Giallo - thriller - noir

IL PREZZO DELLA BELLEZZA

Teruzzi Rosa

Descrizione:

Categoria: Giallo - thriller - noir

Editore: Rusconi

Collana: Narrativa Rusconi

Anno: 2013

ISBN: 9788818030112

Trama

Le Vostre recensioni

Esplode una fiammante Porsche. Al suo posto resta un cratere, le finestre delle case sono in frantumi, il cancello vicino è divelto. Tra le macerie campeggia una scritta: “Avanti il prossimo…”.

È mattina presto e i primi giornalisti che arrivano sono Irene, cronista di nera de La Città, e Angelo, fotografo.

Tra i rottami si delinea un intreccio degno dei migliori romanzi gialli.

L’automobile era di Edoardo Pincio, rinomato chirurgo plastico, e Irene collega l’attentato alle tre lettere ricevute in redazione qualche giorno prima. Erano state firmate infatti dalle fantomatiche Brigate Antisilicone e minacciavano “i chirurghi estetici, avidi macellai, dispensatori di false illusioni, bastardi prezzolati”.

La giornalista veste i panni di commissario e inizia un’indagine personale grazie al suo dono, un sesto senso che le permette di entrare in empatia con le persone che sfiora.

Irene è l’indiscussa protagonista della storia e tutta la vicenda scorre secondo il suo punto di vista. Con lei conosciamo le ansie dei personaggi, donne e uomini vittime delle pressioni della società odierna che schiaccia i deboli per problemi di sussistenza ma condiziona anche i vincenti con regole di perfezione fagocitanti.

Il romanzo ricorda la moderna tradizione poliziesca francese, con i forti riferimenti al vissuto sociale, con i problemi di integrazione di Uang, cinese immigrato senza arte né parte, con le ambientazioni urbane grottesche, come il parco trasformato in orto da Romina, exmondina ultraottantenne.

Sul vertice della piramide campeggiano uomini insulsi e donne di gomma che pagano inesorabilmente il prezzo della loro (ma sarà vera?) bellezza.

Nelle vicende personali di Irene però si avverte un barlume di speranza, un’ancora di salvezza. Basterebbe abbandonarsi ai sentimenti sopiti sotto le macerie dell’esistenza per ritrovare la vita autentica.

Ora camminano fianco a fianco. Senza toccarsi, Irene la percepisce, l’onda tiepida di gioia che lui sparge intorno. E sente che l’amore è proprio questo: non il teorema cervellotico di una canzone da hit parade. Non la passione disperata di certe piccole melò. Ma la possibilità di essere se stessi, perfetti come si è, con la persona perfetta in quel momento. Senza bisogno di parole.”

Questa sì che è una bella bomba!

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Rosa

Teruzzi

Libri dallo stesso autore

Intervista a Teruzzi Rosa

In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato «la Fortezza», Beatrice e Alfredo sono per tutti «i gemelli». I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un’amicizia ruvida come l’intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un’amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent’anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.

Il rumore dei tuoi passi

D'Urbano Valentina

Su una perla trovata in fondo al mare un pescatore messicano, Kino, costruisce il sogno di una vita migliore, il riscatto dalla miseria e dalla fatica. L'inquietudine e le passioni suscitate dal tocco della fortuna sconvolgono però la sua vita, quella di sua moglie e del suo bambino. Contro la violenza non basta più l'amore di Juana, né la solidarietà di alcuni poveri pescatori, e dalla grande avventura Kino e i suoi torneranno alla fatica di tutti i giorni senza nemmeno l'unico bene che la vita aveva loro dato: la pace con se stessi.

La perla

Steinbeck John

Romanzo epocale, "Il tamburo di latta" compie cinquant'anni e conserva tutta la sua carica provocatoria. In modo umoristico e grottesco, narra la vicenda del protagonista Oskar Matzerath, il tamburino inseparabile dal suo tamburo e con una voce potentissima che manda in frantumi i vetri. Dal manicomio dove è rinchiuso Oskar rievoca la propria storia, indissolubilmente intrecciata alla storia tedesca della prima metà del Novecento. Scorrono così nel fiume del suo racconto immagini memorabili, a partire da fatti leggendari come il concepimento e la nascita della madre sotto le quattro gonne della nonna, passando per la sua venuta al mondo ricca di presagi, fino all'ascesa irresistibile del nazismo e al crollo della Germania. È stato nel giorno del suo terzo compleanno che Oskar, in odio alla famiglia, al padre, alla società ipocrita, ha deciso di non crescere più. Da quell'osservatorio particolare che è la città polacco-tedesca di Danzica e poi da Düsseldorf, grazie alla sua prospettiva anomala di nano, può guardare al mondo degli uomini dal basso e scorgerne così meglio le miserie e gli orrori, mentre la sua deformità si staglia contro la ripugnanza della normalità piccolo-borghese. Con occhi disincantati e spalancati sulla ferocia e violenza del mondo grida una rabbia che non risparmia la viltà e la corruzione di nessuno, neppure le proprie. Di questa pietra miliare della letteratura contemporanea viene ora proposta una nuova traduzione.

Il tamburo di latta

Grass Günter

Tutti i racconti dell'incubo, del mistero e del terrore nella straordinaria versione di Giorgio Manganelli. Inventore del racconto poliziesco e del thriller psicologico, nella sua sterminata produzione Edgar Allan Poe ha affrontato atmosfere torbide e terrificanti, trame allucinanti e bizzarre, intrecci misteriosi decifrabili solo con l'utilizzo di una lucida logica, mondi inquietanti e anche grotteschi, riuscendo sempre a penetrare a fondo nell'anima delle situazioni fino alle più estreme conseguenze. Questo volume che raccoglie i suoi racconti restituisce tutta la sua suprema intelligenza, la sua visionaria lucidità, la sua acuta percezione della realtà. Il lungo saggio introduttivo di Julio Cortázar aiuta a leggere la vita e l'opera di Poe sotto una luce spogliata di quei riflessi che a partire dalla sua morte hanno così spesso fuorviato i lettori di uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi.

I racconti

Poe Edgar Allan