Narrativa

Premiata ditta sorelle Ficcadenti

Vitali Andrea

Descrizione: Bellano 1916. In una fredda serata di metà dicembre una fedele parrocchiana, la Stampina, si presenta in canonica: ha urgente bisogno di parlare con il prevosto. Suo figlio Geremia, che in trentadue anni non ha mai dato un problema, da qualche settimana sembra aver perso la testa per una donna: vuole sposarla o si butterà nel lago. L'oggetto del suo desiderio è Giovenca Ficcadenti, che insieme alla sorella Zemia ha appena aperto in paese un bottonificio, suscitando un putiferio di chiacchiere e sospetti. Come fanno ad avere prezzi così bassi per prodotti così buoni? Qual è l'origine di quel "Premiata" di cui fregiano la loro ditta? Quali traffici nascondono il giovedì sera? E come si può impedire all'ingenuo Geremia di finire vittima di qualche inganno? Sul loro passato si allungano molte ombre e servirà tutta l'astuzia dei compaesani - ma anche la loro ironia - per evitare guai più seri.

Categoria: Narrativa

Editore: Rizzoli

Collana: Rizzoli narrativa

Anno: 2014

ISBN: 9788817072014

Recensito da Vanessa

Le Vostre recensioni

Il romanzo “Premiata ditta sorelle Ficcadenti di Andrea Vitali è geniale. Attraverso una trama complessa ma avvincente, il narratore ci riporta agli inizi del ‘900, in un villaggio del nord Italia non ancora pronto per le grandi trasformazioni sociali che di lì a poco sarebbero avvenute, un paese molto legato alle tradizioni popolari e pronto a difenderle da qualsiasi elemento perturbante.

La disforia è incarnata da una donna tanto bella quanto misteriosa, proprietaria insieme alla sorella di una merceria, che impiega molto poco a far breccia nel cuore di un ragazzo strampalato, il quale sarà disposto a tutto pur di sposarla, anche di andare contro sua madre, naturalmente preoccupata. È questa la scintilla che accende la storia.

In questo romanzo corale, tutti i personaggi che ruotano intorno alla vicenda vorranno dire la loro perché si sentiranno tutti coinvolti, specialmente il curato, Don Primo Pastore, chiamato personalmente ad occuparsi della causa. È cosa nota che in un paese qualsiasi cosa accada, diventa in poco tempo affar di ognuno, e cosi come i pettegolezzi passano da orecchio a orecchio, tanto rapidamente scorrono le pagine del romanzo: fluide, spigliate, irresistibili, pronte a coinvolgere il lettore in questo segreto di Pulcinella. Perché si sa, tutto il mondo è paese.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Andrea

Vitali

Libri dallo stesso autore

Intervista a Vitali Andrea


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Avrebbe voluto, per la sua sepoltura, e lo disse, non fiori; bensì piccole ciotole col miglio per gli uccelli... Premio Campiello 1971.

RITRATTO IN PIEDI

Manzini Gianna

Sinestesieonline: il N. 14 di Dicembre 2015

Le avventure e disavventure di Penelope, detta Pepe. Pasticciona, per nulla romantica, fanatica di Lost, Pepe si troverà a vivere una strana avventura per conquistare il cuore di un uomo.

TORNO INDIETRO PER UN BACIO

Franceschinelli Cinzia

Lidio Cervelli è figlio unico di madre vedova. Un bravo ragazzo, finché alla festa organizzata al Circolo della Vela non arriva Helga: bella, disinibita e abbastanza ubriaca. Lirica, la severa madre di Lidio, abile e ricca imprenditrice dell'edilizia, ha vedute molto diverse. Suo figlio deve trovare una moglie "made in Italy", una ragazza come si deve. Magari la nipote del professor Eugeo Cerretti, Eufemia, un ottimo partito con un piccolo difetto: è brutta da far venire il mal di pancia solo a guardarla. Ma forse Lidio ha trovato il modo per uscire dalla trappola e realizzare tutti i suoi sogni: durante un sopralluogo per un lavoro di ristrutturazione, in un muro maestro scova un gruzzolo di monete d'oro, nascosto chissà da chi e chissà quando. Intorno a questo quintetto e al tesoro di Lidio, un travolgente coro di comprimari. A cominciare dalle due donne più belle del paese: Olghina, giovane sposa del potente professor Cerretti, che fa innamorare Avano Degiurati, direttore della Banca del Mandamento; e Anita, la moglie del muratore Campesi, di cui si incapriccia Beppe Canizza, il focoso segretario della locale sezione del Partito. E poi l'Os de Mort, di professione "assistente contrario", cuochi e contrabbandieri, l'astuto prevosto e l'azzimato avvocato... Immancabili, a vigilare e indagare, i carabinieri guidati dal maresciallo Maccadò.

GALEOTTO FU IL COLLIER

Vitali Andrea