Letteratura araba

Quando è giusto distribuire traduzioni non autorizzate?

Descrizione:

Categoria: Letteratura araba

Editore:

Collana:

Anno:

ISBN:

Trama

Le Vostre recensioni

Ayman Fadel di Balagh Translations ha preso in considerazione le traduzioni in arabo di libri popolar scientifici; lui ha trovato, tra le altre cose, molte traduzioni non autorizzate di Carl Sagan in giro per il web. Si chiede:

Possiamo dire che la traduzione non autorizzata è una buona cosa?

 

Così come Fadel ha detto in una mail successiva, la questione non è propriamente quella delle traduzioni non autorizzate (potrei anche trascrivere tutte le opere di Lev Tolstoj nella mia camera da pranzo senza creare disagi a nessuno), quanto piuttosto la diffusione non autorizzata di traduzioni a loro volta non autorizzate – in violazione del copyright.

Certamente, in un mondo in cui le risorse fossero equamente distribuite, le traduzioni non autorizzate non potrebbero mai andare bene. Non vorremmo un qualsiasi traduttore che di sua iniziativa si appassioni al libro di Taher Sharkawy, عن الذي يربي حجرا في بيته – A proposito di quel tale che tira un sasso a casa sua (ndr. vincitore del Premio per il miglior romanzo alla Fiera del Libro del Cairo), lo traduca in Inglese (o in islandese o turco o danese), lo pubblichi e lo distribuisca senza il preventivo consenso dell’autore, senza la sua supervisione e senza riconoscergli un soldo.

Ma cosa ne sarebbe, per esempio, della traduzione in arabo di libri scientifici, che sono così carenti? Fadel ha scritto in una email:

Alla fine dei conti, credo sia moralmente giustificabile, purchè vi sia del valore nell’opera oggetto di traduzione e quest’ultima, così come la sua distribuzione, garantiscano il mantenimento della qualità dell’opera originale. Per i libri popolari ad oggetto scientifico, nell’epoca in cui le questioni tecnologiche ed ecologige dovrebbero dominare le preoccupazioni del pubblico, vedo questi libri allo stesso modo in cui vedo i farmaci generici. Così come non è corretto per una grande casa farmaceutica vietare all’India o al Brasile di produrre medicine salva vita ad un prezzo che il pubblico possa permettersi, non è giusto che la Routledge possa negare alle persone l’accesso alla conoscenza.

Dopo aver detto questo, ciò non significa che le istituzioni, così come i governi nazionali, la Lega Araba, l’UNESCO e altri non possano istituire un meccanismo dove gli autori, i traduttori e gli editori possano ricevere un compenso. Non sono così esperto di editoria per poter dire come questo possa funzionare.

 

Dr. Nagla Rizk, e altri rappresentanti del movimento Access to Knowledge (A2K) hanno sollevato simili questioni: Non è etico tenere la parte non benestante del mondo lontana dalla conoscenza, specialmente in quei casi in cui il costo per accedere ai giornali scientifici è così esorbitante

 

E ancora — e Dr. Rizk non potrebbe che concordare, credo — il diritto morale sull’opera di qualcuno che questa non venga manipolata o peggiorata resta supremo.

 

*       *       *       *      *

Articolo tradotto dall’inglese da Diego Manzetti, in collaborazione con il blog Arabic Literature: originale disponibile al link: http://arablit.wordpress.com/2013/02/08/when-is-it-okay-to-distribute-unauthorized-translations/

 

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Il libro affronta tutte le problematiche che hanno segnato l'esplosione della pandemia da covid 19, che ha colto di sorpresa il nostro sistema sanitario, riuscendo a conquistare un'attenzione mediatica senza precedenti. Testimonianze come quella del Prof. Luciano Gattinoni, di fama internazionale, e dell'infettivologo Fabrizio Ernesto Pregliasco, Direttore sanitario dell'Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, ci aiutano a comprendere la struttura e le caratteristiche di questo virus prima sconosciuto. Vengono quindi ascoltati i Cobas della Sanità della Lombardia, che ci hanno dettagliato le motivazioni del loro esposto presentato in procura, anche attraverso le parole di Vincenzo Barbarisi, autore dell'esposto. C'è quindi la testimonianza del dottor Gianluigi Spata, presidente dell'Ordine dei Medici di Como e della Federazione Regionale degli Ordini della Lombardia, che ha vissuto personalmente il dramma del contagio. Infine c'è la testimonianza del professor Paolo Antonio Ascierto, che ha ipotizzato e proposto per primo una terapia da covid 19 attraverso il tocilizumab. Emergono così spunti critici e assunti scientifici, in un libro che apre la vista su aspetti inediti di una pandemia che ha richiesto un cambiamento consapevole dei comportamenti di massa in ambito di igiene e prevenzione sanitaria.

Il virus delle verità

D’Errico Antonio G.

Lo Zio è uno spietato boss della camorra. Ha però una fatale debolezza: "il Grande Fratello", di cui non si perde una puntata. Nemmeno se costretto a vivere in latitanza, braccato dall'agente di polizia Woody Alien, soprannominato così per la "bruttezza intellettualoide", che potrebbe incastrarlo grazie a un misterioso informatore. Allora i "guaglioni" dello Zio, scoperta l'identità del traditore, arruolano il pusher Anthony ­ ventenne incensurato, ma in compenso lampadato e depilato ­ per mandargli un messaggio dalla Casa. Dopo un estenuante addestramento, Anthony riesce a superare il provino ed entra nel cast...

NEL NOME DELLO ZIO

Piedimonte Stefano

A diary from a lifetime ago. A ghost from the past. And an infatuation long forgotten. Wedding singer Georgia Ray Miller dreams of becoming a "blues goddess," but her own doubts keep getting in the way. Besides, she's got enough to keep her occupied, living in a huge haunted (former) brothel with her hippie grandmother, her surrogate boyfriend, Jack, and the Big Easy's most infamous drag queen. Still, she can't help being mesmerized by stories from an old blues pianist. When she discovers a diary from a long-lost aunt, she finds out the blues is truly in her blood. But before Georgia gathers the courage to sing the Delta blues, she must first figure out the affairs of her heart. Does she remain in the comfortable relationship she's found with Jack? Does she run off with the love of her life, a man from her past with a roguish reputation? Or strike out on her own? She thinks she has it all figured out, but the ghosts of the past have a way of intruding on the present .

Diario di una signora del blues

Orloff Erica

Alla ricerca dell'(in)felicità

Chimento Andrea