Letteratura tedesca

RED

Gier Kerstin

Descrizione: Chi sono i guardiani del tempo? A cosa serve al giorno d’oggi un antico cronografo con 12 gemme incastonate? Qual è il ruolo della sedicenne Gwendolyn e della avvenente cugina Charlotte? E Gideon, il bello, inavvicinabile Gideon, che parte avrà nella ricerca del mistero che si tramanda da generazioni nella famiglia di Gwendolyn? Mistero, avventura, amore, in un’altalena di colpi di scena mozzafiato per un romanzo di grandissimo successo.

Categoria: Letteratura tedesca

Editore: Corbaccio

Collana: Narratori Corbaccio

Anno: 2011

ISBN: 9788863801927

Trama

Le Vostre recensioni

Corbaccio pubblica il primo capitolo della storia di Kerstin Gier, campione di vendite in Germania e ora alla conquista del mondo:  un romanzo d’avventura, adatto anche ai più giovani, che piacerà agli amanti del genere fantasy di tutte le età.

Gwendolyn è cresciuta in una famiglia alquanto originale, che da sempre si prepara nell’attesa della nascita e rivelazione tra i suoi membri di un discendente che abbia ereditato il gene dei viaggiatori nel tempo.

Quando inizia la storia, in questo romanzo, tutti si aspettano che la prescelta sia la cugina della protagonista, Charlotte, ma come nella migliore tradizione urban fantasy, non tutto va come previsto.

Con uno stile molto pulito, l’autrice ci trasporta con ironia e freschezza alla scoperta del mondo di una sedicenne dotata di poteri particolari e soprannaturali, che si troverà coinvolta in avvincenti avventure a spasso nel tempo e finirà per incontrare l’amore dove meno se lo aspetta.

E se per il lettore più accorto appare abbastanza chiaro, fin dal primo incontro tra i personaggi, che tra i due possa nascere qualcosa, il filo narrativo resta efficacemente intrecciato sui temi della nascita dell’amicizia e dell’attrazione tra i due ragazzi, guidando tutta la vicenda senza far calare la tensione fino all’ultima pagina.

Qui, un vero e proprio colpo di scena vi farà attendere con trepidazione l’uscita del secondo capitolo di questa saga, che sta conquistando a macchia d’olio le adolescenti di tutto il mondo.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Kerstin

Gier

Libri dallo stesso autore

Intervista a Gier Kerstin


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

Il creatore di ‘Barbatoze’ parla dello stato attuale delle Graphic Novel in Egitto e i possibili sviluppi futuri

Napoli, marzo 1931, mentre un inverno particolarmente rigido tiene la città stretta in una morsa di gelo, un assassinio scuote l'opinione pubblica per la ferocia con cui il crimine è perpetrato e per la notorietà del morto. Il grande tenore Arnaldo Vezzi viene trovato cadavere nel suo camerino al Teatro San Carlo prima della rappresentazione de "I Pagliacci", la gola squarciata da un frammento acuminato dello specchio andato in pezzi. Artista di fama mondiale, amico del Duce, uomo egoista e meschino: a ricostruire la personalità della vittima e a risolvere il caso è chiamato il commissario Luigi Alfredo Ricciardi, in forza alla Squadra Mobile della Regia Questura di Napoli. Investigatore anomalo, mal sopportato dai superiori per la sua insofferenza agli ordini e temuto dai sottoposti per il suo carattere chiuso ed enigmatico, Ricciardi coltiva nel suo animo tormentato un segreto inconfessabile: fin da bambino "vede i morti" - ma solo chi muore di morte violenta - , coglie la loro immagine nell'ultimo momento di vita e ascolta le ultime parole, "il Fatto" come lo chiama lui, lo aiuta nelle indagini. Affiancato dal brigadiere Maione, il commissario interroga il personale del San Carlo, incontra l'affascinante Livia e ascolta le considerazioni di Don Pierino; comprende che molti avrebbero avuto un buon movente per uccidere Vezzi. Interprete del disagio della città, attento alle esigenze dei più deboli, Ricciardi risolve brillantemente il caso seguendo il suo senso di giustizia.

Il senso del dolore

De Giovanni Maurizio

C'è un patrimonio di inestimabile valore nascosto in una lussuosissima villa di Hollywood Heights. Si tratta di una collezione di vini tra i più pregiati e preziosi che si possano trovare sul mercato: Lafite Rothschild, Latour, Margaux, Figeac, Pétrus.Ogni bottiglia vale migliaia di dollari e Danny Roth, un ricco avvocato, le conserva gelosamente lontano da occhi indiscreti. Ma un giorno commette un errore e accetta di parlare dei suoi favolosi esemplari al «Los Angeles Times» per la pagina di enologia. Un peccato di vanità fatale, perché durante la notte di Capodanno qualcuno fa irruzione nella villa e i vini vengono rubati. Per indagare sul furto viene assoldato Sam Leavitt, un investigatore privato dal passato oscuro e rocambolesco: prima ladro-gentiluomo, poi avvocato. Sam è l'unico in grado di risolvere velocemente questa spinosa questione, proprio grazie ai suoi trascorsi non limpidissimi. Per localizzare una refurtiva così preziosa le prime ore sono fondamentali. Ecco perché Sam non perde tempo e inizia subito un viaggio che dai filari di viti della Califomia lo porta fino nei vigneti baciati dal caldo sole del Sud della Francia, a Bordeaux, la capitale mondiale del vino. Qui, aiutato dalla bellissima e misteriosa esperta di vini Sophie Costes, si mette sulle tracce di un ricco collezionista di Marsiglia, Monsieur Reboul. È solo un caso che l'uomo l'anno prima abbia tentato di comprare parecchi dei vini scomparsi? Per scoprirlo Sam e Sophie dovranno addentrarsi nei bui corridoi della cantina di Reboul, anche usando mezzi non del tutto leciti...

IL COLLEZIONISTA DI MARSIGLIA

Mayle Peter

Giacomo Leopardi: Pensieri e parole