Un elogio della stortura della vite che non deve essere raddrizzata ma coltivata con cura e riconquistata nella sua singolare bellezza.

L’ora di lezione

Recalcati Massimo

MALAMORE

De Gregorio Concita

"Nonostante qualche critica iniziale e un certo scetticismo, alimentato dalla stessa autrice in lettere private, La virtù di Checchina è uno dei testi più riusciti di Matilde Serao, un racconto borghese gradevole e coinvolgente, in cui l'innata simpatia della sua protagonista, i suoi ostentati timori, i vorrei ma non posso che ne animano di continuo le azioni e le esitazioni, riescono a creare una naturale empatia con il lettore che pur lasciandosi scappare magari più d'un sorriso dinanzi all'esibita ingenuità della donna, non può che divertirsi a sospirare e cospirare con lei, nella ricercata realizzazione di desideri tanto comuni quanto umani." (dalla prefazione di Aldo Putignano).

La virtù di Checchina

Serao Matilde