Narrativa

Ricordi di un’educazione cattolica

McCarthy Mary

Descrizione: Questa è la storia di una bambina che perde entrambi i genitori a sei anni e viene affidata alle «cure» di nonni e prozii troppo bigotti per distinguere il confine tra la pedagogia e il sadismo, e che in seguito viene salvata da una coppia di nonni più affettuosi e bonari ma altrettanto severi nel loro conformismo sociale. È la storia di un’educazione rigida e di infiniti passaggi, da un collegio religioso all’altro, da Minneapolis a Seattle, da una famiglia cattolica a una protestante. Ma è anche una storia di scoperte e innamoramenti, di accesi litigi e comici malintesi: tra discussioni teologiche con i padri gesuiti sull’esistenza di Dio, recite scolastiche ambientate nell’antica Roma repubblicana, gite istruttive ai parchi naturalistici che si tramutano in rocamboleschi tour de force alcolici, vere o presunte iniziazioni sessuali, letture proibite e appuntamenti clandestini, la personalità della bambina lascia gradualmente il posto a quella di un’adolescente ribelle e infine a quella di una giovane donna lucida e coraggiosa, aliena alle convenzioni e a ogni forma di moralismo. Pubblicato originariamente nel 1957, Ricordi di un’educazione cattolica è un memoir appassionante come i migliori romanzi di formazione, che unisce il ritratto di un’epoca e la dolorosa confessione personale.

Categoria: Narrativa

Editore: Minimum fax

Collana: Sotterranei

Anno: 2013

ISBN: 9788875214869

Recensito da Marika Piscitelli

Le Vostre recensioni

Pubblicato per la prima volta in Italia da Il Saggiatore nel 1972 (l’edizione è fuori commercio), Ricordi di un’educazione cattolica di Mary McCarthy ci viene (giustamente) riproposto da Minimum fax nella collana Sotterranei, con un’interessante prefazione di Michela Murgia a precedere quella della stessa autrice.

Si tratta di un memoir dal tono amaro e bellicoso che, come suggerisce la McCarthy, non è da considerarsi interamente veritiero: alcune volte la fantasia interviene a colmare i vuoti della memoria, altre volte l’arte di narrare soccorre una realtà che altrimenti non sarebbe sufficientemente suggestiva e affascinante. Da qui le appendici che concludono ogni capitolo, e che contribuiscono a mettere in discussione quanto si è appena letto.

La storia è indubbiamente triste, ma raccontata senza autocommiserazione. L’autrice non concede sconti a chi in qualche modo le ha fatto del male, però al tempo stesso cerca le ragioni di ogni gesto, parola e atteggiamento con lucida, serena severità. Nella sua critica non c’è mai traccia di risentimento.

Morti i genitori per l’epidemia d’influenza del 1918, Mary e i suoi tre fratelli vengono affidati alla prozia Margaret e a suo marito Myers, un personaggio gretto e zotico, armato di coramella.

Noi bambini non eravamo certo responsabili del fatto di essere orfani, eppure ci trattavano come se lo fossimo e come se l’essere orfani fosse un reato che avevamo commesso.

È da qui che inizia il racconto della formazione e della crescita dell’autrice. Episodi che sono tasselli di una personalità, esperienze che diventeranno i pilastri portanti di un’esistenza si susseguono con il ritmo lento della mente che scava nei ricordi di una società e di una famiglia. Al centro naturalmente c’è lei, Mary, brillante e sregolata, ribelle indagatrice di una verità nascosta sotto cumuli di bugie.

Le pagine di Mary McCarthy sono percorse da un fine umorismo, trasudano intelligenza e sono ricche di spunti di riflessione.  Consigliato a chi non crede in una vita in bianco e nero.

Prima ci fu il cattolicesimo che imparai da mia madre, dai semplici preti e suore della parrocchia a Minneapolis; una religione, nel suo complesso, di bellezza e di bontà, anche se imperfettamente realizzate. Poi venne il cattolicesimo praticato nel salotto della nonna McCarthy e nella casa che fu creata per noi orfani in fondo alla stessa strada: una dottrina aspra e funesta nella quale vecchi odi e rancori cuocevano a fuoco lento da generazioni, rimescolati con orgoglio dall’ignoranza.

...

Leggi tutto

LEGGI COMMENTI ( Nessun commento )

Aggiungi un tuo commento

Scrivi la tua recensione

Devi effettuare il login per aggiungere un commento oppure registrati

Mary

Mccarthy

Libri dallo stesso autore

Intervista a McCarthy Mary


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.i-libri.com/home/wp-content/themes/ilibri/single-libri.php on line 862

In un pittoresco mosaico di stravaganti preghiere si dipanano storie cucite ad arte, tra il sacro ed il profano. Questi racconti sono perle di un rosario, gocce stillanti, e voci fuori dal coro. Un campionario di vicende narrate senza filtri, dove il perbenismo non è ammesso e dove prendono vita in maniera spontanea e bestiale, solipsistiche aberrazioni del sé. Perché la verità condita da bianche bugie è più nera del sole. Profane preghiere scandiscono il tempo dell'incertezza. Qui dove nessuna lezione di vita viene impartita. Racconti diversi a volte per-versi inscenano un carosello di esistenze violate. Dove il sacro è pretesto per riscoprire il corpo e il credo solo un vincolo profano. Non vi è spazio per l'ipocrisia della correttezza in queste pagine sporcate dalle penne di anime originali e controcorrente. Una raccolta di diciotto racconti curata dall'autore Simone Pozzati. Un mix di scrittori in cui spiccano i racconti di autori noti al panorama nazionale come Marilù Manzini, il poeta beat Antonio Veneziani, il regista Livio Galassi, il biografo e poeta Ignazio Gori, lo scrittore Maurizio Valtieri, il commediografo Simone Romano e l'editore Simone Di Matteo.

Del sacro e del profano

Pozzati Simone e autori vari

Circondata dalle inseparabili amiche – le Donne del Club Omicidi – la detective Lindsay Boxer ha finalmente coronato il suo sogno d’amore, sposando l’agente dell’FBI Joe Molinari. L’eco della marcia nuziale si è appena spenta che già Lindsay deve tornare al suo difficile lavoro, perché un caso delicato richiede tutta la sua esperienza di investigatrice e di donna. È stata ritrovata un’adolescente in fin di vita: dai primi accertamenti è chiaro che ha partorito da poco, ma lei non ha alcuna intenzione di dire che cosa è stato del bambino né chi sia il padre. Mentre menzogne e false piste si sovrappongono, Lindsay cerca la verità, soprattutto per salvare la vita del neonato scomparso. Anche per il procuratore Yuki Castellano c’è un caso difficile, nel quale si gioca la carriera. Yuki rappresenta la pubblica accusa nel processo contro la dottoressa Candace Martin, imputata per l’omicidio del marito. Yuki è certa della sua colpevolezza, ma il processo riserverà più di un colpo di scena... Per fortuna c’è sempre il momento in cui le quattro amiche possono ritrovarsi da Susie’s per un margarita e qualche tacos, per parlare di lavoro e di uomini, di problemi e di sogni e trovare insieme una soluzione ai difficili casi che le impegnano. Perché la loro forza sta nella loro straordinaria amicizia.

La cerimonia

Patterson James

A dieci anni dal grande successo de "Il delfino", Sergio Bambarén torna a narrare le avventure oceaniche di Daniel Alexander Dolphin, con un percorso che si svolge fra le onde del mare aperto e nelle profondità del mondo interiore di Daniel. Questa volta Daniel dovrà capire se la sua continua ricerca di pace interiore possa coniugarsi con il desiderio e la necessità di creare una famiglia e di accudire una nuova vita che sta per nascere.

IL DELFINO

Bambarén Sergio

Rose è delusa dalla sua vita pur non avendone motivo: ha una bella famiglia e una deliziosa casa in un bel quartiere. Ma per Rose questa vita ordinaria è messa in ombra dalla sua altra vita, quella che vive ogni notte nei suoi sogni. Da bambina, in seguito a un incidente, ha iniziato a sognare una meravigliosa isola ricca di avventure. Su quest’isola non è mai stata sola: c’è sempre Hugo, un ragazzo coraggioso che cresce assieme a lei negli anni fino a diventare il suo eroe. Ma quando Rose incontra casualmente Hugo nella vita vera, sia i suoi sogni che la vita reale cambieranno per sempre. Si trova infatti davanti l’uomo che ha condiviso le sue incredibili avventure in luoghi impossibili, che è cresciuto assieme a lei, ma ambedue sono molto diversi da come si erano immaginati. Il loro incontro dà il via a una cascata di domande e bugie, e a una pericolosa ossessione, che minaccia di rovesciare il mondo di Rose. Lei vorrà veramente perdere tutto ciò che le è caro per capire lo straordinario rapporto che li unisce?

Hugo e Rose

Bridget Foley