Poesia

Quore

Spinosa Claudio

Descrizione: Alchimia e poesia, o meglio poesia alchemica, questo ciò che "Quore" offre al lettore. Versi dal sapore ermetico a volte criptico che inducono ad un arduo lavoro di introspezione e di sgrossamento. Un percorso alchemico appunto fatto di varie fasi fino alla scoperta e la conoscenza del proprio vero sé.

Categoria: Poesia

Editore: Youcanprint

Collana:

Anno: 2019

ISBN: 9788831614504

Recensito da Ornella Donna

Le Vostre recensioni

Claudio Spinosa, Quore, Youcanprint 2020.

Claudio Spinosa pubblica Quore, un libro di poesie che trascina il lettore verso le più alte vette del narrato e del linguaggio. Poesie scritte con un’eleganza che colpisce, poiché l’autore gioca con le parole con abile maestria e indiscusso talento.
La poesia è ricca di metafore, trascende la realtà per mutarsi in messaggio letterario da assaporare con gusto e da leggere tra le righe. Poetica di valore, semplice e delicata, un’indagine perspicace sull’essere umano e sul suo vivere e sentire. Claudio Spinosa compone splendidi versi sulla scia di una poesia ermetica e della poesia haiku giapponese che distingue la composizione dei versi. Eccone un esempio:

“Svelati di misteri inconsueti ranocchio di vecchi stagni Alberga tra le rive il sogno inspiegabile di cento giorni. Una barca incagliata mi ricorda una vita. La scarpa rotta che galleggia i passi perduti per assecondarla. Ho un mistero da svelare: l’amore per il tempo che tace adombrato di smaniosi ricordi. Cammino a ritroso fra le fronde di notte”.

L’esistenza è da vivere appieno, i sentimenti da analizzare e da esprimere con poche, incisive parole:

Rosa smania il profumo e le narici Le spine nel sangue ti offro in dono cadendomi fra le mani ti stringo per sempre. Diventi pelle. Il mondo è un riflesso e tu sei fuori dal mondo. Effluvio perenne che tocchi ogni dimora”

Le sfumature della vita sono incise nell’albero della vita stessa, i cui segni concentrici sono da esplorare e da vivere.

Nasce in questo modo un percorso di conoscenza di sé, definito alchemico, che procede per tappe, gettando uno sguardo fugace ai tempi passati, per superare il gelo emotivo dell’oggi e tornare al caldo rassicurante del domani. Per veri intenditori, un’eccellenza da gustare con soavità.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Claudio

Spinosa

Libri dallo stesso autore

Intervista a Spinosa Claudio


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Una raccolta di poesie per addentrarsi nel roveto dell'esistenza contemporanea, laddove le certezze sono barbagli, riflessi impalpabili e ingannatori ai quali non è più possibile credere. La metafora della vita come viaggio, pur solida nella propria tradizione plurimillenaria, scricchiola qui sotto il peso del nonsenso odierno. Partire, restare, ostinarsi nel cammino sono forse cose vane; persino l'amore è defraudato dell'assoluto, è un soffione raggiunto dal vento e privato dei semi, una ruota impazzita che si incaglia tra i sassi e che non sa fermarsi. Ivanoe Privitera porta alle estreme conseguenze la lirica del secolo appena trascorso, rivelandosi attento osservatore dei nostri giorni e raffinato cantore del sentimento. Ed ecco che la muraglia di montaliana memoria si fa profilo seghettato di montagne che restituisce avaro l'eco di un vuoto esistenziale incolmabile, il passato è uno spettro di cui si perdono i contorni, il futuro un intrico di frasche che serra i polsi e nel quale ci ostiniamo a cercare il germoglio nuovo e fruttifero: anche il tempo, ormai crocifisso alla propria relatività, è pura illusione. Ma qualcosa è ancora possibile salvare: l'abbraccio di un fratello, la voglia del ritorno e l'ostinata guerra di ognuno di noi contro la solitudine; addirittura la morte, sempre uguale a se stessa, placida e rassicurante nella propria assolutezza.

L’istante violento

Privitera Ivanoe

Le assi curve di Yves Bonnefoy

Le canzoni di Narayama

Fukazawa Scichirō

The White Album è un intenso reportage giornalistico che indaga i grandi miti dell'America degli anni Sessanta, la cultura, gli idoli, la vita quotidiana, le icone pop. Joan Didion descrive e analizza gli eventi chiave e le principali tendenze di quell'epoca, soffermandosi sulle vicende di alcuni personaggi cruciali. Da Charles Manson a Doris Lessing, dalla pittrice Georgia O'Keeffe alla storica organizzazione afroamericana delle Pantere Nere, dai centri commerciali "che fluttuano nel paesaggio come piramidi" alla Villa Getty di Malibu: ogni cosa è vista attraverso il suo sguardo lucido e impietoso, fragile e inquieto. The White Album è un reportage attuale e imprescindibile, un grande classico moderno del giornalismo narrativo, con cui Didion ha contribuito a raccontare l'America e il suo immaginario.

The White Album

Didion Joan