Narrativa

QUASI QUASI M’INNAMORO

Mittone Anna

Descrizione: “Ci sono momenti nella vita…” in cui si vorrebbe scomparire, “mandare avanti veloce”, come davanti a un film dell’orrore. E questo per Consolata Bogetto, nome dovuto alla delirante fede di sua madre, è uno di quei momenti. Mentre aspetta l’autobus, sotto una pioggia scrosciante, ovviamente sprovvista di ombrello, in attesa di raggiungere l’odiato ma inevitabile pranzo domenicale dai suoi, incontra l’uomo che le ha spezzato il cuore. E ovviamente lei non è, come in tutti i sogni a occhi aperti che ha fatto nell’ultimo anno (e tre mesi e relativi giorni e ore), accompagnata da un uomo meraviglioso e adorante, fasciata in un abitino sexy, nel privé di un locale trendy. Ma è in mezzo alla strada, con i capelli incollati al volto e il trucco sciolto, mentre lui la saluta da un ombrello formato gigante accanto alla nuova impeccabile compagna e a una carrozzina rosa. Quando si dice “fortuna”. Meno male che nella sua vita ci sono alcuni punti fermi. La famiglia: una madre logorroica che per vederla sposata sarebbe pronta a uccidere e una sorella minore già sistemata da anni. Il lavoro in una libreria che le ha dato grandi soddisfazioni, come passare dal reparto “Hobby e Turismo” a “Gola e Cucina” dopo solo dieci anni. Per non parlare del suo migliore amico che, da quando ha ben pensato di innamorarsi della donna perfetta (cuore di Madre Teresa e corpo di Nicole Kidman), la trascura. Ma forse a tutto questo c’è una soluzione.

Categoria: Narrativa

Editore: Piemme

Collana:

Anno: 2011

ISBN: 9788856617894

Recensito da Laura Barbieri

Le Vostre recensioni

E ancora tutto è possibile.”

Consolata Bogetto ha trentasette anni, una laurea in lettere, un lavoro ‘di consolazione’ in una libreria, una madre con la fissazione del matrimonio, un padre depresso, una sorella mediocre, un ex fidanzato appena diventato padre di una bellissima bimba. Potrebbe trovare rifugio nel proprio miglior amico se lui non avesse deciso di assestarle il colpo di grazia innamorandosi di una ragazza praticamente perfetta, un incrocio tra la bontà di Madre Teresa e l’avvenenza di Nicole Kidman.

Consolata, trovandosi proprio in quella fase della vita in cui è necessario prendere delle decisioni, fare il punto della situazione ed agire, decide di innamorarsi. Incantandosi di fronte ad un paio di foto di una rivista di gossip, visionando fino a notte fonda un programma televisivo, Consolata decide che l’uomo dei sogni è Marco Castoldi, in arte Morgan, ex leader dei Bluvertigo, giudice di X Factor, personaggio estroso e melanconico. Da qui in poi la vita di Consolata si svolge soprattutto nel mondo della fantasia e delle illusioni dove ogni cosa è semplice e perfetta, dove non esiste mediocrità e delusione, dove lo sfavillio dei sentimenti va di pari passo con il mascara di Morgan.

“Quasi quasi m’innamoro” è il primo romanzo di Anna Mittone, classe 1971, sceneggiatrice televisiva, che ha collaborato alla realizzazione di varie serie di successo. Si tratta sicuramente di una lettura piacevolmente leggera, di quelle che accompagnano quando si ha voglia di ‘staccare la spina’, di lasciarsi prendere, come la protagonista, da fantasticherie romantiche, senza tralasciare un gusto deciso per l’ironia e la capacità di sottolineare con bonaria sfrontatezza i difetti e le piccolezze che caratterizzano tante delle famiglie dei nostri giorni.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Anna

Mittone

Libri dallo stesso autore

Intervista a Mittone Anna

Il ragazzo e il mare: si può racchiudere cosi l'avventura di un'estate per un adolescente degli anni cinquanta. Il lento addestramento alla pesca, le conversazioni sulla guerra con il pescatore che è stato soldato sul fronte orientale, l'isola del sud: tutto questo fa da sfondo all'incontro del protagonista con una ragazza più grande venuta da un colleggio svizzero a far vacanza al mare.

Tu, mio

De Luca Erri

Il mondo poetico e artistico di Ginevra Lilli

Quando Nikka, sedici anni, si risveglia dal coma in ospedale fatica a ricordare cosa sia successo. Era a una festa, questo lo ricorda, insieme alla sua amica Zoe. Ma poi? Poi, improvvisamente un blackout. Nikka ha provato l'esperienza della morte: per ventuno terribili minuti il suo cuore ha cessato di battere, ma il suo cervello ha continuato a funzionare. E Nikka ricorda un tunnel buio in cui si intravedeva una luce e ricorda che anche Zoe era con lei. E quindi rimane scioccata alla notizia che Zoe è scomparsa proprio durante la festa e che da allora manca da casa. Che sia stata uccisa? Nikka è convinta di no e appena riesce incomincia a cercarla... Ma fin dove sarà disposta a spingersi per salvare la sua migliore amica?

Presenza oscura

Dorn Wulf

"Per i Supernotes si può morire, in spregio a qualsiasi legge, in barba a qualsiasi regola o accordo. Per i Supernotes si può finire all'inferno." Ma cosa sono i Supernotes? Dollari "falsi ma autentici" che circolano in notevoli quantità in alcuni Paesi, Stati "canaglia". "Segui i soldi" diceva il giudice Giovanni Falcone, e proprio per seguire i soldi gli americani chiedono un favore all'alleato italiano. C'è un agente - Kasper - un ex carabiniere che ha operato per il ROS, ex pilota militare, poi passato ai Servizi, infiltrato in Cambogia per indagare sui traffici orientali delle mafie italiane. Kasper è già stato protagonista di clamorose azioni anti narcos, come quando - da agente sotto copertura - ha fatto saltare un'intera organizzazione tra la Colombia e l'Italia. Kasper ha le esperienze e le conoscenze giuste. Indagando su chi stampa questo fiume di denaro, Kasper finirà all'inferno, nel campo di concentramento di Prey Sar, in Cambogia. Ma se gli aguzzini sono gli ex-khmer rossi, chi ha dato l'ordine di imprigionarlo? E perché le autorità internazionali (incluse quelle italiane) nascondono la vicenda? In questo libro Luigi Carletti raccoglie la testimonianza dell'agente Kasper e getta luce su uno dei segreti meglio custoditi dall'intelligence occidentale. Quel che ne esce è un romanzo di spionaggio internazionale. Con un unico difetto: è tutto vero.

Supernotes

Carletti Luigi Agente Kasper